Home » Recensione libri » Recensione: La Dolcezza del Dolore – Serie: Ginevra De Marco vol.2 di C.S.D. Martini Rossi

Recensione: La Dolcezza del Dolore – Serie: Ginevra De Marco vol.2 di C.S.D. Martini Rossi

Titolo: La Dolcezza del Dolore

Serie: Ginevra De Marco vol.2

Autore: C.S.D. Martini Rossi

Editore: O.D.E Edizioni

Genere: Thriller

Data di pubblicazione: 4 Ottobre 2021

La quadratura del cerchio

La dolcezza del dolore

Torna la fotografa Ginevra De Marco con un nuovo efferato omicidio da risolvere.

Dopo aver seppellito la sorella Angelica a Colle del Paradiso, Ginevra ha fatto ritorno a casa e alla sua vita di sempre. Insieme ai suoi due assistenti, Tea e Marco, si occupa del suo studio fotografico in città e la sua vita è tornata a scorrere dentro i binari della quotidianità. Almeno fino a quando inaspettatamente viene convocata dai carabinieri, senza un motivo apparente, per poi scoprire che dietro a quella convocazione si cela il capitano Torriani. Livio ha ancora bisogno di lei e questa volta per una faccenda davvero tanto delicata quanto agghiacciante; la morte di una giovane studentessa di famiglia altolocata. Un suicidio inspiegabile all’interno di un collegio prestigioso e antico.

Cosa si cela dietro l’apparente suicidio di Sabrina Ferri? e cosa si nasconde realmente dentro le mura del prestigioso e rinomato “Istituto Superiore Bianca Alderighi”? quanti segreti si celano nelle vite apparente perfette di quelle giovani ragazze che hanno tutto?

Un prestigioso collegio sulle colline alle porte della città. Un gruppo di ragazze ricche e viziate che nascondono molti segreti. Una contessa che non accetta l’idea che la sua scuola non possa essere più fregiata dei fasti di un tempo. Un conte che gestisce ogni cosa e vorrebbe evitare che il collegio finisse in rovina. Questi gli ingredienti di un mistero che il capitano Livio Torriani non potrebbe mai risolvere senza l’aiuto dell’acume di Ginevra. Anche perché le cose spesso non sono come appaiono. E i segreti, prima o poi, sono destinati a essere svelati, anche se il percorso per la verità potrebbe rivelarsi un dolore infinito e il dolore potrebbe riservare una amarissima dolcezza.

Care Fenici questo libro è un eclatante caso di “la malizia è negli occhi di chi legge” perché, lo confesso, non conoscendo l’autore e a causa del titolo e della copertina avevo previsto un altro tipo di lettura.

Nonostante ciò ho comunque apprezzato molto la scrittura di questo autore e sono qui a riportarvi delle ottime impressioni su questo giallo facente parte di una serie.

La protagonista è Ginevra, una donna forte e indipendente, da un passato oscuro, ma con un bel carattere che la rende subito di rilievo. Lavora come fotografa e ha due assistenti Tea e Marco, una audace e intraprendente, l’altro timido e serio; la loro storia sentimentale che fatica a ingranare genera simpatici siparietti che condiscono di tenera ironia la trama di questo torbido giallo.

La fotografa ha un talento speciale nell’osservare le situazioni tanto che il Capitano Livio Torriani, ben lontano da non avere interessi personali, finisce per coinvolgerla nell’inchiesta  intorno ad uno strano  delitto tra le mura di un esclusivo college femminile.

Così la nostra eroina con la scusa di fare un servizio fotografico sul college inizia la sua indagine sotto copertura mostrando astuzia e abilità nel volgere le situazioni a suo favore per continuare  nel suo intento senza farsi scoprire.

Una storia ben costruita in cui il mistero, che la fa da padrone, è alleggerito dalla tensione amorosa fra Livio e Ginevra, il cui legame nasce nel primo romanzo e in questo  evolve.

L’elemento macabro non manca e l’enigma che avvolge la morte di una studentessa è avvincente e si snoda nell’ambito di una buona società che non ama parlare di sé e ancor meno che si parli di lei. Personaggi reticenti e ragazze ricche e viziate che nonostante vivano in un paradiso dorato non riescono a sottrarsi alla crudeltà della vita.

Il libro ha ritmo e  scivola via senza mai far calare la tensione o annoiare.  Mi ha intrigata e incuriosita tanto che sicuramente leggerò altro di questo autore.

Dunque, a parte il fraintendimento iniziale, una lettura che ho davvero apprezzato.

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Serena

Lascia un Commento