Home » Recensione libri » Recensione in Anteprima » Recensione in anteprima: Dovrei starti lontano di Joanna Wylde -Reaper’s series volume 4-

Recensione in anteprima: Dovrei starti lontano di Joanna Wylde -Reaper’s series volume 4-

 

Titolo:Dovrei starti lontano

Autore: Joanna Wylde

Serie:  Reaper’s series volume 4

Editore: Newton Compton editori

Data di pubblicazione:24 Giugno 2021

In qualità di presidente del Reapers Motorcycle Club, Reese “Picnic” Hayes ha dedicato tutta la sua vita al gruppo. Dopo aver perso la moglie, ha sempre pensato che non avrebbe mai più potuto amare un’altra donna. E con due figlie da crescere e un club da gestire, per lui andava benissimo così. Reese preferisce avere relazioni libere e senza complicazioni: sicuramente non vuole perdere tempo con una rispettabile donna delle pulizie come London Armstrong. Peccato che sia completamente ossessionato da lei.
Oltre agli sforzi per stare dietro alle fatiche del suo lavoro, London deve prendersi cura dei problemi della sua famiglia allargata. Ovviamente è attratta dal capo dei Reapers, ma non è stupida: sa che Reese Hayes è un criminale e un delinquente. Ma quando suo cugino rimane invischiato con uno spietato cartello della droga, Reese potrebbe essere l’unico uomo disposto ad aiutarla. Ora London deve prendere la decisione più difficile della sua vita: fino a che punto è disposta a spingersi per salvare la sua famiglia?

 

Reese e London sono delle persone che nella vita credono di aver raggiunto il proprio equilibrio: lui come capo del club dei Reaper, mentre lei con la sua impresa di pulizie. 

Tuttavia tra loro è destinata a scoppiare una forte attrazione, fatta di battute, sguardi e proposte che non possono essere rifiutate. 

Al contrario dei protagonisti dei precedenti volumi, Reese e London sono più grandi di età, di conseguenza anche il loro rapporto si sviluppa in modo diverso, intenso e privo di convenevoli.  Sono costretti a fare i conti con le proprie vite, con le persone che li circondano e di cui devono occuparsi. Sostanzialmente sono i classici adulti con responsabilità vere; ogni giorno affrontano un passato che li ha feriti e di cui ancora pagano il prezzo. 

Entrambi sono convinti, infatti, di non potersi più innamorare e vivono la loro storia così come viene, una semplice relazione di sesso, ma si sa… l’amore ti frega e arriva quando meno te lo aspetti.
Ciò che più ho amato in questo libro è il fatto che l’autrice riesca a mescolare bene la componente romance e passionale con quella dell’azione. Quest’ultima è infatti è sempre presente nei volumi della serie. Anche in questo capitolo possiamo continuare a leggere le lotte contro il cartello e gli affari del club, ma allo stesso tempo vediamo i personaggi evolversi in base alla narrazione..
Tuttavia, al contrario degli altri, non mi ha conquistato del tutto: ho notato dei cliché e meccanismi narrativi che si ripetono, escamotage che, arrivati al quarto libro, diventano quasi prevedibili. I protagonisti non sono mai banali, anche in questo caso; anzi ognuno di loro ha un carattere ben definito, una personalità forte che te li fa amare, però mi aspettavo qualcosa di più.
Le tematiche affrontate, quali la tossicodipendenza e la tutela dei minori, sono state in parte una novità: è infatti la prima volta che vi è uno scenario più maturo e un sistema sociale complesso, spesso difficile da affrontare e trattare.
Il libro mi ha coinvolto, emozionato e la storia tra Reese e London mi ha fatto sognare, perché desideravo tanto il lieto fine anche per lui, visto che avevo iniziato ad apprezzarlo fin dal primo volume. Mi spiace solo che manchi quel qualcosa che mi faccia dire “wow!”. Lo consiglio comunque, soprattutto a chi ha amato i precedenti romanzi, poiché ormai leggere dei Reaper è come tornare a casa!

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento