Home » Recensione libri » Recensione: “Il matrimonio delle bugie” di Kimberly Belle

Recensione: “Il matrimonio delle bugie” di Kimberly Belle

Care Fenici, oggi Buffy ci parla di “Il matrimonio delle bugie” di Kimberly Belle 

Dopo sette anni di matrimonio, Iris e Will sono il ritratto della coppia felice: vivono in una bella casa, hanno un lavoro appagante e stanno cercando di avere un bambino. Quando Will parte per un viaggio di lavoro in Florida, Iris non sa che il suo mondo perfetto sta per crollare. Quella mattina, infatti, un aereo diretto a Seattle precipita e tra i nomi delle vittime c’è inspiegabilmente quello di Will. Iris è sconvolta, ma è certa che si tratti di un errore. Perché Will avrebbe dovuto mentirle? Che cosa doveva fare a Seattle? E su cosa altro ancora potrebbe averle raccontato bugie? Se vuole davvero arrivare alla verità, Iris dovrà affrontare un’indagine disperata per scoprire che cosa si nascondeva sotto la superficie calma del suo matrimonio. Ma non ha idea delle conseguenze che tutto ciò potrebbe avere…

Cosa faresti se tutto quello su cui hai costruito il tuo matrimonio si rivelasse un cumulo di bugie?

Se tuo marito, la “tua persona preferita in assoluto” ti avesse deliberatamente mentito su quasi tutto il suo passato?

Sono queste le domande contro cui Iris, giovane vedova distrutta dal dolore, si trova a combattere dal giorno in cui scopre che suo marito non è partito per una conferenza a Orlando, ma è precipitato a bordo di un volo diretto a Seattle.

Il romanzo, avvincente e davvero ben scritto, ci accompagna insieme alla protagonista sulle tracce della vita di Will, facendoci scoprire i suoi segreti in un crescendo di suspense e di dolore, nel quale al lutto si aggiunge la delusione di aver amato qualcuno che non è mai esistito. Sullo sfondo, marginali eppure drammaticamente presenti, lo strazio dei parenti delle vittime di un’immane tragedia e tutte le miserabili politiche messe in atto dai colpevoli per pararsi le spalle e non ammettere le proprie responsabilità.

Tuttavia, poiché questo libro è soprattutto un thriller, non pensate di potervi crogiolare tra lacrime e commemorazioni perché Will dietro si è lasciato un bel po’ di problemi anche di natura criminale e sarà compito di Iris dipanarli prima di andargli a fare compagnia, come “gentilmente” la minaccia un numero anonimo sul cellulare.

Ma quanto di un amore può sopravvivere a una prova del genere?

Vi dico subito che la storia mi è piaciuta tanto: è originale, la qualcosa nel panorama dei thriller ha quasi del miracoloso, descrive benissimo i sentimenti che ti devastano quando su un amore perfetto, si abbatte una sciagura immensa ed è un romanzo pieno di personaggi meravigliosamente resi.

Tra questi, indimenticabili i genitori, teneramente protettivi, e il fratello gemello di Iris, Dave, insieme al di lui marito James, che si lanciano attivamente nell’indagine volta a chiarire i vuoti nel passato del cognato.

Solo il finale non lo posso condividere né apprezzare, perché l’amore vero, quello con la A maiuscola, per me travalica tutto e tutti, anche la famiglia di origine, anche la legge.

L’amore può forse finire ma mai tradire e in queste pagine, l’unico che ama davvero, nonostante tutte le lacrime sparse da Iris, è proprio Will!

E un amore così, per quanto mal riposto, credetemi, vale l’acquisto!!!

Buona lettura

 

 

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

StaffRFS

StaffRFS