Home / Recensione libri / Recensione: “La dama in verde – Gosth Ladies #3” di Antonia Romagnoli

Recensione: “La dama in verde – Gosth Ladies #3” di Antonia Romagnoli

Buongiorno Finicette oggi la nostra Emanuela ha recensito per noi il libro La dama in verde – Gosth Ladies #3″ di Antonia Romagnoli

Terzo appuntamento con la saga delle Ghost Ladies, La dama in verde è un romanzo molto più cupo e tormentato rispetto ai precedenti. Evidenzia una maturazione nella descrizione dei caratteri e nelle azioni dei personaggi, che sono tormentati e dalle esistenze non facili, mostrandone con maggiore accuratezza le profondità insondabili dell’animo.
La protagonista femminile è una giovane donna, orfana di entrambi i genitori e adottata da una zia crudele e arida, che l’ha cresciuta nella deprivazione affettiva ed economica, rinfacciandole le origini scozzesi, ritenute luride e inferiori, e l’ha allontanata, chiudendola in un collegio femminile (qui evidenti i parallelismi con Jane Eyre).
All’imposizione di un matrimonio d’interesse con un uomo molto più vecchio di lei, Elspeth, questo è il suo nome, fugge per tornare tra le rassicuranti mura del collegio, stavolta nei panni di insegnante di pittura e disegno: ella infatti è la figlia di un famoso pittore e ne ha ereditato il talento.
Ma il destino non le permetterà di arrivare a destinazione, perché l’incontro con Honoria, in partenza per il castello del suo promesso sposo, la porterà a seguirla per condividerne il destino.
Giunta a destinazione, Elspeth incontrerà il famigerato Barone Nero, promesso sposo della sua amica, e naturalmente ne sarà coinvolta sentimentalmente.
Immancabile l’elemento soprannaturale: stavolta lo spirito è quello di una dama in verde, che si aggira tra le pietre del vicino cimitero e sembra inspiegabilmente in comunione di spirito con Elspeth.
Il fantasma in verde sarà una minaccia, come la vivrà il Barone, oppure nasconderà qualcosa di diverso?
E quale ruolo avrà Elspeth nella soluzione del mistero?
Molti dolori colpiranno i protagonisti e numerosi moriranno prima che i tasselli vadano al loro posto.
Se, da una parte, mi è piaciuto molto lo sviluppo dato alla storia, e la caratterizzazione di tutti i vari personaggi appaia vivida e convincente, avrei gradito più scene romantiche e sensuali, senza dover tirare il collo fino alla fine, se non altro per l’impegno profuso nel seguire la storia, piuttosto lunga.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...
x

Check Also

Recensione: Compagni di letto di Kendall Ryan

  Ultimamente le mie relazioni sentimentali hanno una ...