Home / Recensione libri / Recensione: “Il giustiziere” di Julia Sykes (serie Impossible #2)

Recensione: “Il giustiziere” di Julia Sykes (serie Impossible #2)

Care Fenici, oggi Lucia ci parla di “Il giustiziere” di Julia Sykes (serie Impossible #2)

Con una vita che sta crollando a pezzi, tutta attorno a me, non merito un uomo come Clayton Vaughn. Quell’agente dell’FBI, sexy all’inverosimile, mi ha promesso che mi avrebbe protetto dai violenti Latin Kings, ma le cose belle come lui non succedono alle ragazze danneggiate come me.
A dispetto della mia riluttanza, insiste per tenermi vicina. Mi regala il dolce sfogo che posso trovare solo attraverso la sottomissione sessuale e mi sto rapidamente assuefacendo a lui. Sono impaziente di dargli il mio corpo, ma Clayton è determinato a possedermi cuore e anima. Posso imparare a fidarmi del suo amore e della sua protezione? O la vita mi verrà strappata dai pericoli che mi circondano?

Ciò che avrei dovuto fare sarebbe stato uscire alla prima occasione, trovare un altro uomo con cui scopare e scacciare il ricordo di Clayton. Fu inquietante quanto quel pensiero mi rendesse infelice. Forse avrei dovuto chiamarlo…Roteai gli occhi. Trovare qualcuno di diverso da scopare era decisamente al primo posto della lista. Magari sarei andata al Decadence, il mio locale BDSM preferito. Avevo la sensazione che ci sarebbe voluto un vero Dominatore per togliermi Clayton dalla mente. Forse il famigerato Master S sarebbe stato lì. Erano anni che me lo volevo fare. Era senza dubbio uno dei Dom più sexy ed esperti in circolazione e il fatto che indossasse sempre una maschera nera, con cui nascondeva la parte superiore del viso, lo rendeva ancora più intrigante. Sì, sarebbe stato proprio il mio prossimo bersaglio. Spostai l’attenzione dal sesso alla giornata di lavoro, esercitandomi con il sorriso zuccheroso che avevo sempre stampato in viso quando sopportavo la condiscendenza di Cheryl. Potevo odiare quella stronza, ma avevo bisogno di quel lavoro.

Il primo incontro con Rose, la protagonista, avviene in un bar mentre si sta accingendo a trovare un compagno per la notte. Se in un primo momento appare una ragazza leggera, ben presto ci si rende conto che il suo comportamento ha radici nel profondo bisogno di evadere per qualche attimo da una vita difficile e da problemi enormi. Vedere e desiderare quell’uomo è un attimo, scoprire poi la sua vena dominante è come la ciliegina sulla torta, ed è una notte fantastica.

Nonostante il desiderio che prova verso il partner appena incontrato, lei è decisa a seguire lo stesso copione di sempre, andarsene all’alba e non rivederlo mai più, ma il destino ha deciso diversamente. Ha avuto tante brevi avventure nella sua vita, eppure Clayton per la prima volta le riesce difficile da dimenticare e Rose rimane sconvolta nel momento in cui se lo trova davanti la porta di casa. Specialmente quando si rende conto che a portarlo lì è il suo lavoro, e che questo prevede che lui stia per arrestare l’unica persona che per lei conta davvero qualcosa, a meno che non si presti a raccogliere prove contro i Latin Kings, una delle bande più pericolose del territorio.

Non è stata buona la sorte con Rose: le ha dato una madre che ha fatto di tutto per azzerare la sua stima, al punto tale che lei pensa di non meritare niente di buono; per questo quando tutto le appare troppo pesante va alla ricerca di uomini che la trattino rudemente o, meglio ancora, veri e propri dominatori. Si lascia usare, mantenendo però sempre il controllo della situazione, ed è questo il motivo per cui Clayton la turba così profondamente: dal momento in cui lo conosce si rende conto che lui è in grado di renderla indifesa verso le sensazioni che le suscita, è autoritario e dolce nello stesso tempo, la fa sentire protetta e desiderata, e per la prima volta non è lei al comando.

Per Clayton invece, ritrovarla dietro quella porta ha voluto dire scoprire le bugie che Rose gli ha raccontato, e ci vuole davvero poco perché si renda conto di quanto in realtà sia fragile, sotto la maschera che espone al mondo. Il desiderio di aiutarla e di proteggerla lo spinge a chiedere aiuto a un amico, un noto Master di BDSM, per poterle dare ciò di cui ha bisogno, acuendo in questo modo il suo lato già di per sé dominante.

E nonostante Rose tenti più volte di far fallire la loro relazione, lui farà qualsiasi cosa per tenerla al sicuro, anche dalla persona che dovrebbe amarla di più e che invece la renderà un bersaglio mettendola in grave pericolo.

Nonostante vi sia un rapporto BDSM, e anche una condivisione con un altro Master, questo libro ha attimi di grande dolcezza e i due protagonisti riescono a esprimere sentimenti sinceri l’uno per l’altra. Non ci sono scene particolarmente forti e il tutto rimane abbastanza soft, mentre il secondo personaggio che si unisce alla coppia, risulta davvero affascinante e mi piacerebbe poterne leggere la storia.

La coppia Rose e Clayton con le loro dinamiche funziona davvero bene, regalando scene di sesso e dominazione molto piacevoli e ben scritte che risultano passionali e piene di ardore. I protagonisti sono splendidamente descritti, e più di una volta vorrete prendere a sberle Rose. Il suo modo distruttivo di comportarsi finirà per metterla in pericolo, così come la bassa stima di sé che la porta a considerarsi una fallita.  E non potrete fare a meno di amare Clayton con il suo desiderio di tenerla al sicuro, protettivo e severo quanto basta per riuscire a farle capire che ha tante possibilità ancora da sfruttare, e che avere cercato di sopravvivere al dolore non fa di lei una sgualdrina.

Anche se il libro appartiene ad una serie, vi assicuro può essere letto come stand-alone senza problemi: troverete i protagonisti del libro precedente solo nelle ultime pagine, e non hanno una parte attiva nella storia. La scrittura dell’autrice è davvero bella e scorrevole, la traduzione impeccabile e precisa; l’unica pecca di questo libro e non aver sfruttato appieno la parte suspense che risulta un po’ penalizzata. È comunque una lettura interessante, se amate i rapporti dominatori-sub è un libro da non farvi sfuggire, e per quanto mi riguarda ho già sul reader il primo della serie che non avevo letto, ma che recupererò sicuramente.

#1  Impossibile

#2  Il giustiziere

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione: “Le rughe del sorriso” di Carmine Abate

Ciao a tutte fenicette, oggi la nostra Angela ...