Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Helstrom – Da 1×01 a 1×05

Recensione: Helstrom – Da 1×01 a 1×05

Nuova serie, nuovo batticuore. Helstrom è un fumetto della Marvel Comic e racconta la storia di due fratelli Diamon e Ana Helstrom, figli di un demoniaco serial killer, che ognuno a modo suo danno la caccia ai cattivi. Tutto qui? Una trama così semplice? No, assolutamente no, non fatevi ingannare.

Helstrom

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Ho visto i cinque episodi tutti d’un fiato, trasportata fin dal primo in una complessissima rete di trame, sotto-trame, personaggi, città, demoni, suore e cacciatori.

Ve lo dico subito, è bellissima, mi ha trascinato dentro di sé sin dai primi minuti della prima puntata rendendomi immediatamente addicted.

Certo vi devono piacere i demoni, un po’ di splatter e non dovete avere paura della paura, ma se rientrate in questi parametri la serie fa assolutamente per voi.

La Marvel ci ha abituato, e devo ammetterlo anche un po’ viziato, alla sua capacità di mettere sulla scacchiera un notevole numero di personaggi e dare spessore a tutti. Nemmeno in questa serie ci delude.

Ognuno di loro è perfettamente profilato sia in orizzontale che in verticale, le personalità spiccano contrapponendosi o miscelandosi le une con le altre.

Scendiamo un po’ più in profondità nella trama.

Helstrom

Papà Helstrom è un serial killer posseduto da un demone, ha una moglie Victoria (Elizabeth Marvel) e due figli appunto Diamon il maggiore e Ana la minore.

Per motivo che ancora non conosco, e vi assicuro che va benissimo così, papino se ne va di casa portando con sé la figlioletta e lasciando in dono alla moglie un’entità oscura e demoniaca che la fa impazzire e poi internare in una casa di cura abbastanza particolare gestita dal Vaticano.

I bimbi crescono e noi li incontriamo da adulti.

Diamon (Tom Austen) bello e tormentato che insegna etica, esorcizza demoni e fa da balia alla mamma folle/ posseduta. Anche voi avete un debole per questo tipo di maschietti?

Ana (Sidney Lemmon) forte, tosta, algida, elegantissima, in poche parole figa da paura che ha una casa d’aste e caccia reperti antichi, serial killer e omicidi. Anche voi amate il girl power?

Altri personaggi? Tantissimi.

Gabriella Rossetti (Ariana Guerra) suora novizia che, inviata dal Vaticano, un po’ fa da spia/ supervisore un po’ aiuta il nostro eroe a dare la caccia ai demoni.

La Dott.ssa Louise Hastings (June Carryl) psicologa a capo della casa di cura dove Victoria è tenuta segregata.

Caretaker (Robert Wisdom) meglio conosciuto come Taker, appartenente a una setta antica, guardiano dell’occulto, che fa da balia non proprio gradita ad Ana e che sa tutto sui demoni.

Chris Yen (Alain Uy) braccio destro, collega, amico e ripulitore di Ana, che, almeno fino alla quinta puntata, non se la passa molto bene.

E poi c’è lui, Teschio. Sì è proprio un teschio, un demone guardiano che dopo essersi fatto sfuggire l’anima diabolica di papà Helstrom gli dà la caccia un pezzettino alla volta, cominciando proprio con la demone che alberga in Victoria.

Helstrom

Ammetto di essere estremamente combattuta fra il raccontarvi tutto, impresa che vi assicuro titanica per la complessità delle sotto trame che si intersecano mirabilmente, e aspettarvi in modo da passare tutte insieme alla sesta puntata che presumo sarà spettacolare.

E ovviamente, potevate ben immaginarlo, ho scelto la seconda opzione, altrimenti vi rovinerei il piacere della scoperta.

Vi aspetto la settimana prossima con l’episodio numero sei, dove mi aspetto incredibili e spettacolari sviluppi, non mancate.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

Lascia un Commento