Home / Recensioni libri cult / Recensione: “Il sapore della felicità” di Nora Roberts (serie Il Quartetto della sposa #3)

Recensione: “Il sapore della felicità” di Nora Roberts (serie Il Quartetto della sposa #3)

Care Fenici, oggi Emanuela ci parla di “Il sapore della felicità” di Nora Roberts

Da bambine hanno condiviso tutto: giochi, segreti, speranze. Con gli anni sono diventate donne brillanti, sexy e indipendenti. E hanno fondato un’agenzia di wedding planning dove ognuna di loro dà il meglio di sé per garantire ai clienti un giorno indimenticabile e perfetto. E loro, per quanto ancora rimarranno single?
Laurel crede fermamente nell’amore… E questo traspare dalle sue creazioni: delle splendide torte nuziali. Ma non le basta. Vorrebbe al suo fianco un uomo intelligente e pieno di carattere, proprio uno simile al fratello maggiore della sua amica Parker. Lui popola i suoi sogni da sempre, ma le sembra irraggiungibile. Se vorrà trasformare un momento di passione in una storia intramontabile, Laurel dovrà mettere a tacere i propri dubbi e riuscire a crederci fino in fondo.

Una storia d’amore indimenticabile, che ci sussurra dolcemente tutto ciò che una donna vorrebbe sentirsi dire.

 

Terzo appuntamento della saga Il quartetto della sposa, che io ho letto come secondo e devo dire che non mi ha creato un problema particolare. Mi interessava particolarmente la personalità di Laurel: artista della pasticceria e in particolare della pasta di zucchero, che crea torte fantastiche a seconda del gusto e del desiderio degli sposi.

Regina della cucina nella quale lavora, e sostanzialmente padrona di tutto ciò che fa, non ha aiutanti particolari, al di là dei camerieri che servono negli eventi. Le sue ideazioni e le sue opere dolciarie sono descritte nei minimi particolari dall’autrice, indice che la Roberts deve aver frequentato per un bel po’ dei laboratori di pasticceria, per raccontarne così doviziosamente le azioni.

Laurel vive e lavora nella grande proprietà dei Brown con Parker, la sua amica, e Delaney suo fratello avvocato. Con Parker, Mac e Emma, amiche dall’infanzia, portano avanti brillantemente la loro impresa di wedding planning, dove tutto è perfetto nel più infimo particolare, così da rendere indimenticabile ogni matrimonio. Ma per Laurel l’amore è un bel problema perché lei è da sempre innamorata di Del e fa di tutto per nascondere questo sentimento.

Tuttavia, Cupido è intenzionato a metterci lo zampino e farà esplodere la passione tra i due giovani. Arduo sarà il seguito… varrà la pena di impegnarsi per il futuro o sarà solo un sogno destinato a svanire? Per Laurel sarà l’impresa più grande quella di realizzare il legame affettivo perfetto e renderlo stabile.

Consueta ambientazione nella grande tenuta dei Brown, bei personaggi e dialoghi scattanti e ricchi. Un romanzo che è un orologio svizzero, scritto con la consueta maestria dalla grande Roberts, dove trionfa sempre il tipico ottimismo americano e l’immagine della Self-Made Woman con una valanga di buona fortuna.

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Fidanzati dell’inverno – La saga dell’Attraversaspecchi #1” di Christelle Dabos

Care Fenici oggi Emanuela vi parla del libro ...