Home / Recensione libri / Recensione: “Il coraggio di sperare – Serie: All cocks #4” di TM Smith

Recensione: “Il coraggio di sperare – Serie: All cocks #4” di TM Smith

Tristan è il secondo dei fratelli Brennan, nonché la mosca bianca della famiglia; quasi tutti gli uomini Brennan hanno infatti una carriera nei corpi di Stato, ma in quanto psicanalista Tristan sceglie di aiutare le persone in modo diverso. Tranquillo e controllato, è contento di starsene in disparte. Poi incontra due uomini, entrambi spezzati e distrutti da perdite che sono andate oltre il loro controllo.
Gabriel Simonson è in lutto per la morte del compagno. L’atto di violenza sfrenata che gli ha portato via Gio ha lasciato tutta la famiglia di All Cocks devastata, e l’unica cosa che impedisce a Gabe di annegare nella miseria è l’amicizia nata con Micah, l’ultimo modello approdato sul sito. Fatica ad andare avanti e, sotto la pressione di tutti i membri di All Cocks, acconsente a sottoporsi ad alcune sedute psicanalitiche; ma a una condizione: anche Micah deve partecipare.
Micah Solo ha familiarità con la perdita, avendo perso la gamba sinistra e molto di più in Iraq. Negli ultimi due anni è sempre stato solo, vulnerabile e alla deriva; i ricordi della guerra perseguitano i suoi sogni, invadendo anche la sua vita. Con All Cocks, Micah ha trovato l’accettazione di cui aveva bisogno e la famiglia che aveva perso, ma è ancora alla ricerca di pace e felicità.
L’amicizia fra i tre è istantanea, e l’attrazione reciproca evidente. Si girano intorno, nel desiderio di qualcosa in più, ma incerti sulla possibilità che quel sogno si realizzi. Devono accettare la vita così come si presenta, o possono permettersi di sperare in qualcosa oltre la semplice amicizia?

C’è una piccola premessa da fare: questo è il quarto volume di una serie e io i precedenti non li ho letti; la storia è comunque godibile, ma potrei aver perso qualche passaggio presente negli altri episodi.

Anzi i prodromi di questa particolare, ma splendida, storia d’amore ritengo che, con molta probabilità, li troveremo nei volumi precedenti. È bello quando le love story procedono lentamente e con solide basi, specie se, come in questo caso, parliamo di un threesome; altrimenti, spesso si tratta di un pretesto per scrivere un po’ di “pornografia” che, per l’amor del cielo, ci può stare, ma io che normalmente non sono così zuccherosa in queste storie cerco un po’ più di spessore. Qui l’ho indubbiamente trovato.

Micah è l’ultimo modello arrivato nell’agenzia All Cocks. È un’agenzia particolare, visto che si occupa di filmati porno ed è gestita da Viktor e Andrew che, insieme a Mattie, formano un trio.

Ex soldato nella sua ultima missione, è rimasto vittima di un’imboscata, dove tutta la sua squadra ha perso la vita; lui è stato sbalzato lontano dal fuori strada e si è risvegliato in un ospedale in Germania, privo di una gamba. Da quel giorno, soffre di una forma acuta di disturbo post traumatico (DPST) e i rumori troppo forti lo riportano a quel tragico giorno. Inoltre, non accetta la sua menomazione e pensa di non essere più desiderabile (complice il rifiuto dei suoi genitori il giorno in cui ha dichiarato di essere gay) e nelle scene porno che deve girare trova un po’ di sollievo e contatto umano, sebbene effimero, che al momento crede a lui precluso; se glielo permettessero girerebbe una scena al giorno.

Micah vive nella casa del trio composto da Viktor, Andrew e Mattie, insieme ad altri modelli, fra questi vi è Gabriel (per gli amici Gabe). A dir la verità lui è un ex modello, perché, su richiesta dell’ex marito, ha smesso di girare filmati e adesso si trova dall’altra parte della macchina da presa, aiutando nella produzione. Gabe ha perso il marito Giò da meno di un anno, in una terribile quanto insensata sparatoria, cui ha assistito, ma è sopravvissuto, morendo, però dentro e non trovando più la gioia di vivere senza il suo compagno. Tra Micah e Gabe nasce subito una profonda amicizia: ambedue hanno subìto una grande perdita e si fanno forza a vicenda sostenendosi nei momenti di crisi. L’attrazione è presente sin dall’inizio, ma ovviamente nessuno dei due è pronto per manifestarla ed esplorarla.

Tristan fa parte di una famiglia straordinaria, i Brennan, i cui uomini normalmente intraprendono la carriera tra le forze dell’ordine, ma per sé ha scelto la psicologia ed ora sta studiando per diventare psichiatra. Secondo di 4 fratelli (due etero e due gay) entra nelle vite di Gabe e Micah per aiutare il primo a superare il lutto, mentre solo in seguito riuscirà a convincere anche Micah e seguire una terapia per il suo DSPT. Tra i tre nasce, poco alla volta, un rapporto che va oltre la semplice terapia, e l’alchima è palpabile.

Tristan, Gabe e Micah si trovano confusi e incerti, perché l’attrazione che provano, non per una ma due persone, li lascia un po’ perplessi e dubbiosi. Quando poi Gabe e Micah si avvicinano Tristan decide di farsi da parte, ma ne soffre e gli altri due sentono un vuoto che poco comprendono. Sarà il formidabile padre di Tristan a metterlo davanti alla verità: se è innamorato dei due ragazzi, quindi non è semplice attrazione, deve lottare per ottenere ciò che vuole!

Quando finalmente le carte verranno messe sul tavolo e i tre decidono di provare ad avere una relazione che vada ben oltre il sesso, la situazione si farà bollente.

Il libro affronta argomenti delicati come DSPT, depressione e menomazioni in maniera rispettosa e “corretta”: soffri coi protagonisti, ma non c’è il fascino morboso della sofferenza che si può trovare altrove. Malgrado i temi trattati, vi sono momenti di grande dolcezza e umorismo.

Le scene di sesso sono, alle volte, a tinte molto forti, ma sempre conturbanti.

Se vi piacciono le storie un po’ particolari, è sicuramente consigliato. A me il libro è piaciuto veramente molto per come è stata sviluppata la storia d’amore, che nasce silenziosamente per poi maturare, e per il garbo mostrato affrontando situazioni complesse; un libro che, oltre a far sognare, spinge anche a riflettere un po’ è sempre gradito.

 

Tristan è il secondo dei fratelli Brennan, nonché la mosca bianca della famiglia; quasi tutti gli uomini Brennan hanno infatti una carriera nei corpi di Stato, ma in quanto psicanalista Tristan sceglie di aiutare le persone in modo diverso. Tranquillo e controllato, è contento di starsene in disparte. Poi incontra due uomini, entrambi spezzati e distrutti da perdite che sono andate oltre il loro controllo. Gabriel Simonson è in lutto per la morte del compagno. L’atto di violenza sfrenata che gli ha portato via Gio ha lasciato tutta la famiglia di All Cocks devastata, e l’unica cosa che impedisce a…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: La Sfida (Harris Brothers #1) di Amy Daws

TITOLO: La sfida AUTORE: Amy Daws SERIE: Harris ...