Home » Recensione libri » Recensione: Il Duca di Manhattan di Louise Bay -Serie Royal Collection #3

Recensione: Il Duca di Manhattan di Louise Bay -Serie Royal Collection #3

 

 

 

Titolo: Il duca di Manhattan

Autore: Louise Bay

Serie: Royal Collection #3

Editore: Always Publishing

Genere: romance

Data di pubblicazione : 5 Maggio 2022

 

Dell’autrice la Always publishing ha già pubblicato Il Re di Wall Street e Il Principe di Park Avenue.
Una storia tutto pepe dal tocco aristocratico:
arriva un nuovo Duca per cui perdere la testa!

Ryder Westbury proviene da una famiglia dell’alta aristocrazia britannica, ma il suo vero regno è sempre stato stanziato a New York.
Squalo della finanza e scapolo impenitente, Ryder non è mai stato particolarmente interessato al titolo di famiglia, al quale non potrà succedere se non prenderà moglie. Questo fino a quando non scopre che potrebbe perdere anche la sua azienda, il suo magnifico impero, se non diventa lui il prossimo Duca di Fairfax.
Per un uomo d’affari come lui la soluzione al problema è ovvia: assoldare una moglie per finta.
E la candidata è proprio sotto il suo naso, nei panni di Scarlett King. Anche lei a capo di una compagnia, è in cerca di un investitore per uscire da una crisi fatale. Non le mancherà certo il fiuto per capire che è un accordo irripetibile: un “matrimonio d’affari”.

Dopo il divorzio Scarlett King ha rivoluzionato completamente la sua vita. Ha fondato la Cecily Fragrance e ora, per lei, è il momento di ritornare in carreggiata anche con gli uomini.
Quando si lancia nell’avventura di una notte con un estraneo dall’irresistibile fascino britannico, non immagina che tornerà a incontrare lo stesso uomo la mattina seguente, all’altro capo di una sala riunioni. È Ryder Westbury: l’investitore che ha il potere di affondare o salvare le sorti della compagnia.
La fortuna di Scarlett è che Westbury ha effettivamente una proposta per lei… una proposta di matrimonio!
Da New York a Londra, il futuro Duca e Scarlett costruiscono il loro finto matrimonio alla perfezione, ma il vero pericolo sarà rendersi conto di quanto sia facile per i loro cuori lasciarsi ingannare da questa bugia.

I libri della Royal Collection di Louise Bay possono essere letti separatamente l’uno dall’altro e in qualsiasi ordine.

 

Il duca di Manhattan è il terzo volume della serie Royal Collection scritta da Louise Bay edita Always Publishing. Tutti i romanzi sono autoconclusivi e possono essere letti in qualsiasi ordine. 

Scarlett King non ha nemmeno trent’anni e la sua vita è già stata rivoluzionata da un divorzio arrivato come un fulmine a ciel sereno voluto da suo marito Marcus perché la ritiene “noiosa” e dal trasferimento dal Connecticut a New York dove, insieme alla sua amica Cecily, ha fondato un’azienda di profumi che sta iniziando a guadagnarsi il suo spazio sul mercato con prospettive molto rosee. Peccato che nel frattempo ci siano parecchi debiti tra cui destreggiarsi.

Ryder Westbury è il nipote di un duca inglese che ha costruito da solo il proprio impero oltreoceano. Le uniche persone importanti della sua vita sono la sorella Darcy e suo nonno che ha sostituito egregiamente l’assenza dei loro genitori. 

Sul lavoro l’abilità principale di Ryder è acquisire aziende in difficoltà, capirne le potenzialità e sfruttarle al meglio per renderle delle vere e proprie galline dalle uova d’oro. In Inghilterra, però, suo nonno affronta il passare degli anni e si preoccupa dell’erede del suo titolo: un titolo nobiliare che a Ryder non interessa. Se non fosse per un problema: se andasse  a suo cugino Fred, Ryder potrebbe vedersi soffiare l’impero per cui ha lavorato tanto e sua sorella rischierebbe di rimanere senza un tetto sulla testa. E allora perché non farsi avanti come legittimo erede e continuare con la propria vita perfetta? Beh, perché c’è una condizione imprescindibile: deve essere sposato. Sì, avete capito bene, siamo nel ventunesimo secolo, ma se non si sposerà, perderà tutto, e la cosa peggiore è che trascinerebbe sua sorella a fondo con sé.

Inutile dire che galeotto sarà un incontro casuale in un bar tra i due protagonisti, che in una notte sperimenteranno una passione travolgente e condivideranno un coinvolgimento emotivo inaspettato. E ancora più imprevisto sarà incontrarsi nuovamente in una sala riunioni il giorno dopo per trattare di affari. Vi lascio immaginare l’atmosfera!

Mi fermo qui, perché questo romanzo è tutto da scoprire. Sappiate che i personaggi sono caratterizzati molto bene (soprattutto nelle loro insicurezze emotive che talvolta li paralizzano), le scene bollenti sono da ventilatore al massimo, i dialoghi un botta e risposta sagace e divertente. La trama riserva qualche sorpresa che mantiene il ritmo sempre incalzante e lo stile narrativo della Louise Bay non ha bisogno di presentazioni. Senza dubbio il doppio pov (punto di vista) alternato è una scelta vincente che permette al lettore di sentire sulla propria pelle tutte le emozioni, positive e negative. È stato bello anche ritrovare i personaggi de Il Re di Wall Street e Il Principe di Park Avenue. E non vedo l’ora di scoprire quali sorprese ci riserveranno le storie di Darcy e Violet.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento