Home » Recensione libri » Recensione in Anteprima » Recensione in anteprima: “All’inferno e contenti” di Nadine Mutas – Serie Patto Infernale #1

Recensione in anteprima: “All’inferno e contenti” di Nadine Mutas – Serie Patto Infernale #1

Titolo: All’inferno e contenti

Autore: Nadine Mutas

Serie: Patto infernale #1

Genere: Paranormal Romance

Editore: Self publishing

Data di pubblicazione: 16 Aprile 2021

Vi è mai capitato di fare una seduta spiritica e costringere per errore un demone a sposarvi? No? Solo a me? Diamine.

ll matrimonio è la mia idea di inferno, almeno fino a quando un demone anche troppo fico non si presenta nel mio appartamento e mi trascina all’inferno, quello vero – nelle vesti di sua moglie.

 

“Io Azazel,” esordì, la voce come seta grezza sulla mia pelle, “prendo te, Zoe, come mia legittima sposa e prometto di esserti fedele sempre, in salute e in malattia, in ricchezza e in povertà, nella gioia e nel dolore, a qualunque costo–“ i suoi occhi lampeggiarono, come se il costo fosse già stato eccessivo “- e di essere il tuo… amorevole e … fedele marito finché morte non ci separi.” Il demone di interruppe e un peso parve calare su di noi. “Questo è il mio giuramento”.

 

 

Bentornate Fenici,

oggi ho il piacere di recensire in anteprima per voi (il tomo sarà infatti, disponibile online solo a partire dal 16 aprile) All’inferno e contenti, primo volume della nuovissima serie di Nadine Mutas, Patto infernale. L’autrice ritorna nel nostro Paese con un self publishing dopo l’autopubblicazione della fortunatissima saga Amore e magia, di cui vi raccomando caldamente la lettura.

Come precisa la Mutas i tomi che comporranno la serie Patto infernale avranno tutti la medesima protagonista, Zoe, e racconteranno la sua storia d’amore con il sexy demone Azazel.

Partiamo dalla trama. Zoe è in procinto di spegnere le candeline per il suo venticinquesimo compleanno quando un demone si presenta nel suo appartamento deciso a trascinarla all’inferno nelle vesti di sua moglie.
La ragione? La nostra eroina ha per gioco evocato il demone all’età di dodici anni e l’ha vincolato a sposarla qualora fosse arrivata ai venticinque anni ancora single. Inutili risultano il rifiuto e la tentata fuga della ragazza: Azazel è irremovibile e il matrimonio deve essere celebrato. E così, dopo aver frettolosamente pronunciato i voti dinanzi a tre ragazze ubriache improvvisate testimoni, Zoe viene trascinata all’inferno. Sì, avete letto bene, proprio all’inferno.

Nessuno dei due è felice di questa unione, ma chi ci ha perso di più è sicuramente la nostra protagonista, la cui intera esistenza viene totalmente stravolta. Per cui, quando Azazel decide di rilegarla nelle stanze più lontane della sua tenuta, Zoe fa dell’infastidire il sexy demone, il suo nuovo scopo di vita. E credetemi, ci riuscirà benissimo!

Ma attirare le attenzioni del demone, le si ritorcerà contro, perché ben presto le maliziose frecciatine si trasformeranno in una passione dirompente e Zoe si ritroverà a bruciare di desiderio proprio come le fiamme dell’inferno.

La situazione si complicherà ulteriormente quando la nostra eroina scoprirà un’anima che non dovrebbe essere all’inferno. Salvarla condurrà Zoe e il suo neo sposo direttamente nella tana del più pericoloso dei nemici: Lucifero.

All’inferno felici e contenti si è rivelata una lettura piacevolissima e ha confermato il mio amore per la penna della sua autrice. A colpirmi è stata, in primis, l’originalità della trama e il modo in cui la stessa è stata sviluppata. Alla narrazione hanno sicuramente contribuito i caratteri dei due protagonisti, che hanno conquistato con gran facilità un posto nel mio cuore. Zoe, con la sua goffaggine e la sua capacità di dire (e fare) sempre la cosa sbagliata è riuscita a strapparmi così tante risate che ho rischiato di passare per una pazza!  Azazel, dal canto suo, è il mio protagonista maschile ideale: arguto, ironico e profondamente leale. Se a ciò aggiungiamo che sprizza eros da tutti i pori, capirete bene che non basterebbe un estintore per spegnere gli “incendi” che è in grado di far scoppiare!

Fantastico è anche il worldbuilding ideato dall’autrice. Non sapevo davvero cosa aspettarmi e la paura di restare delusa era altissima. La Mutas si è rivelata, però, perfettamente all’altezza della situazione e, pur inserendo nella storia personaggi ben noti, come Lucifero e Lilith, è stata in grado di tenersi lontana dalla sfera religiosa, creando un ambiente e una storia, che non cadono né nel blasfemo né nell’eccessivo surrealismo.

 

Per concludere vi segnalo che, pur avendo attribuito a questo libro 4 fenici, in realtà ne merita almeno mezza in più. Non me la sono sentita di assegnare un 5 pieno visto che ho riscontrato, nella mia copia digitale, qualche refuso che non posso non segnalare, nella speranza che venga corretto prima della pubblicazione definitiva.

Vi tranquillizzo infine, in merito al fatto che questo primo volume non si chiude, come troppo spesso accade, con un finale in sospeso quindi potrete tranquillamente iniziare la lettura senza dover necessariamente attendere la pubblicazione dell’intera serie.

Libro consigliatissimo!

Sollevando lo sguardo su di lui, gli buttai le braccia al collo e lo attirai in un bacio. Quando risalimmo per respirare, i suoi occhi erano una tempesta di fulmini argentati.

“Andiamo a casa”, bisbigliai.

Il suo sorriso prometteva peccato e seduzione. Stringendomi più forte, dispiegò le sue possenti ali e ci proiettò nel cielo, diretti verso l’inferno.

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: All’inferno e contenti Autore: Nadine Mutas Serie: Patto infernale #1 Genere: Paranormal Romance Editore: Self publishing Data di pubblicazione: 16 Aprile 2021 Vi è mai capitato di fare una seduta spiritica e costringere per errore un demone a sposarvi? No? Solo a me? Diamine. ll matrimonio è la mia idea di inferno, almeno fino a quando un demone anche troppo fico non si presenta nel mio appartamento e mi trascina all'inferno, quello vero - nelle vesti di sua moglie.   “Io Azazel,” esordì, la voce come seta grezza sulla mia pelle, “prendo te, Zoe, come mia legittima sposa e…

Score

Voto Utenti : 4.8 ( 1 voti)

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento