Home » Recensione libri » Recensione in Anteprima » Recensione in anteprima:” La sposa del cavaliere” di Daniela Serpotta

Recensione in anteprima:” La sposa del cavaliere” di Daniela Serpotta

Titolo: La sposa del cavaliere

Autore: Daniela Serpotta

Editore: Dri Editore

Genere: Storico

Collana: Historical Romance

Data di uscita: 27 ottobre 2020

 

 

 

Un cavaliere spietato.

Una donna di cui vendicarsi.

Una trappola irresistibile.

 

Pavia, 1183

 

La nipote dell’imperatore, Eleonora di Welfen, ha lasciato il suo Paese e sogna la libertà, ma sa che una donna ha solo un modo per ottenerla: rimanere vedova (o almeno fingersi tale).

Così, dopo aver sposato con l’inganno il cavaliere Guido Landriani, fugge nella notte, facendo perdere ogni traccia di sé.

Quando le loro strade si incrociano di nuovo, sette anni dopo, lui ha tutta l’intenzione di vendicarsi e decide di farlo sposandola, per la seconda volta.

L’inganno però è destinato a ritorcersi contro di lui.

Non sa che Eleonora gli ha nascosto un segreto.

E quel segreto potrebbe essere la sua rovina…

 

 

Bel romanzo storico ambientato nell’Italia dei Comuni e del Carroccio, tra i castelli e i boschi della Valsassina, in un Medioevo italiano romantico e caratterizzato da battaglie all’arma bianca, dame da lunghi abiti e matrimoni, come mezzo per costruire alleanze e ingrandire territori.

L’antefatto avviene anni prima che i nostri protagonisti si incontrino: Eleonora di Welfen è la nipote di Federico Barbarossa e ha perso la madre in giovane età. Per sfuggire alle mire matrimoniali del suo potente nonno non esita, all’età di tredici anni, a fuggire con la sola compagnia del fidato servitore Filippo verso l’asilo sicuro nel castello del suo vero padre: lungo la strada un incontro imprevisto con il nobile Cavaliere Guido Landriani le permetterà di giungere a un appuntamento irrinunciabile per tutte le donne dell’epoca: sposarsi. In questo modo potrà liberarsi del giogo del nonno, Il Barbarossa.

Peccato che il matrimonio durerà ben poco, perché Eleonora, detta Nora, ha un carattere e un piglio assai deciso e con la complicità dell’alba fuggirà dal suo sposo.

Ira funesta per l’orgoglio ferito e odio imperituro del nobile cavaliere naturalmente.

A distanza di anni il destino però farà sì che i due si rincontrino ma, mentre Nora avrà ben presente chi ha di fronte, lo stesso non varrà per il giovane Guido, che vedrà in lei soltanto una magnifica donna da conquistare e un mezzo per ingrandire i propri territori.

La storia si snocciola assai velocemente con ritmo e tensione narrativa, con protagonisti vivaci e ben caratterizzati e diverse occasioni di menar le mani da entrambe le parti. I molti personaggi comprimari, le numerose scene intrise di sensuali amplessi, la pulsione erotica e il linguaggio narrativo credibile rendono il romanzo molto interessante.

In alcuni punti risulta un po’ frettoloso senza tuttavia rovinare l’effetto generale. Sarebbe un’ottima sceneggiatura per un bel serial TV stile Freccia nera! Non lasciatevelo scappare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento