Home » Recensione libri » Recensione: “Il gatto del bianco Natale” di Florence McNicoll

Recensione: “Il gatto del bianco Natale” di Florence McNicoll

 

Titolo: Il gatto del Bianco Natale

Autrice: Florence McNicoll

Genere: Romance

Casa Editrice: Newton Compton Editori

Pagine: 315

Data di uscita: 26/11/2020

 

 

Il Natale è arrivato anche nel rifugio per cani e gatti in cui Laura lavora, ma lei è troppo impegnata nella ricerca di una casa per Felicia, una splendida e altezzosa micina dal cuore d’oro. Il ragazzo di Laura, Rob, non riesce a capire perché lei passi così tanto tempo al rifu­gio, ma per lei gli animali non sono solo una professione: sono la sua vita. Più passa il tempo e più Laura sente di aver biso­gno di un partner che sia sulla sua stessa lunghezza d’onda. Quando nove persone si presen­tano al rifugio, tutte alla ricerca di un cucciolo che possa portare un po’ d’amore nelle loro vite, una sola fa colpo su Laura. È Aron, un affascinante scono­sciuto che si innamora a prima vista di Felicia. Nonostante il carattere diffidente della gat­tina, infatti, lui sembra essere riuscito a guadagnarsi la sua fiducia. Laura ancora non lo sa, ma il cuore di Felicia non è l’unico che Aron potrebbe aver conquistato…
Un dolcissimo cucciolo cerca una casa per Natale… ma soprattutto un cuore pieno d’amore
«Una lettura deliziosa che ci ricorda l’importanza di trovare una casa ai cuccioli senza padrone.»
«Amo le storie d’amore e i gatti: questo romanzo è il connubio perfetto!»
«Il libro perfetto per un pomeriggio di relax in attesa del Natale.»

 

 

Ben trovate care Fenici. La storia di cui parleremo oggi ha come protagonista una ragazza di nome Laura e un gatto molto speciale di nome Felicia, una trovatella come tante accudita dalla Battersea, dove lavora la nostra protagonista. Ne volete sapere di più? Allora venite con me, il racconto sta per iniziare…

Laura è una ragazza semplice con un grande amore per i gatti. Dopo un lavoro da segretaria per un’importante agenzia pubblicitaria, capisce di non essere fatta per quel tipo di ambiente. Così, un giorno, trovandosi tra le mani un annuncio per un posto libero nella Battersea, un’associazione umanitaria che si occupa si trovare una casa confortevole ai cuccioli abbandonati, decide di mollare tutto per andare incontro a una nuova vita prendendosi cura di tutti i trovatelli. Nell’associazione si occupa di ricollocare i cuccioli senza padrone, scegliendo i soggetti perfetti che potranno dare nuovamente una casa sicura ai piccoli orfanelli. Tra tutti gli inquilini spicca una gatta bianca e nera con diversi problemi di salute di nome Felicia. Tra le due s’instaura subito un legame profondo e per Laura è una pena vedere che nessuno si offre per adottare una gattina che ha tanto da dare. Il suo più grande desiderio è dare alla piccola una casa prima di Natale ma c’è sempre qualche altro gatto che viene scelto. La ragazza ha pazienza: sa che per ogni persona c’è il gatto più adatto. Poco prima del Natale, però, la micia è sempre là; porterebbe volentieri lei a casa Felicia ma Rob, il suo ragazzo, non sopporta i gatti. Così le ricerche continuano fino a che, alle porte dell’associazione, giunge Aaron. L’incontro è dei più significativi: giunto lì per cercare un micio che potesse aiutare a migliorare la situazione di sua nonna, trova Laura in lacrime e la consola. Lei rimane affascinata dall’animo gentile del ragazzo e gli apre il suo cuore, parlando del desiderio di vedere felice la sua amata gatta. Tra i due scatta qualcosa. Il legame con Rob non è solido come prima e i loro interessi sembrano pericolosamente divergere. Cosa ne sarà della vita di Laura? Riuscirà a dare una casa alla sua adorata gattina?

Nel libro non assisteremo solo allo svolgersi di una vicenda ma a diverse trame e sottotrame che s’intrecciano e divergono, creando un corposo quantitativo di avvenimenti. Laura e Felicia ne sono i capisaldi; in loro le storie di svariate famiglie convergono avendo tutte un punto d’incontro comune: la Battersea. In quel luogo bambini tristi, signore di una certa età, ragazze che vivono drammatici momenti di vita e coppie in cerca di consolazione trovano l’amore di un cucciolo e loro trovano una nuova casa, una famiglia pronta ad accoglierli e a garantirgli una vita felice. Lo scopo di Laura e dei suoi colleghi viene così sublimato e diventa una ragione di vita.

Commovente e pieno di tenerezza, il romanzo parla di vite e di anime spezzate che si ricongiungono. Ogni capitolo ci apre un nuovo mondo, una nuova casa con la sua storia densa di sofferenza. Mi riempie di commozione vedere come l’incontro dei piccoli felini possa ridare amore a persone in qualche modo rassegnate. Sono certamente di parte dato l’amore smodato che ho per questi angeli con baffi e coda, ma il gatto giusto nella famiglia giusta è quello che ci vuole per riportare armonia e serenità e l’autrice riesce a dare vita agli eventi con una passione infinita. Devo dire che questo è veramente il romanzo giusto da leggere sotto Natale per il senso di speranza che riesce a comunicare. Il lavoro che fanno in quelle associazioni poi è difficile e pieno di sacrifici. Le persone che lo svolgono sono encomiabili. Tornando ai personaggi, ho adorato Laura per il suo approccio con la vita e un po’ meno Rob, ragazzo ricco viziato sempre al centro dell’attenzione. Ma la vera star resta Felicia che, da brava gatta, sa sempre qual è la direzione giusta da seguire nella vita.

Ora vi lascio alla lettura. Un grosso miaooo dai nostri amici pelosi. A presto!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 3 Average: 5]
  Titolo: Il gatto del Bianco Natale Autrice: Florence McNicoll Genere: Romance Casa Editrice: Newton Compton Editori Pagine: 315 Data di uscita: 26/11/2020     Il Natale è arrivato anche nel rifugio per cani e gatti in cui Laura lavora, ma lei è troppo impegnata nella ricerca di una casa per Felicia, una splendida e altezzosa micina dal cuore d’oro. Il ragazzo di Laura, Rob, non riesce a capire perché lei passi così tanto tempo al rifu­gio, ma per lei gli animali non sono solo una professione: sono la sua vita. Più passa il tempo e più Laura sente di…

Score

Voto Utenti : 4.85 ( 1 voti)

Daniela Pullini

Daniela Pullini

Lascia un Commento