Home » Recensione libri » Recensione in anteprima: “Loving the Demon” di Nicole Teso serie Loving the demon #1

Recensione in anteprima: “Loving the Demon” di Nicole Teso serie Loving the demon #1

Titiolo: Loving the demon
Autore: Nicole Teso
Editrice: Self Publishing
Serie: Loving The Demon #1
Genere: Dark Romance
Prezzo ebook: 2.99 | Prezzo cartaceo: 14,00
Data di pubblicazione: 28 Settembre
AVVERTENZE: Il romanzo contiene scene esplicite destinate a un pubblico adulto.

 

Informazioni sulla trilogia completa —->clicca qui

Las Vegas era l’occasione per iniziare una nuova vita e seppellirmi il passato alle spalle.
Non avrei mai potuto immaginare che sarei stata rapita e rinchiusa in una cella buia, pronta a diventare una schiava del piacere.
Jake Evans mi distruggerà, piegandomi ai suoi desideri e consumando la mia anima. Lui è la mia condanna a morte.
Lei avrebbe dovuto essere una prigioniera come tutte le altre, pronta a soddisfare i desideri dei miei clienti.
Non avrei mai potuto immaginare che mi avrebbe dato così tanto filo da torcere.
Brittany Moore sta sfondando le barriere nella mia testa, facendomi crollare e riportando a galla un passato che credevo sepolto. I demoni mi stanno reclamando… Lei è il mio tormento.
Care fenici aspettavo con trepidazione l’uscita revisionata di questo primo volume della trilogia Loving the demon, che avevo già letto, ma di cui ho apprezzato ogni frase, con la consapevolezza che l’ultimo volume è finalmente in uscita dopo tanta attesa.
Lo stile di scrittura unico di questa autrice così giovane mi colpisce sempre ma questo dark romance mi ha proprio conquistata. La lettura mi ha catapultata all’interno della storia in un mix di suspanse e adrenalina allo stato puro tanto da non riuscire a smettere di leggere neanche per una pausa.
L’oscurità è predominante e i personaggi sono tutti forti e con una grande personalità.
“Cosa ti porta allo Sweet Sacrifice, Angelo?”
Il soprannome è troppo confidenziale. Mi procura una strana sensazione di calore alla base della nuca.
“Io e la mia amica laggiù”, gliela indico col dito, “siamo venute per divertirci. Tu, invece? Capiti spesso da queste parti?”.
“Io sono qui per te”. (Tratto dal libro)
Un inganno e l’illusione di una nuova vita, lontana dai ricordi di un’infanzia bellissima e la perdita dolorosa dei cari genitori, questi sono i presupposti che portano Brittany Moore ad abbandonare il paese natale e trasferirsi a Las Vegas. La Sin city o città del vizio si rivela per l’ingenua Brittany una prigione, un incubo doloroso nel quale sarà risucchiata senza via d’uscita. Il carceriere è Jake Evans, il nostro magnifico protagonista, un oscuro personaggio tutto tatuato e con un passato travagliato, di cui l’autrice approfondisce la conoscenza grazie a flashback che svelano la violenza a cui è stato sottoposto dal crudele genitore. Lo smercio di schiave del sesso è la sua professione e anche il destino che ha riservato alla sua bellissima vittima. Un bunker sotterraneo e una squallida cella sono le ambientazioni in cui si svolgono le interazioni tra i due protagonisti. Le scene di violenza fisica e psicologica a cui sarà sottoposta Brittany sono numerose e devastanti, rendendo il libro adatto solo un a pubblico adulto.
“Cosa c’è di più eccitante di estirpare la luce e sostituirla con l’oscurità?” (Tratto dal libro)
Il POV alternato aiuta a comprendere meglio i pensieri di entrambi i personaggi, che ho trovato molto forti. Jake è sicuramente disturbato non solo per i maltrattamenti subiti da ragazzino ma anche dall’uso di alcool e di droga. Brittany è una guerriera, perché nonostante sia in inferiorità non si arrende mai, combatte i soprusi, le umiliazioni, lo stupro in tutti i modi immaginabili aiutandosi con la forza dei ricordi felici legati alla sua infanzia. La sindrome di Stoccolma è menzionata dall’autrice come punto di forza del racconto, effettivamente è così ma non fatevi ingannare perché il rapporto tra i due non diviene melenso e noioso, la grinta di Brittany non svanisce e neanche la consapevolezza di capire che è sbagliato donarsi a lui con piacere. Questo atteggiamento attrae moltissimo Jack che è attirato dal suo angelo e spaventato da questo coinvolgimento emotivo che vuole debellare in tutti i modi possibili. Come farlo se non con la forza e la violenza?
Abituatevi care fenici ai dieci comandamenti del rapitore che accompagnano Jack nella sua follia.
Quindi è il momento di passare al decimo e ultimo comandamento, il più delicato, quello da attuare solo in caso di estrema necessità.
“Prenditi tutto, anche quello che non puoi”. (Tratto dal libro)
Benvenute allo Sweet Sacrifice care Fenici e non dite che non vi avevo avvisate!

ladykira

ladykira
Babyladykira Admin founder RFS

Lascia un Commento