Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “Io sono Vera” di Alaisse Amehana

Recensione: “Io sono Vera” di Alaisse Amehana

Trama

Può una scelta sbagliata cambiare il corso di un’esistenza? Può l’errore di un attimo diventare l’inizio di un destino inaspettato? Quando Veronica esce di casa per raggiungere il ragazzo per cui farebbe di tutto, non sa che le sarà fatale. Non sa che in quell’istante qualcuno sta per cambiare inevitabilmente il corso degli eventi e che presto dimenticherà il sapore della vita. Basta un attimo, una decisione precipitosa, e il suo mondo si capovolge senza scampo. Acsei è un Allievo Custode e l’impulso di dimostrare che è pronto per diventare un vero Angelo è troppo forte per non dargli ascolto; ma il suo avventato desiderio di emergere ha conseguenze drammatiche. Così le loro vite si scontrano in un limbo che ha il volto di una tragedia irreversibile e sconvolgente e tutti i sogni, le speranze e le convinzioni della ragazza svaniscono improvvisamente, spazzati via da qualcosa che nessuno può sconfiggere. Ma Acsei è deciso a porre rimedio al suo errore e trascinerà Vera in una folle lotta contro il tempo e i pericoli che minacciano la sopravvivenza di un’anima solitaria in balia della morte. Cosa sarà disposto a fare per salvarla ed evitare che si smarrisca?

Recensione

Morire non è una bella cosa. Un’affermazione scontata, ma se sapeste cosa mi è successo, non la giudichereste troppo banale. Non doveva capitare a me. No, no dico sul serio. Non sto recriminando per un fato avverso o qualcosa di così melodrammatico. Non toccava a me. È stato un errore. Un suo errore.

Un incipit, quello che avete appena letto, che scuote il lettore come un colpo di fulmine. Alaisse Amahana ci introduce al suo romanzo di esordio così, senza chiedere il permesso, salutando i convenevoli e abbandonando mielose premesse, ti investe con tutta la potenza di queste parole: la mia morte è stata un errore.
Vita e morte saranno il filo conduttore di questa trama: i due punti interrogativi più grandi, ai quali l’uomo si inchina da sempre, si troveranno a coesistere e combattere, avvicinandosi fino a sfiorarsi, per poi tornare a essere due rette parallele che non si incontreranno mai. Il concetto che, se siamo morti, non possiamo essere vivi diventerà decisamente astratto in questo romanzo, nel quale l’autrice, con grande maestria,  ci metterà a conoscenza di un mondo invisibile in continuo fluttuare tra la vita e la morte, ci svelerà universi celati che si intersecano e  coesistono, ‘vivendo’ tra la terra e il cielo, combattendosi, ma anche operando insieme perché ogni anima trovi la giusta collocazione dopo la morte, e viva qualora la sua fine non sia arrivata… questo da sempre è il destino di tutti gli umani, di tutti tranne che di Vera. Vittima innocente dell’errore di un Allievo Custode decisamente scalmanato e poco incline alle rigide regole del suo Regno, la protagonista si troverà imprigionata e sospesa tra la vita e la morte, costretta a fluttuare, invisibile, in un mondo che forse non le apparterrà più, combattendo una durissima lotta contro i Traghettatori, che pretendono la pace eterna per la sua anima. Angeli e Traghettatori, però, non sono le uniche entità a popolare il limbo che attende gli umani nell’attimo in cui la vita li abbandona e la morte incede inesorabile.

Sapeva che anche i demoni si infiltravano spesso nei luoghi dove era più facile trovare anime da reclutare, ma la massiccia presenza degli Angeli della Morte di solito li scoraggiava. I TRAGHETTATORI NON SONO IL NOSTRO NEMICO. Era uno dei dogmi che venivano inculcati in tutti gli allievi. Nella sua lunga carriera di Custode, Ammaniel aveva capito che, anche se non era una bugia, non era nemmeno la verità. Forse i Traghettatori non erano il nemico, ma di certo erano gli avversari da combattere. Per salvare le anime a loro affidate i Custodi dovevano superare gli Angeli della Morte in astuzia e inventiva. E lui si era sempre mostrato bravo in entrambe.

Vera diventerà il fulcro non sono di una trama adrenalinica, ricca di magnetismo, dai sapori ancestrali, ma anche di una disputa senza tregua tra le entità dei cieli, durante la quale Angeli, Traghettatori e Demoni si contenderanno la sua anima. Vera, tuttavia, non si lascerà intimorire dal limbo che l’avvolge, da queste creature che la atterriscono e da una nuova realtà che la stravolge oltre ogni immaginazione possibile: combatterà, insieme a colui che l’ha strappata alla vita, per se stessa e, a un certo punto, anche per lui.

…ma quegli occhi blu come il mare avevano qualcosa di troppo profondo per fissarli senza il rischio di sentirsi affogare. Forse era dovuto al suo non essere umano, ma era quella la sensazione più forte in sua presenza: come se l’ossigeno mi fosse estratto a forza dai polmoni sostituito da acqua salata che bruciava come il fuoco.

Questo romanzo saprà stravolgere, impaurire, meravigliare e commuovere; gli intrecci saranno tanti e talmente inaspettati che, insieme alle incredibili virate a cui la trama ci sottoporrà, ci terranno con il fiato sospeso, a sperare in un epilogo tanto agognato da diventare un’esigenza assoluta, ma che più volte, a un passo dalla conquista, si allontanerà ancora, di nuovo, come trascinato da una mano spietata e invisibile. Complimenti ad Alaisse Amahana perché il suo esordio è esplosivo, con uno stile dilagante e perfetto che si fonde nella trama con ogni personaggio, dando vita a un big bang di luce infinita.

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

LadyLightmoon

Editing a cura di:

Firma Rubina

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento