Home / Recensione in Anteprima / Recensione in anteprima:”Matrimonio d’interesse” di Marilena Boccola

Recensione in anteprima:”Matrimonio d’interesse” di Marilena Boccola

 

 

«Posso sapere cosa ci fate qui?» si decise a chiedergli, esasperata.

«Davvero non lo indovinate?» Mio dio! Quando le rivolgeva quell’espressione da canaglia, non sapeva dire se avrebbe voluto cancellare il suo sorriso sornione a forza di sberle o a furia di baci.

Lady Charlotte Ashcroft non ha mai avuto alcuna intenzione di sposarsi.

Tuttavia la strada della giovane s’incrocia con quella di Thomas Francis Stuart, Duca d’Arcy, irriverente libertino sull’orlo della bancarotta a causa del gioco e delle donne, vizi ai quali è notoriamente dedito.

Quale migliore occasione per quest’ultimo, per risanare le proprie finanze e garantire un erede alla casata, se non quella di sposare l’esuberante e attraente Baronessina ?

L’antipatia di Charlotte verso Thomas è intensa e istintiva, quasi quanto l’attrazione che suo malgrado prova nei confronti del Duca.

Un corteggiamento serrato, sfrontato, appassionato… ma Charlotte non è certo il tipo da lasciarsi intrappolare anche se, si sa, l’amore può nascondersi ovunque. A volte anche sotto le apparenze di un mero matrimonio d’interesse…

Eccoci alle prese con un romanzo veramente divertente, che prende il via dall’antefatto di Matrimonio d’onore, del quale vi ho parlato un po’ di tempo fa

(https://www.romanticamentefantasy.it/recensione-matrimonio-donore-di-marilena-boccola/)

Stavolta i protagonisti sono Charlotte, la sorellina più ribelle, e il Duca Thomas D’Arcy, odioso e spudorato libertino bello come un angelo.

Leggere questo romanzo è veramente divertente, perché si ha la possibilità di vivere le situazioni da due punti di vista diversi e l’autrice riesce molto bene a delineare le personalità contrastanti dei protagonisti: se l’altero Maggiore Fitzwilliam e la Lady di ferro Esther hanno vissuto una storia d’amore di continue schermaglie, non si potrà non apprezzare il carattere del biondo Duca, che gioca a fare il ragno nel tessere la sua tela di intrighi allo scopo di contrarre un buon matrimonio, in modo da rimpinguare le sue tristi casse vuote, e che da predatore diverrà preda della bionda, quanto feroce Charlotte.

Sì, perché la ragazza non è per niente desiderosa di finire sposa e madre, ma sventola continuamente il suo desiderio di rimanere fedele ai suoi libri e alla musica; il coraggio non le manca, non esita infatti a difendere l’onore del padre sotto mentite spoglie, pronta a colpire di spada niente meno che l’odiato Duca

Ma si sa, chi di spada ferisce, di spada perisce e non sarà una lama a colpire entrambi i contendenti, ma ben altro destino, molto più eccitante e pieno di promesse.

E quando la sorella Esther sposerà con nozze riparatrici il compassato Fitzwilliam, nulla potrà impedire al Duca di portare avanti il suo piano, animato ormai da ben altri sentimenti.

L’autrice colpisce ancora una volta con l’abilità nel costruire dialoghi e storie in cui aggiunge la verve contemporanea a una grazia d’altri tempi, che richiama capolavori della letteratura mondiale come Orgoglio e Pregiudizio ed Emma, creando ambientazioni e atmosfere impeccabili; belle le descrizioni e puntuali i riferimenti alle location nelle quali il bel mondo dell’alta società Londinese muoveva i suoi passi nei primi anni dell’800.

Veramente un bel romanzo orgogliosamente Made in Italy!

 

 

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela
x

Check Also

Recensione: “L’UOMO PERFETTO E’ UN BASTARDO” di Jessica Clare Serie: Roughneck Billionaires #3

Knox Price è sempre stato convinto di non ...