Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: His Dark Materials – 2×02

Recensione: His Dark Materials – 2×02

Torna l’appuntamento settimanale con la nostra recensione a due voci di His Dark Materials. Phedre e Fede hanno visto per noi l’episodio 2×02 “The Cave”. QUI la recensione del primo episodio.

His Dark Materials

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Phedre: Bentornate Fenici! Questa seconda puntata di His Dark Materials, lievemente più lenta della precedente per quanto riguarda l’azione, mi è piaciuta invece parecchio per l’introduzione di nuove storylines e in particolare per aver presentato un personaggio che a pelle a me, così come a Lyra, è piaciuto moltissimo e cioè Mary Malone.

Mi è piaciuto molto che l’accademico sia una donna, in contrasto con tutti i personaggi maschili del Magisterium. Donne meravigliose e forti come le streghe e come Marisa che manovra padre Macphail come un burattino.

Si percepisce subito che Mary sarà fondamentale nella ricerca di Lyra e Will.

Fede: Come hai ragione Phedre!!! Questa puntata è stata davvero molto lenta, al punto da sembrare interminabile! Ma non per questo scevra di avvenimenti. Da fan sfegatata dei romanzi, attendevo con ansia la comparsa di Mary Malone e, devo dire, se da un lato mi è piaciuta molto come è stata resa, dall’altro sono ancora dubbiosa. Nei libri è una giovane donna dai corti capelli corvini e con non più di quarant’anni… Nella serie, beh, diciamo che ne dimostra una decina in più. Inoltre, una sua caratteristica che ho molto apprezzato nei libri è il suo essere un po’ distratta, con tanti di quei pensieri nella testa da iniziare con un discorso per poi aprirne e, forse, concluderne altri venti. In realtà Lyra la incontra dopo che la scienziata ha passato diverse notti insonni, al punto da credere che la bambina sia quasi un sogno o un’allucinazione. È solo quando le mostra la Caverna che riprende del tutto la lucidità, implorando persino Lyra di tornare il giorno dopo.

Oltre queste piccole differenze, però, gli sviluppi di questo episodio nascondono parecchie “differenze” dal romanzo. Ma lascio a te il sunto di questa puntata.

Phedre: Ricapitoliamo i fatti salienti: Lyra e Will vanno nella Oxford del presente e si separano, sotto lo sguardo di Boreal che li spia. Seguendo le indicazioni dell’aletiometro la ragazza trova una studiosa, Mary appunto, che sta facendo esperimenti sulla Materia Oscura, quella che Lyra chiama polvere. Dopo un’ interessante discussione le mostra l’aletiometro e le chiede di vedere il suo computer: la Caverna. Mary accetta e collega Lyra al computer che rileva materia oscura e scopre che la ragazza è in grado di produrre le particelle di polvere che si organizzano sullo schermo e creano numerosi simboli, gli stessi che Lyra vede nell’aletiometro.

His Dark Materials 2x02

La donna rimane sorpresa e affascinata e chiede a Lyra, che deve andar via per raggiungere Will, di tornare il giorno dopo.

Nel frattempo Will scopre che i suoi nonni paterni sono vivi, ma anche che sono alleati con la polizia e ne è dispiaciuto. Quando si incontra di nuovo con Lyra, lei gli mostra l’aletiometro e lo rassicura sia sulla salute della madre che sulla sorte del padre che secondo la ragazza è ancora vivo.

I due sono molto carini, si capisce che sono legati non solo dal destino, ma anche da affetto sincero. Dopo la perdita dell’amico, Lyra non permetterà che capiti nulla a Will.

Fede: Ehm… ecco… ne La lama sottile, in realtà, Will non incontra l’avvocato che si occupa del fondo fiduciario di suo padre, lo contatta solo brevemente da… una cabina telefonica!!! Ed è da lui che scopre il lavoro del padre, poiché la madre non ha mai parlato delle sue ricerche e della sua spedizione col figlio. Dopo la breve conversazione, va in biblioteca e inizia una serie di ricerche sul genitore, guarda nastri su nastri di filmati e consulta riviste e giornali dell’epoca. Eh, sì, la Oxford di Will, la nostra Oxford, è di qualche decennio fa, priva di smartphone o di adolescenti con cellulari. Sì, insomma, è un tempo contemporaneo alla scrittura del romanzo, che risale al 1995, quindi ben diverso dal 2020! Inoltre, nel libro non si accenna minimamente ai nonni!!! Un bel colpo di scena che mi ha lasciata alquanto stranita. E poi non mi sono piaciuti per niente, soprattutto il nonno che trovo un po’ viscidino… Anche se spero di sbagliarmi.

His Dark Materials 2x02

Phedre: Al Magisterium intanto padre Macphail vince la disputa per diventare capo, grazie ai consigli di Marisa e alla sua decisione di punire le streghe.

Alla fine della puntata si vedono lanciare delle bombe verso l’isola delle streghe e Serafina e Ruta sconvolte.

La guerra tra il Magisterium e le streghe è iniziata e ormai Serafina non può più contrastare l’idea di Ruta di riunire i clan e combattere.

Questa faccenda delle streghe mi incuriosisce molto, mi piace molto il personaggio della regina leale e pacifista, vedremo ora come si comporterà.

Fede: Qui, non so davvero che dire! La faccenda di Padre Mcphail e dell’elezione a Cardinale, così come le bombe, sono per me una novità. Il libro s’incentra molto sui ragazzi, sulla dottoressa Malone e, talvolta, su Lee e Serafina, ma MAI si accenna una situazione del genere, così come non si seguono più le vicende dirette di Marisa Coulter.

Da un lato tremo all’idea del “guaio” che stanno per fare, dall’altro sono molto incuriosita e voglio proprio scoprire dove andranno a parare.

His Dark Materials 2x02

Phedre:  Sono molto curiosa di capire cosa succederà… Marisa ha capito che Lyra ha seguito Asriel nel passaggio e ora si appresta a cercarla, mentre non capisco il gioco di Boreal che sa dov’è la ragazza, ma non le dice nulla.

Fede: Boreal, o Charles Latrom come si presenta a Lyra nel museo, è un personaggio molto più particolare di quel che sembra, anche se non compare così spesso come si vede. Anche in questo caso, aspetto di sapere dove gli autori della serie ci vogliono portare. Alla prossima puntata!!!

Phedre: A presto allora, con la prossima puntata!

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento