Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “Il segreto dell’alchimista” di Antonia Romagnoli

Recensione: “Il segreto dell’alchimista” di Antonia Romagnoli

Trama

ROMANZO (681 pagine) – FANTASY – La prima avventura attraverso i segreti delle Terre, seguendo Ester e Nimeon sulle tracce di un misterioso assassino.

Un atroce delitto, compiuto in un castello reso inespugnabile dalla magia, è solo la prima di una serie di morti misteriose che attraverserà le Terre e che costringerà il Supremo, Magister a capo della città di Palàistra, a occuparsi del caso. Le indagini saranno affidate al principe Nimeon e a Ester, maga e insegnante di magia, che si troveranno così depositari del Mandato. L’incarico li costringerà viaggiare per i regni alla ricerca dell’assassino, sulle tracce di un’antica leggenda che collega la famiglia di Nimeon ai segreti custoditi nelle Nebbie, allo spietato omicida e al passato della stessa Ester.  Ma il mistero più grande che li coinvolgerà è quello che lega le Terre ai poteri dell’alchimista napoletano Raimondo di Sangro, e che li condurrà più lontano di quanto potessero immaginare.

Recensione

Una premessa su ‘Il segreto dell’alchimista’ va sicuramente fatta: non si tratta di un romanzo appena pubblicato, in effetti, l’ultimo di questa che è una trilogia è edito nel 2010 con il titolo ‘Triagrion’, mentre il quello centrale si intitola i ‘Signori delle colline’. In questo primo capitolo l’autrice ci introduce nel variopinto mondo delle Terre popolate da maghi e personaggi inusuali come il dolce Alcor, un cane di pietra vivente che avrà un ruolo importante nella ricerca e un triste destino, i veggenti che vivono in una nebbia magica dai grandi poteri in compagnia di cavalieri pieni di onore e desiderosi di grandi imprese, impavidi ragazzini, un vecchio mago completamente fuori di testa e, quando la storia per un breve periodo si sposterà nel nostro mondo, persino un simpatico avvocato. La protagonista principale è Ester una maga naturale molto potente, ma che per quanto mi riguarda è anche il personaggio che meno ho amato in questo lungo viaggio alla ricerca della chiave che salverà le Terre dalle minacce di un perfido mago. Ester è un essere solitario, depositario di segreti che almeno in un primo momento ammantano il personaggio di mistero, dotata di una magia davvero straordinaria, insegna in quella che potremo definire la Hogwarts di questo mondo. Il suo potere la isola dagli altri maghi e la gente comune ha paura di lei, nella sua solitaria vita ha solo un amico, Van che innamorato senza grandi speranze di lei, decide di seguirla quando il passato della donna tornerà ad affacciarsi e ci si accorgerà che il nemico creduto sconfitto, si è solo nascosto, e ora, ha ripreso la via per il potere. Ancora una volta le Terre sono minacciate da uno stregone potentissimo che, dopo aver ucciso una maga creduta invincibile, sembra intenzionato a voler distruggere, uno dopo l’altro, tutti i maghi. Sarà di Ester, in compagnia del principe Nimeon e di alcuni prodi cavalieri, il compito di scoprire il nome del nemico e l’onere di sconfiggerlo. Aiutati da un’antica leggenda che coinvolge la famiglia del principe Nimeon e si scoprirà poi, strettamente legata anche a Ester, e inaspettatamente anche al nostro mondo. Una trama interessante e ben articolata quella creata dall’autrice, che però si è molto dilungata rendendo il libro a tratti pesante, e anche se la scrittura è fluida, il tutto avrebbe potuto essere detto con più sintesi quindi in meno pagine. La trama che prende vero vigore solo dalla metà del romanzo; appare piacevole e non scontata, anche se sicuramente, resta in secondo piano la storia d’amore tra Nimeon ed Ester, lui delizioso, lei da prendere a schiaffi, con tutte le sue elucubrazioni mentali e sempre scontante. In definitiva un buon fantasy italiano, con piccoli difetti ma molto piacevole e cosa non da poco, in vendita a un prezzo davvero interessante: infatti la saga alla prima uscita aveva un costo elevato, mentre adesso che è stato decisamente ridimensionato, spero di avere la possibilità, presto, di leggere in questa nuova edizione anche gli altri volumi. Nonostante la storia prosegua ‘Il segreto dell’alchimista’ ha un finale preciso e potrebbe tranquillamente essere letto come autoconclusivo, in quanto al momento non lascia nulla in sospeso. Questo è un ulteriore punto che mi invoglia a giudicarlo positivamente, dato che molte volte nel fantasy, la trama viene sospesa bruscamente, spesso nel pieno di un’azione. Unico neo… la protagonista, se solo fosse stata un po’ più simpatica, il voto complessivo, sarebbe stato anche più alto.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione a cura di:

Lucia63

Editing a cura di:

LadyLightmoon

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento