Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Helstrom – 1×10

Recensione: Helstrom – 1×10

Eccoci all’ultimo episodio della stagione di Helstrom e, come vi avevo già annunciato, l’ultimo in assoluto. Spero veramente che ci ripensino perché a me personalmente questa serie è piaciuta moltissimo. Andiamo a cominciare.

Helstrom

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Puntata facile da guardare, ma complicata da descrivere a causa dei continui cambi di scenario. Ricordate le mie previsione nella precedente recensione? No? Eccole qui.

Cosa avevo indovinato:

  • Caretaker e la Dottoressa insieme.
  • Ana e mammina Victoria più unite che mai.

Cosa ho sbagliato:

  • Gabriella che come avevo previsto ha lasciato il bel Daimon ma, invece del convento, ha scelto il Blood.
  • Yen che non solo non è morto, ma è diventato esso stesso un guardiano.
  • La figlia di Gabriella che lasciano viva e in un mese passa da infante a bimba di circa dieci anni.

Un finale che più aperto di così non si può.

Helstrom 1x10

 I nostri eroi di Helstrom uno alla volta

– Come avevo intuito Daimon ha cercato di auto-esorcizzarsi sbatacchiandosi contro tutti i muri possibili della cella imbottita che fu di mamma Victoria, ma ha perso la battaglia e il figlioletto malefico di Kthara, si è impossessato del suo corpo. Procede nell’incoscienza per tutta la puntata fino a quando Ana non arriva a salvarlo pugnalandolo ed estirpando dalla sua spina dorsale il cuore dentato del cattivo. A questo punto si rifà liberando Gabriella e salvando la bimba appena nata, ma quando la donna lo lascia, la piange ben poco e si consola in fretta  gustandosi la famiglia felice appena ricongiunta.

Victoria, tornata se stessa, riallaccia il rapporto con la figlia e la aiuta ad aggiustare il coltello demoniaco. Poco c’è da dire su questo magnifico personaggio e sull’attrice che lo interpreta. Tutto assolutamente perfetto.

– La dottoressa Hestings, dopo aver tentato di difendere la molto incinta Gabriella a colpi di bollitore pieno di acqua bollente e mazze da golf  dagli scagnozzi di Kthara, incappa, un po’ per volontà e molto per sfiga, in un attizzatoio volante che la centra in pieno sulla schiena. Perché lo fa? Ma per difendere Caretaker, dato che l’attizzatoio era stato lanciato verso di lui. Sottoposta a una lunghissima operazione ne esce bene, solo un po’ più leggera. Le hanno tolto il rene ferito e già che c’erano anche il pezzo di polmone malato. Mi rimane sempre il dubbio se sia ancora una suora o no. Propendo per la seconda dato che veste sempre in abiti civili, ma non è mai stato chiarito.

Caretaker è poco presente, a parte fare da bersaglio primario per l’attizzatoio, poi passa tutta la puntata ad aspettare che la dottoressa esca dalla sala operatoria.  È innamorato? Di certo, ma sicuramente non utile.

Ana è sempre lei ma con una briciola di cuore in più ora che ha ritrovato la sua famiglia. Alla fine è lei a salvare capra e cavoli o meglio fratello, madre, nipotina e situazione. Algidamente tosta, ricompone il coltello demoniaco, pugnala il fratellone e fa pace con mamma Victoria. L’ho adorata dalla prima all’ultima puntata. Splendida.

Gabriella esce decisamente traumatizzata dall’esperienza alla Rosemary’s baby. Prevedibilmente molla Daimon  e, questo sì imprevedibile, si unisce al Blood. Perchè lo fa? Pare sia una nuova San Paolo redenta sulla via di Damasco o, nel suo caso, sulla via per l’inferno al quale ha dato una sbirciatina dalla porta e ha deciso che distruggerà tutti i demoni, credo compresi i due fratelli, ma non ci è dato bene di sapere.

Yen è stato graziato. Io sinceramente lo avrei eliminato, non perché non mi sia piaciuto il personaggio, ma semplicemente perché almeno uno dei buoni deve morire, è quasi una regola, e lui era quello giusto. Invece non solo si salva, ma decide che è l’unico in grado di crescere la figlia di Gabriella e Diamon in modo che non diventi un demone, ma cresca come una bambina qualunque. Intento nobile e per portarlo a termine che fa? La rapisce e la chiama… Kthara. Cioè, se la chiamava Susy o Mary Joe o qualsiasi altro nome non aveva forse più senso? Comunque, come Caretaker aveva previsto, un apprendista guardiano come lui non è molto abile nelle situazioni estreme e il finale decisamente lo è, quindi fra il bene e il male, questa volta vince il male.

Nuovo personaggio

Helstrom 1x10

Chi è? Kthara, che in realtà scopriamo si chiama Lily, lo chiama Papà. Punto, fine. Bello come finale, peccato che non sapremo mai chi sia.

In e out di Helstrom

Potrei dire molte cose su questa serie. Ben fatta, piacevole, coinvolgente, con personaggi ben strutturati, a parte Caretaker e Yen ma essendo secondari va anche bene. Ambientazione corretta, dark ma non troppo, struttura perfettamente congegnata, pochissimo splatter, ma molto phatos;  praticamente un piccolo gioiello. L’unico lato negativo sono le due fastidiose falle nella trama.

Cosa mi è piaciuto: tutto al 85%

Cosa non mi è piaciuto:

  • Yen che rapisce la bambina e i nostri eroi che non fanno nulla per riprenderla.
  • Il fatto che si siano dimenticati di dire quando la Dottoressa abbia lasciato l’ordine e perché.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento