Home » Recensione libri » Recensione: Il Mentore di Julia Sykes

Recensione: Il Mentore di Julia Sykes

 

TITOLO:Il mentore

SERIE:  Impossible vol. 5

AUTORE:Julia Sykes

GENERE:Dark Romance

EDITORE:Quixote edizioni

DATA DI PUBBLICAZIONE:21 Maggio 2021

DALL’AUTRICE USA TODAY BEST SELLER, JULIA SYKES
Un uomo senza cuore mi ha rapita. Mi tratta come il suo giocattolo, ma ho il sospetto che per lui io rappresenti più di semplice divertimento. Vuole farmi sua. Il mostro ha bisogno di me.
Intrappolata nel buio, anch’io ho bisogno di lui. Lui dà fuoco al mio corpo, e il suo tocco è una tenera benedizione.
Forse, lui non è senza cuore, dopotutto.
Attenzione. Questa non è una storia d’amore. Non c’è nessun Eroe in questa storia. Non c’è nemmeno un antagonista. Questa è la storia di due persone che cercano di trovare la sanità mentale, e forse la redenzione, in una situazione orribile.

 

Una storia vera, raccontata in modo crudo e diretto, tramite un diario che mette a nudo la psiche di un sadico psicopatico meglio detto Il mentore.

Jiulia Sykes è un’autrice molto brava in questo genere e questa storia ha aggiunto un tassello in più al suo stile di scrittura.

La prima vittima abusata da questo criminale, ancora oggi sconosciuto all’FBI, risale al 1978.

Non ci sarebbe stata alcuna soddisfazione nello spezzare una donna debole. Kathleen Marie White era esattamente ciò di cui avevo bisogno.

(Tratto dal libro)

Attraverso un doppio POV, veniamo avvolti nell’oscurità che pervade il mostro e trascina la sua povera vittima, il suo giocattolo, una ragazza comune che ha la sfortuna di incrociare la sua strada perché frequentano la stessa biblioteca.

Giocare con lei mi procura un piacere che non ho mai conosciuto, e i suoi momenti di sconfitta sono pura estasi.

(Tratto dal libro)

Rapita, bendata e rinchiusa per settimane, Kathleen è costretta a dipendere completamente dal suo carceriere, senza alcun senso del tempo.

Lui vuole spezzarla e, dopo averla privata della dignità, ambisce a rubarle la sua umanità.

“Chi sei?” Le mie parole erano appena udibili.

Il suo sorriso si allargò diventando quasi abbagliante nella sua perfezione.

Sicuramente un angelo caduto.

Mi resi conto della mia follia un momento troppo tardi.  Avevo fatto una domanda.

“Io sono il tuo Master.”

Lo stomaco mi si rivoltò.

(Tratto dal libro)

Il tormento sessuale è un mezzo per raggiungere un fine e dal suo Pet (il nomignolo affettuoso con cui la chiama) lui vuole obbedienza.

Kathleen è una vergine, nonostante abbia un fidanzato, un uomo innamorato perso di lei che conosciamo attraverso i ricordi che l’accompagnano in questa lunga agonia.

L’evolversi della lettura è stato un crescendo di emozioni per capire le intenzioni di lui, fino a che punto vuole spingersi con la sua vittima e decifrare il disturbo psicologico che lo pervade.

Non è un romance e quindi se cercate il lieto fine, come me che sono una eterna romantica, la storia vi risulterà asettica. Il personaggio principale è disturbato sicuramente ma non fa poi così tanta paura, quindi può essere letto anche da chi non gradisce il genere.

Lei è più disturbata di lui e alla fine è evidente che la scelta di rapirla è stata ben ponderata e studiata a tavolino.

L’ambientazione è angusta e lugubre. Hanno prevalenza dialoghi e introspezioni personali, con una componente erotica predominante e attinente al tema trattato.

Era un caldo bagliore che fluttuava nel mio nulla, un costante conforto.

(Tratto dal libro)

Non so chi mi ha infastidito di più, se il sequestrato o il sequestratore! Anche se apprezzo i dark, ho fatto fatica a finire questa lettura, forse perché non è un romance ma un fatto vero. Probabilmente! Fra i due, paradossalmente, ho capito più lui, che nella sua confusione mentale ha un passato che lo ha condotto a questa situazione. Lei non mi ha trasmesso empatia, né comprensione, anzi mi ha irritato parecchio. Nell’insieme è una lettura che è difficile collocare in un genere proprio, quindi con dark si racchiude un po’ di tanti generi: giallo, thriller, erotico.

Consigliato alle amanti del genere.

 

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento