Home » Recensione libri » Recensione: “Io sono il tenebroso (Trilogia de I Tre Evangelisti Vol. 3)” di Fred Vargas

Recensione: “Io sono il tenebroso (Trilogia de I Tre Evangelisti Vol. 3)” di Fred Vargas

A Parigi due donne sono state uccise a colpi di forbice. La polizia è convinta di essere a un passo dal colpevole, un serial killer pronto a colpire ancora. Ma le cose non hanno mai una faccia sola… Soprattutto se, a lanciarsi sulle tracce dell’assassino, ci pensano un ex poliziotto deluso dalla vita e tre storici improvvisati detective.

Questo, fra i tre libri della serie, raccolti in quest’unico volume è quello che mi è piaciuto di più in assoluto! Ritroviamo sempre lo stesso stile di scrittura: fluido, abbastanza descrittivo ma non troppo, ricco di dialoghi e con una storia che ti tiene con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

I protagonisti sono gli stessi dei due romanzi precedenti: Marc, Mathias e Louis e, in aggiunta ma più nello sfondo, il vecchio poliziotto che imperterrito continua a chiamarli, appunto, i tre evangelisti.

Tra tutti, quello che mi ha fatto più divertire è stato Louis Kehlweiler con il suo amico rospo Bufo, che porta ovunque.

Ha lavorato per 25 anni al ministero degli interni e, proprio per questo motivo, ha contatti ovunque e con chiunque, ama tenere degli articoli di giornali riguardanti casi particolari irrisolti o che presentano qualcosa di strano rispetto agli altri.

Un giorno, leggendo il giornale trova uno strano articolo a pagina sei: a Parigi viene ritrovata morta una donna, ed è la seconda ritrovata in due settimane. Anche questa, come la precedente, è stata assassinata, stordita, strangolata e “sforacchiata” come direbbe qualcuno con 18 colpi di lama.

Fa la sua comparsa Clément, un bambino ormai cresciuto, allevato da Marthe, la vecchia “donna di facili costumi” per usare parole gentili, amica degli evangelisti. Lui ormai è un uomo di 29 anni, scarno, un po’ tonto e con un’infanzia terribile: un padre mai presente e, sempre deriso da tutti. Marthe durante l’infanzia l’ha protetto e cresciuto, gli ha insegnato a leggere e scrivere quando il padre lo dimenticava sui marciapiedi. È cresciuto tra furti e risse adolescenziali , spesso per difendersi quando lo attaccavano… ma cosa c’entra questo giovane d’uomo a cui manca qualche rotella con gli omicidi in continua crescita?

Perché hanno scelto proprio lui come colpevole?

La spiegazione di tutto e le sue radici affondano nella sua gioventù, quando durante il primo lavoro ha a che fare con delle persone sbagliate. Ma non vi svelerò altro, non vi resta che leggervelo tutto d’un fiato e godervi la storia.

Vi avviso: non provate a cercare il colpevole, a meno che amiate le ardue imprese!

1- chi è morto alzi la mano
2- un po’ più in la sulla destra
3- io sono il tenebroso

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento