Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Hawaii Five-O – Serie Completa

Recensione: Hawaii Five-O – Serie Completa

Ho schifato per anni Hawaii Five-O, avevo visto una sola stagione appena l’hanno mandata in onda, ma mi sembrava troppo tecnologica, io che ero abituata all’NCIS e i loro computer normali, vedere le immagini che con un dito passavano dal tavolo ai maxischermi posti nella stanza, mi sembrava irrealistico, per cui, nonostante abbia sempre amato Alex O’Loughlin a malincuore, ho lasciato perdere. Quest’anno in un periodo piuttosto buio della mia vita, ho voluto staccarmi da tutto ciò che erano le notizie su questo maledetto Covid e ho cercato una serie abbastanza lunga che mi tenesse abbastanza impegnata da non farmi pensare alla realtà. Un telefilm che avesse poche mascherine (oddio qualcuna l’hanno usata ma giuro non mi ha dato fastidio) per cui ho scelto questo poliziesco.

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Prima di iniziare a parlarvi di Hawaii Five-O, e cercherò di spoilerare il meno possibile, voglio rendervi partecipe della domanda che mi sono posta appena finita la visione: “e ora cosa guardo? Davvero non ci saranno più Steve e Denno a tenermi compagnia?” Per fortuna che su Amazon Prime c’è tutta, per cui potrei anche decidere di guardarla nuovamente, anche se immagino che NCIS LOS ANGELES potrebbe essere una buona alternativa, ma giuro che non vi tedierò con una recensione ahahah.

Come si cambia nel tempo! Tutto quello che anni fa mi pareva fantascienza o troppo eccessivo, adesso è una cosa del tutto normale, per cui l’ho apprezzata molto (dovrei dire tanto!) di più.

Il telefilm composto da 10 stagioni per un totale di 240 episodi è il reboot della omonima serie composta da 12 stagioni iniziata nel 1968, anche se sicuramente questa ha probabilmente avuto più successo dell’originale, merito sicuramente della recitazione degli attori.

Hawaii Five-O

Steve McGarrett, un decorato tenente comandante Navy Seal, (doppiato da Riccardo Niseem Onorato che non sfigura assolutamente con la voce originale dell’attore) torna alle Hawaii per indagare sulla morte del padre, un integerrimo poliziotto della città di Honolulu, apparentemente ucciso da un teppistello al soldo di Wo Fat. (Cosa che scopriremo solo andando avanti)

Arrivato nella sua città natia incontra il Governatore che gli propone di gestire una squadra speciale dandogli assoluta carta bianca nella scelta di colleghi e metodi per risolvere i casi più violenti e difficili sull’isola.

Hawaii Five-O

Il primo che Steve decide di prendere è uno scorbutico Detective incontrato sulla scena del crimine di casa del padre: Daniel (Denno) Williams.

Denno è un personaggio fenomenale: ha rinunciato alla sua carriera nella polizia del New Jersey per seguire l’ex moglie e poter stare il più vicino possibile alla figlia, non esita di fronte al pericolo (beh non come il suo capo Steve che sembra quasi un ninja) è riflessivo, polemico ma ha un cuore d’oro, se qualcuno gli tocca un suo caro diventa una furia implacabile. Dopo un inizio un pochino burrascoso tra i due (si sono puntati la pistola in faccia e nessuno dei due voleva abbassarla per primo) nasce una profonda amicizia, si vogliono bene come se fossero “ohana” (termine che nella serie viene usato spesso). Nonostante i loro pareri quasi sempre discordanti (oserei dire che sono come il giorno e la notte ^_^) spesso vengono definiti dagli altri membri della squadra mamma e papà proprio per i loro continui bisticci e per l’affetto che li lega, sono l’uno l’ombra dell’altro.

Hawaii Five-O

A seguire, nella squadra, entrano un ex poliziotto sollevato dalle forze dell’ordine per un’accusa (infondata) di corruzione di nome Chin Ho Kelly e sua cugina neodiplomata alla scuola di polizia ed ex campionessa di surf: Kona “Kono” Kalakaua.

Questi sono i quattro personaggi principali di Hawaii Five-O, fino alla settima stagione in cui, i produttori, per divergenze economiche con gli attori hanno deciso di non rinnovare alcuni contratti. Chin si trasferirà a San Francisco dove dirigerà una squadra speciale assieme alla compagna, la detective Abby Dunn, e Kono (posso dire che mi sta antipatica?) così di punto in bianco decide di lasciare il marito, Adam (come mi piace come personaggio!).

Posso onestamente dire che questa scelta è stata un po’ senza senso, Adam, figlio di Hiro Noshimuri, capo della Yakuza, una volta innamoratosi di lei ha fatto di tutto per legalizzare gli “affari di famiglia” e uscire dalla mafia giapponese. Dopo varie peripezie ci è finalmente riuscito e lei che nel frattempo ha rotto gli zebedei a tutti con il suo mantra, voglio Adam, lo amo, non posso vivere senza di lui, che fa? Lo molla per andare in Nevada ed entrare in una task force creata per smantellare un traffico di ragazzine utilizzate come schiave del sesso. Potevano inventarsi qualcosa di più credibile!

Hawaii Five-O

 

Torniamo a noi. Attorno ai personaggi principali ce ne sono altri di notevole importanza, prima tra tutte Catherine Rollins, la quale, per tutta la prima parte della serie è un ufficiale della United States Navy, tenente nella USS Enterprise, successivamente diviene una spia per il governo americano, ma principalmente il vero unico amore di Steve, l’unica donna che è riuscita a far breccia nel suo cuore, colei che vuole sposare, ci riuscirà? Questo non ci è dato di sapere ma io lo spero vivamente.

Un altro dei membri più intriganti nella squadra di Steve è sicuramente Jerry Ortega un ragazzo che si occupa di misteri, ex compagno di scuola, si unisce al team come consulente speciale.

Hawaii Five-O

Per il suo lavoro Steve molte volte rischia la vita, ma forse quella che lo ha maggiormente messo in pericolo è proprio la madre, la quale scopriamo essere una spia ed è proprio per colpa sua che la vita del nostro eroe è stata scombussolata.

 

L’ultima stagione di Hawaii Five-O è quella più dura per Steve, perdere amici, la madre, rischiare di non poter salvare Denno, sono la classica goccia che fa traboccare il vaso, e per questo decide di lasciare le Hawaii per prendersi un periodo di relax. Sinceramente spero, e non solo io, ma anche i numerosi fan, che questa sia solo una pausa per la serie e che torni a sorpresa per un’undicesima stagione.

In internet si legge che lo stesso produttore spera che la CBS decida di fare tornare il celebre telefilm nuovamente sugli schermi e forse, niente è ancora sicuro, potremmo vedere il nostro Comandante McGarrett in Magnum P. I. o NCIS, mai dire mai, io incrocio tutto il possibile.

 

Sarei proprio curiosa di vedere se il nostro eroe ha realizzato i suoi sogni d’amore (sono sicura di sì) e che, benché leggermente invecchiato (mamma mia come è invecchiato bene) e meno Ninja delle prime stagioni, è sempre un bel vedere, poi pensare a Denno da solo alle Hawaii non è accettabile, anche se posso dire che negli anni è migliorato, se non altro ha smesso di indossare quella stupida cravatta 😉.

Per finire sarei anche curiosa di vedere come evolve la storia d’amore tra Tani e Junior le nuove reclute della squadra.

I due dopo tre anni di amicizia, solo nelle ultime puntate, finalmente diventano una coppia, forse la loro storia d’amore (seppur scontata per tutti) è stata troppo veloce, anche se essendo un telefilm poliziesco non deve essere al centro dell’attenzione anche se… non guasta mai. Non trovate?

Hawaii Five-O

Nel caso non l’abbiate capito la serie è stupenda, assolutamente da vedere e se amate i fisici scolpiti la terza stagione è il top, è proprio quella in cui il bell’Alex dà il meglio di sé. Vi lascio con il trailer della prima stagione di Hawaii Five-O.

Click to rate this post!
[Total: 12 Average: 3.4]

StaffRFS

Lascia un Commento