Home / Recensione libri / Recensione in anteprima: “Il tocco del Miliardario (I Sinclair Vol. 3)” di J.S. Scott

Recensione in anteprima: “Il tocco del Miliardario (I Sinclair Vol. 3)” di J.S. Scott

Avere sempre tutto sotto controllo. Mai abbandonarsi alla debolezza della spontaneità. Questi i punti cardinali su cui si regola l’esistenza di Evan Sinclair. Finché comincia a scambiare email con una donna misteriosa che lo intriga, lo diverte e sembra ricambiare i suoi sentimenti. A differenza di Miranda Tyler, insegnante risoluta e sexy che gli ha fatto capire di non essere interessata né a lui né ai suoi soldi.

Miranda, detta Randi, ha tutto, o quasi, quel che serve per essere felice: un buon lavoro, tanti amici e la sicurezza di vivere in una cittadina che adora. Ha persino un amico di penna, un uomo che non ha mai incontrato ma con il quale ha legato subito. Una vita tranquilla, dunque, se non fosse per il ritorno di Evan Sinclair: un uomo tanto arrogante e prepotente quanto irresistibile.

Poi un bacio sconquassa come un terremoto il mondo di entrambi.

Alla morte di sua madre Joan, Randi sente tutto il suo mondo crollarle addosso. Ad aiutarla ad affrontare un momento così complicato della sua vita, dall’anonimato del ciberspazio, le parole di un misterioso amico di penna, implicato con la famosa e potente famiglia Sinclair.

Durante un rigido inverno, a causa dell’appropriamento indebito dei fondi del centro giovanile di Amesport, Randi ed Emily, responsabili del suddetto centro, si rivolgono a Grady Sinclair per avere una donazione che compensi il furto subito e riesca a garantire un Natale sereno ai ragazzi e alle famiglie bisognose di aiuto.

Emily e Grady lavorano insieme al progetto e, folgorati da un colpo di fulmine, convolano anche a liete nozze.

Facciamo però un passo indietro. Per aiutare Emily a convincere i Sinclair a darle una mano, Randi aveva spedito una mail alla famiglia, da un account generico, in cui promuoveva la causa dell’amica La mail, però, non era stata degnata di un’occhiata. Avendo risolto il problema, comunque, nessuno ne aveva più parlato, lasciando così quelle parole nel dimenticatoio, fino a quando, però, Evan Sincler, capo della suddetta famiglia, non trova la mail per caso e aprendola rimane folgorato da quella scrittura così sciolta e sincera.

Comincia, così, una sorta di botta e risposta tra i due, all’inizio accompagnata da toni bruschi e taglienti, per poi arrivare a velature ironiche e canzonatorie. In breve Randi ed Evan, senza conoscersi, cominciano a stimarsi e apprezzarsi, sino ad arrivare a confidenze molto personali. Per muto accordo, decidono comunque di non rivelare la loro vera identità, preservando così l’anonimato.

Nella vita reale, Randi ha sempre avuto un ottimo rapporto con tutti i Sincler, a eccezione proprio di Evan. Dallo sguardo sfuggente, i completi firmati, la freddezza dei modi, i silenzi pesanti e la costante mania di perfezione, unita a una vera ossessione per il suo lavoro, Evan è il prototipo dell’eremita, dedito solo al lavoro e alla sua famiglia. Da sempre abbagliato dalla bellezza di Randi, ha mantenuto, però, un rapporto formale e distaccato e questo fa sì che non riconosca in lei la donna che, con le sue mail, ha saputo essergli così vicino.

Per uno scherzo del destino – vi lascio il piacere di scoprire quale – Evan viene a sapere che dietro quel misterioso account vi è proprio lei, la musa che tanto ossessiona i suoi pensieri e con la quale non riesce a instaurare un dialogo. Così, prende una decisione: dichiara i suoi pensieri lascivi di punto in bianco e si lancia in una relazione dall’alta carica sessuale.

Entrambi travolti da sfrenate passioni, scopriranno alfine che l’amore può essere trovato nei luoghi più improbabili.

Un romanzo singolare e complesso, dalle alte cariche erotiche, che riesce oltretutto a toccare tematiche sociali sensibili.

Il Tocco del miliardario mi ha piacevolmente intrattenuto, ma anche notevolmente stupito. Randie ed Evan non sono semplicemente il fulcro di una caliente storia d’amore, ma anche il nucleo di un romanzo che parla di tematiche importanti, come l’istruzione di bambini con handicap più o meno gravi.

I due protagonisti non condividono solo una passione, ma degli interessi validi e profondi, dando vita a una coppia di mecenati illuminati, l’una per la sua preparazione accademica e l’altro per le esperienze vissute, in primis nelle sue difficoltà d’apprendimento.

I Sincler dopotutto sono questo, figure che vegliano sulla piccola cittadina, assicurandosi che lo status quo dei loro abitanti non venga alterato da agenti esterni. Una famiglia di potenti, ma che all’interno delle mura domestiche hanno sofferto e pianto per violenti soprusi. Per questo Evan si erge a difensore dei suoi fratelli e dei suoi cugini, prendendo le redini della famiglia, vegliando su di loro e plasmando le loro vite. Loro stessi vengono da un passato difficile, pieno di abusi e di sofferenza, chi in un modo e chi in un altro.

Ecco, quindi, che oltre ad affrontare una tematica delicata come quella dell’istruzione per ragazzi con handicap, viene introdotto un altro argomento molto importante e complesso: la violenza all’interno delle mura domestiche. Una situazione in cui donne e bambini, privi di qualunque altro sostegno, si trovano a non saper dare voce alle proprie sofferenze.

Personalmente, ho apprezzato molto la costruzione del personaggio di Evan; da narcisista indifferente, metodico a razionale, a uomo appassionato e generoso, trattenuto solo da una grande paura d’amare. Bellissimo il rapporto che s’instaura da subito con Lyli, la cagnolina di Miranda, cosa che già fa capire quale ipotetico sviluppo potrà a breve avere la storia e che mette a nudo un animo in fondo buono e generoso.

Non voglio dirvi di più, lascerò che scopriate, a poco a poco, i piaceri nascosti in queste pagine.

Una storia piena di pathos e di dolcezza, che vi farà commuovere e soffrire, cavalcando con loro le più alte vette del piacere.

Consiglio questo libro per una fascia di lettori dai quattordici anni in su.

La famiglia Sincler è stata lieta di accogliervi nella propria magione.

Per il momento, arrivederci e a presto.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Il miliardario più ambito” di Annika Martin

Lui è un potente CEO miliardario che ha ...