Home » Recensione libri » Recensioni MM » Recensione: “Il diario dei segreti” di RJ Scott ♦ Serie Santuario #6

Recensione: “Il diario dei segreti” di RJ Scott ♦ Serie Santuario #6

 

♦ Traduzione a cura di Claudia Milani

Love Lane Books, acquistabile qui ♦

Jake trascorre sempre il Natale al Santuario uno.
Sin dalla sua infanzia, la cabina nascosta nei boschi è stata la meta della sua famiglia per le festività, e ora, con l’avvicinarsi del terzo anniversario dalla morte del padre, Jake organizza una breve vacanza per se stesso, Kayden e Beckett. Purtroppo, una tempesta di neve blocca il fratello e il suo ragazzo a New York e Jake si ritrova da solo in montagna.
Sean è in fuga e l’unico posto dove può rifugiarsi è una cabina di cui si fa cenno in un vecchio diario: la prima casa protetta del Santuario. La cabina non è più usata a scopo protettivo, ma sarebbe comunque un buon riparo dove potersi prendere cura delle proprie ferite e fare un bilancio della propria vita.
Nessuno dei due uomini è preparato a trascorrere una settimana di isolamento in reciproca compagnia e neppure a fronteggiare i segreti che minacciano di ucciderli entrambi.

Com’era ipotizzabile dal precedente capitolo, in questo episodio della serie l’attenzione si concentra su Jake, il grande capo, e Sean, il cattivone che forse tanto cattivo poi non è.
Costretti a una convivenza forzata, i due avranno la possibilità di chiarire ciò che è accaduto tra loro e, soprattutto, i motivi del tradimento di Sean.

Per qualche ragione, l’uomo che Jack in quel momento aveva davanti non era lo stesso che senza pietà e con freddezza aveva tradito tutti. Appariva stanco, pallido, nervoso, e Jake non era più sicuro di cosa pensare. C’erano domande che esigevano una risposta, ma era possibile che tutte le sue azioni fossero state un bluff?
E, di conseguenza, anche quello che era successo fra loro era stato falso? Oppure era stata la sola cosa vera di tutta quella storia?

Non sarà facile per nessuno dei due superare le menzogne, le omissioni, gli inganni e i sensi di colpa e sarà soprattutto Sean a pensare di sacrificare la propria felicità nel nome di una missione finalmente prossima alla conclusione.

Era difficilissimo stare vicino all’unica persona che gli aveva fatto desiderare di non essere invischiato in quella ragnatela di bugie. Jake era lo stesso uomo sexy, arruffato e serio da cui, solo pochi mesi prima, Sean avrebbe voluto tanto di più. Ma
doveva mettere da parte quel corso di pensieri. Non aveva senso indugiare sul calore che sentiva bruciare dentro o sui desideri che mai avrebbero potuto realizzarsi.
Erano vicini al raggiungimento del loro obiettivo, e quello era più importante di una storia con Jake. O no?

Ma l’innegabile attrazione e il pensiero di ciò che poteva essere metteranno a dura prova qualsiasi ideale e spirito di sacrificio, spazzando via ogni dubbio, soprattutto alla luce di sconcertanti rivelazioni.

 “Volevo sapere se saresti riuscito a guardare oltre tutto quello che è successo, oltre al fatto che ti sentissi tradito, oltre i segreti, e volevo vedere se avresti avuto lo stesso sapore di quando ci siamo baciati,” confessò Sean.

Anche questo nuovo capitolo è scorrevole e ben scritto, ma…
L’autrice sembra fornirci la soluzione dell’intricata ragnatela di eventi che ha creato un piccolo tassello alla volta e non facciamo in tempo ad affezionarci alla coppia di turno che la storia è già giunta al termine.
La sensazione è che si abbia troppa fretta di arrivare al “e vissero felici e contenti” tanto da risultare superficiale, sbrigativo, una specie di riassunto di quello che dovrebbe essere il romanzo vero e proprio.
Rimane la curiosità di chiarire i misteri ancora irrisolti e il desiderio di approfondire la conoscenza dei personaggi che abbiamo incontrato finora, per cui attenderò con ansia le prossime uscite per un’altra piccola dose, confidando che non sia tanto piccola…

 

 

Recensione a cura di 

Editing a cura di 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS