Home » Recensione libri » Recensione in doppia: “Compagno di danza”, di Amber Kell

Recensione in doppia: “Compagno di danza”, di Amber Kell

Titolo originale: Mate Dance
Autore: Amber Kell
Serie: I Draconici, libro 3
Traduzione a cura di: Ernesto Pavan
Formato: ebook
ACQUISTABILE QUI

Trama

Raven, ballerino di fama intergalattica, sta camminando per strada in cerca di un locale quando si imbatte in una ragazzina che piange sul corpo della nonna morta.

La buona azione di Raven, che decide di aiutare la piccola, lo porta fra le braccia un principe draconico. Presto Raven scopre che, una volta che un drago ha preso un compagno, lo tiene stretto come il tesoro più prezioso.

Recensione

L’opinione di Samanta

Non lo so… Non so se sono delusa a causa delle aspettative che avevo su questo nuovo libro o perché, dopo aver aspettato un po’ la nuova uscita, non l’ho trovata eccitante come le precedenti. Penso che abbiate già letto i primi due capitoli di questa serie, e quindi saprete di cosa sto parlando.

Amo il contesto, amo la “genialata” di usare i draghi come protagonisti, amo i suoi personaggi, ma ho ancora il groppo pensando ai personaggi del primo libro. Mi sembra che la Kell abbia lasciato come qualcosa d’incompiuto, e ogni volta che esce un libro nuovo spero sempre, ma senza soddisfazione, di leggere ancora di Jori.

Non posso dire che sia brutto o che i personaggi non siano interessanti, perché come dicevo anche nelle altre recensioni, mi piace parecchio il modo di scrivere dell’autrice e mi piacciono un sacco i suoi draghetti, ma sono solo un pochino delusa per la piega che ha preso la serie.

I personaggi di quest terzo episodio non sono mai stati nominati nei libri precedenti e ti ritrovi con dei volti nuovi quando invece vorresti più informazione sui vecchi.

Per carità, a chi ha amato i primi due racconti non consiglio assolutamente di smettere di leggere la serie ma, se posso, un consiglio all’autrice lo darei… qualche pagina in più non farebbe male. Tutto sembra troppo affrettato e prima di passare a nuovi personaggi, ci piacerebbe sapere qualcosa in più su quelli lasciati alle spalle.

Fiamme Sensualità hot

Samanta

Separatore-Grigio-e-Rosso

L’opinione di Annesa

Anch’io, come molti altri lettori, non vedevo l’ora di leggere il terzo romanzo che ha per protagonisti i Draconici. I primi due romanzi sono stati davvero una piacevole lettura, con un mix perfetto di sensualità amore, ironia e leggerezza, condite da una fantasia davvero originale che hanno dato vita a trame  vivaci e divertenti.

Peccato che invece quest’ultimo capitolo non sia stato all’altezza, non solo delle aspettative, ma nemmeno dei precedenti due romanzi.

L’inizio è intrigante: Raven, un bellissimo ballerino di fama intergalattica in crisi esistenziale, s’imbatte in una bambina, Trisha, alla quale hanno appena ucciso la nonna. Un principe draconico, Kaemon, ritrova una figlia e trova il suo “compagno”. E qualche intrigo di palazzo con tanto di attentati a rendere un po’ movimentata la vicenda.

Ma… la storia non solo non è decollata, ma addirittura è stata sviluppata in modo, a mio avviso, assurdamente incoerente.

Va bene che è un urban fantasy, ma anche in questo caso, non è fosse troppo che, complice un esame del DNA, un principe draconico si ritrovi con una figlia illegittima e la cosa renda tutti felici come se niente fosse? Senza contare che questo “legame” tra padre e figlia non viene per niente sviluppato, al contrario della storia tra Raven e Kaemon che in mezz’ora sono già belli e cotti! Gli intrighi poi sono ridicoli, con un colpevole che ha vissuto a stretto contatto con la famiglia reale senza che questa, con tutti i suoi sensi e abilità empatiche, se ne sia mai accorta. Il pretesto della gelosia di Kaemon con la conseguente indignazione di Raven è inconsistente e non è approfondito e lascia la sensazione che si sia dimenticato qualcosa. Non dico che ho trovato assurdo l’innamoramento subitaneo tra Kaemon e Raven, quello ci sta e non è nemmeno raro in questo tipo di lettura, ma quello che manca è proprio lo sviluppo della trama, che sembra quasi presa da appunti e sviluppata in fretta e in furia rendendo tutto quasi ridicolo.

Si salvano comunque lo stile dell’autrice, che è quello che ha reso meno ostico il mio procedere nella lettura, e le scene di sesso molto esplicite ma al tempo stesso divertenti e non volgari. Ah… un bellissimo cazzotto di Raven a Kaemon e questa citazione:

“Mi rifiuto di iscriverla  a una scuola nel cui programma non è previsto l’insegnamento delle arti. È questo genere di discipline ad alimentare la crescita spirituale della società. […] Non c’è verso che Trisha frequenti una scuola che non solo sottovaluta l’importanza delle arti, ma le ha addirittura in odio. La futura classe dirigente deve essere composta da individui di mentalità aperta in grado di apprezzare tutte le sfumature dell’animo umano, e non da persone che si intendono solo di trattazioni e guerre. Comprendere una cultura vuol dire comprendere lo spirito dei suoi membri.”

Fiamme Sensualità Medio

Annesa

Separatore-Grigio-e-Rosso

La serie I Draconici è così composta:

01 – Caccia al Compagno (Mate Hunt) – Qui trovate la nostra recensione

02 – La Prova del Compagno (Mate Test) – Qui trovate la nostra recensione

03 – Compagno di danza (Mate Dance)

04 – Il Compagno miracoloso (Mate Healer)

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento