Home » Recensione libri » Recensione: Innamorarsi a Beacon Hill di Cristina Bruni

Recensione: Innamorarsi a Beacon Hill di Cristina Bruni

Titolo: Innamorarsi a Beacon Hill
Autrice: Cristina Bruni
Editrice: Self
Genere: m/m contemporaneo
Data di pubblicazione: 18 Maggio 2021

All’ultimo anno di studi, Tobey Walden sente di aver smarrito la bussola della sua esistenza. Tutti i suoi amici hanno ben delineata la strada da intraprendere, mentre lui è un pesce fuor d’acqua in tutto.
Fino a quando Shane, un misterioso ragazzo irlandese proveniente da Beacon Hill, il quartiere “per bene” di Boston, non irrompe nella sua vita, spingendolo a porsi le domande che non aveva mai avuto il coraggio di farsi.

È un racconto molto rapido che potrebbe rappresentare un estratto di un romanzo completo. Ci mostra la collisione tra due ragazzi che da subito sembrano lasciare il segno sulla carta: Shane è un ragazzo ricco e difficile che sta cercando una scuola che non lo espella, e Tobey fa mille cose: redattore, attore, capoclasse, eppure sta ancora cercando di capire quale sia il suo obiettivo nella vita.

«La frustrazione dell’adolescente americano di ceto medio… È di questo che stiamo parlando?» Tobey gli sfiorò il gomito. «No, dai, seriamente. Ti è mai capitato di sentirti destinato a qualcosa di più grande di quanto la gente si aspetti da te? Voglia da te?» Shane si sporse in avanti e raddrizzò le gambe. Era così vicino a Tobey che gli stava respirando addosso, con quelle iridi più nere della notte che inchiodavano quelle blu dell’altro lì dov’erano, senza possibilità di fuga. «Ogni. Singolo. Maledetto. Giorno,»

(Tratto dal libro)

È un incontro tenero, intrigante, peccato che le due strade fanno appena in tempo a sfiorarsi che la storia è già finita.

In questa manciata di pagine si narra la fase di avvicinamento, la nascita dell’interesse di un ragazzo per l’altro. Piccoli approcci adolescenziali colmi di tenerezza e incertezze. I ragazzi si vedono giusto un paio di volte, ma è sufficiente per riconoscere nell’altro un’anima affine, una persona empatica, capace di ascoltare, di capire e di viaggiare sulla propria stessa lunghezza d’onda.

«Io sembro cosa? Esageratamente ricco? Esageratamente strano?» Shane parlò arricciando il naso, quasi schifato. «No, sembri interessante.» Per un attimo, l’aria parve immobilizzarsi attorno a loro, una bolla che li avvolgeva in un tenero abbraccio di sorpresa. Tobey riuscì quasi a sentire il respiro di Shane morire a mezz’aria, assorbito da quella parola. Interessante.

(Tratto dal libro)

Una scintilla, uno sfiorarsi che avrebbe potuto portare a ogni genere di sviluppo, dai più romantici alla semplice amicizia, dallo slow-burn alla possibilità che i due ragazzi vogliano cose diverse, fino a un’esplosione di passione, compatibilmente con l’età.

È il prisma di queste opportunità che ci spinge a sfogliare le pagine ed è un peccato che tutto si sia improvvisamente fermato e che le potenzialità della trama siano state buttate via in un finale affrettato e mozzo. Tra l’altro ***spoiler*** ho sentito come una forzatura il finale che riprende gesti e terminologia di un romance molto passionale. Anche se non sono amante del finale aperto, a quel punto, avrei preferito se ci fosse stato. Di certo avrei gradito due righe dell’autrice che rimandassero a ulteriori sviluppi, che fossero in altri romanzi già pubblicati o in procinto di essere scritti.

«Shane…» bisbigliò Tobey, notando il ragazzo moro al di là del vetro. Con il suo elegante giubbotto nero, i guanti in pelle dello stesso colore e la sciarpa di una tonalità più chiara risaltava sulla neve candida con la stessa bellezza di un cigno nero che scivola placido sulle acque calme e cristalline di un lago.

((Tratto dal libro)

Seguo da tempo l’autrice e amo come scrive, la lettura è introspettiva, calda e sempre molto piacevole. Il linguaggio poetico, pieno di colori.

Avrei dato quattro stelle, ma avrei anche voluto leggere il racconto che due personaggi così ben caratterizzati meritavano.

In quel momento Tobey pensò che, se gli occhi erano davvero lo specchio dell’anima, quel ragazzo ne dovesse essere in possesso di una aguzza come uno spillo e attraente come una calamita.

(Tratto dal libro)

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: Innamorarsi a Beacon Hill Autrice: Cristina Bruni Editrice: Self Genere: m/m contemporaneo Data di pubblicazione: 18 Maggio 2021 All’ultimo anno di studi, Tobey Walden sente di aver smarrito la bussola della sua esistenza. Tutti i suoi amici hanno ben delineata la strada da intraprendere, mentre lui è un pesce fuor d’acqua in tutto. Fino a quando Shane, un misterioso ragazzo irlandese proveniente da Beacon Hill, il quartiere “per bene” di Boston, non irrompe nella sua vita, spingendolo a porsi le domande che non aveva mai avuto il coraggio di farsi. È un racconto molto rapido che potrebbe rappresentare un…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento