Home » Inediti in Italia » Recensione Inedito: “Rapture” di J.R. Ward (serie Fallen Angels #4)

Recensione Inedito: “Rapture” di J.R. Ward (serie Fallen Angels #4)

Care Fenici, un libro inedito in Italia per Lucia: “Rapture” di J.R. Ward (serie Fallen Angels #4)

Mels Carmichael, reporter del Caldwell Courier, rimane impietrita dallo shock quando uno sconosciuto piomba dinanzi alla sua macchina, davanti al cimitero della città. Dopo l’incidente, l’amnesia di cui soffre l’uomo sembra essere solo il tipo di mistero di cui le piace occuparsi. Presto scopre, però, che entrambi sono dentro fino al collo nello strano e spaventoso passato che lo riguarda, mentre la passione divampa travolgente. Quando le ombre attraversano il confine tra la realtà e gli altri mondi, e la memoria del suo amante inizia a ritornare, entrambi scoprono che nulla è veramente morto e sepolto, soprattutto quando sei coinvolto in una guerra senza esclusione di colpi tra angeli e demoni. Con un’anima contesa in ballo, e il cuore di Mel a rischio, che cosa saranno disposte a fare le forze dell’Inferno e del Paradiso per ottenerli entrambi?

 

Mentre Jim conduceva il suo ex capo, Matthias lo Stronzo, al piano di sopra dell’appartamento, stava soffrendo di un serio caso di non-ci-posso-credere. Eppure non importava quanto il suo cervello fosse messo alle strette, a quanto pare maiali potevano volare, all’Inferno aveva nevicato e, da qualche parte in città, un cane di dodici anni stava imparando come guidare una dannata macchina.

Era questo ciò di cui stava parlando Nigel? La ripetizione del secondo round della guerra in corso?

Lo riconoscerai, è un vecchio amico e un vecchio nemico, che hai visto di recente. Il cammino non potrebbe essere più ovvio, neppure se fosse illuminato.

A quanto pare il concentrarsi sull’anima sbagliata non sarebbe stato un problema in questo round… dando per scontato che il linguaggio ambiguo di Nigel fosse nel giusto e che Matthias fosse, ancora una volta, quello di cui si stava parlando.

Il che non era un modo tanto fantastico di penalizzare Devina. Maledizione.

In ogni caso c’era una buona notizia, a volerne trovare una in questo particolare scenario da ritorno-dall’aldilà, ed era la perdita di memoria. Il vecchio Matthias non avrebbe mai confessato una debolezza come l’amnesia, quindi probabilmente era vero… e Dio solo sapeva che quel buco nero d’informazioni per loro era un vantaggio.

Questa volta Jim doveva solo agire in maniera spregiudicata.

Paradiso 2, Inferno 1: è questo il punteggio della gara indetta dal creatore fra Jim, il più strano e improbabile degli angeli, e Devina, il diavolo più originale di cui si abbia memoria. Ma ora Jim sta per avere un ulteriore vantaggio, il creatore, stufo dei continui giochetti e colpi bassi di Devina, ha deciso che pur lasciandole la vittoria ottenuta, l’anima di Matthias, l’unica che è sfuggita a Jim, venga rimessa in gioco. Perciò, ritroviamo il suo ex capo alle operazioni speciali al cimitero, mentre prende coscienza di essere in qualche modo uscito dall’inferno, ma perfettamente consapevole che ben presto verranno a riprenderlo e che neppure qui sulla terra è al sicuro, perché i suoi agenti non possono in nessun caso permettere che lui se ne vada in giro con le informazioni che possiede. Ed è proprio scappando dal cimitero, nel tentativo di arrivare in un posto in cui decidere il da farsi,  che viene investito da Mels, una giovane giornalista. Si ritrova in ospedale con una commozione cerebrale, scoprendosi privo di ogni suo ricordo ma ancora in possesso del suo istinto, quello che gli ha permesso di sopravvivere in un mondo di assassini e che ora gli impone di andarsene. Mels, che si sente colpevole e vuole aiutarlo, dopo qualche giorno accetta di accompagnarlo sul luogo dell’incidente. Qui, Matthias scoprirà di essersi svegliato sulla tomba di Jim Heron, un nome che gli fa scattare dei ricordi che lo spingono a voler tenere la solare ragazza lontano da lui e dall’oscurità che, ha capito, ha sempre albergato nella sua anima. Ma Mels non intende voltare le spalle a quell’uomo che, nonostante le sue tante cicatrici e la sua gamba malmessa, la affascina come nessuno è mai riuscito a fare e, per la prima volta, Matthias scoprirà di avere un cuore e un  punto debole che i suoi nemici possono sfruttare.

Nonostante il personaggio di Matthias si riveli molto interessante, non posso tacere il fatto che questa coppia mi ha preso molto poco. Mels è una giovane donna decisa a scoprire il perché delle tante sparizioni misteriose che avvengono nella città di Caldwell, e scrivere un articolo che le permetta di diventare una giornalista di punta. Scopriamo anche che lavora nello stesso giornale di Beth, l’amata regina di Wrath, prima della trasformazione. Fra Mels e Matthias si instaura da subito un forte legame e si sente in dovere di aiutarlo a ritrovare la sua memoria, che crede sia stata cancellata dall’incidente. Eppure, quando parte del terribile  passato dell’uomo verrà alla luce, la ragazza ne sarà tremendamente spaventata e non esiterà a tradirlo. Per Matthias, lei è invece la luce che per la prima volta illumina la sua vita, e per dimostrarle che il suo amore è sincero, nonostante ciò che ha fatto, non esiterà un attimo a darle un’arma formidabile che le permetterebbe di ottenere ciò che ha sempre desiderato. Le scene passionali fra i due sono molto intense e anche originali, data la particolare condizione in cui si verrà a trovare per qualche tempo Matthias, e confermano ancora una volta la bravura dell’autrice. Eppure, non sono stati in grado di regalarmi empatia per loro. Lo stesso Jim qui è apparso sottotono, poche o nulle le occasioni di ironia, la perdita di Eddie ha reso i due angeli superstiti tristi, privi di mordente e incapaci di relazionarsi senza la mediazione del loro amico. Ritroviamo infatti un Adrian depresso, che non riesce a parare del tutto gli attacchi di Devina, che ne approfitta per insinuarsi nella sua anima e nel suo corpo per indebolirlo. Ma lo vediamo anche compiere un gesto di estremo altruismo e generosità che ha per lui un prezzo molto gravoso da pagare

A sorpresa, e per la prima volta, Nigel scenderà in campo per aiutarli nel momento clou e, anche se lo farà di nascosto e all’insaputa degli angeli, la sua presenza impedirà a Devina di tentare qualche tiro mancino dell’ultimo minuto, facendo in modo che Matthias faccia la sua scelta in totale libertà. L’ultima pagina ci riserva anche la scoperta di sapere che il creatore è molto più vicino di quanto si immagini, e intuire quale corpo abbia scelto. Devo ammettere che non mi ha sorpreso moltissimo, avevo già qualche sospetto, che almeno all’apparenza sembra confermato. Mentre tutti gli altri personaggi sono sembrati opachi, è stata Devina il personaggio più brillante del libro, anche se non è apparsa tantissime volte e non si è rivelata combattiva come suo solito. Del resto, il Creatore l’ha privata di una cosa che le apparteneva, un’anima della sua collezione, e la sua mancanza nel muro l’ha portata ad avere le solite crisi da Disturbo Ossessivo Compulsivo, che la portano dalla psicologa cinque volte a settimana. Ed è la nostra Dark Lady ad avere l’ultima parola, lasciandoci nell’attesa di scoprire se è disposta ad accettare l’incredibile proposta che Jim le ha fatto. Qualcosa che rimette le cose in stallo e che molto racconta dell’ossessione dell’angelo caduto per una ragazza, che si trova nel posto sbagliato ma che potrebbe decretare anche la sconfitto del Paradiso.

A parte qualche rallentamento, è un libro che si legge con piacere, ci sono alcune belle scene d’azione che ci vengono regalate dagli ex colleghi di Jim e Matthias, nel tentativo di eliminarli, che ravvivano una trama abbastanza piatta. Durante la lettura abbiamo inoltre anche alcune rivelazioni importanti e il finale lascia pensare che il prossimo capitolo vedrà Jim dover giustificare una scelta arbitraria, e un Adrian tremendamente arrabbiato. Tuttavia, non è sicuramente il capitolo più bello e interessante di questa serie. I presupposti c’erano, ma non sono stati sfruttati e,  per me, è stato incomprensibile anche la scelta di un simile finale, che mi ha abbastanza sorpreso e, in fondo, anche un po’ deluso.

#1  Io voglio

#2  Arde la notte

#3  Envy

#4  Rapture

#5  Possession

#6  Immortal

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS