Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione : Guilt – Episodi 1×07, 1×08 e 1×09

Recensione : Guilt – Episodi 1×07, 1×08 e 1×09

 

Episodio 1×07 – “A Fall from Grace”

guilt 7-1

Grace Atwood viene arrestata per l’omicidio di Molly. Alla fine tutte le prove hanno condotto a lei, o comunque tutte le piste battute hanno sempre come filo conduttore lei: Grace. A nulla è servito mettere il telefono di Molly nella macchina di Flinch; sapevate che le Ferrari hanno una telecamera nascosta nel cruscotto della macchina? Ed è così che è stata beccata, infatti. Mentre Grace finisce in galera, la storia del sexy club esclusivo viene a galla, e finisce sui giornali. Il Principe Teo viene riconosciuto tra i frequentatori del club e…

…. E nulla, è sempre un gran caos! Storie che s’intrecciano sempre di più. Non hai il tempo di assimilare un’informazione, che sbam!, ne hai un altra sul tavolo.

Dopo sette puntate, posso ben dire di apprezzare la serie: la qualità della recitazione è sempre bassa, il cast coinvolge poco, ma la trama prende più interesse. Non finirò mai di dirlo però: non siamo ai livelli di Pretty Little Liars, che da subito coinvolge nell’intrigo, ma le basi ci sono. E’ la scelta del cast che non ti fa appassionare.

guilt 7-2

Di questa puntata mi sono stupita del carcere: pulito e ordinato, con le celle che somigliano più a delle camerate. E se state pensando che forse è un riformatorio, v’informo che è proprio un carcere. Quindi mi viene da pensare: le carceri di Londra sono localizzate in un’altra dimensione, oppure le scene sono un po’ “fiabesche”?

Anche il “nonnismo” che subisce Grace è molto blando. Forse sono abituata a vedere, tra film e telefilm, carceri buie, anguste celle 1mt x 1mt, carcerati brutti e minacciosi.

Tralasciando comunque la sezione carceri, ora si attende la prossima puntata: tante teste sono saltate, dei nomi rivelati, dei vasi di pandora scoperti. Si prospetta un altro caos da cui cercare di sbrogliare ‘sta matassa?

Ormai mi aspetto di tutto.

 

Recensione a cura di :

Wellina

Editing a cura di :

Gioggi

 

 

Episodio 1×08 – “Eyes Wide Open”

Ed eccoci qui, nuova settimana, nuova puntata, e stranamente non so cosa pensare. Strano ma vero.

guilt 8-1

Partiamo dal Courtney, il famoso sexy club super esclusivo. Ora che lo scandalo è venuto fuori, e tutti ne parlano, la moglie/fidanzata di turno ha attivato il cervello e fatto 2+2. A quanto pare hanno capito che i loro partners non erano così fedeli. E sapete chi c’è tra queste? La tipina bionda che ha mostrato di avere un briciolo di materia grigia in quella testolina: il fatto di essere promessa sposa a un principe, le ha fatto dimenticare in poco tempo le corna, e la presunta accusa d’omicidio del bel fidanzato.

A quanto pare non è la sola a pensarlo. Guarda caso ora salta fuori un testimone; e se tanto mi dà tanto, il detto “Dio salvi la Regina” dovrà essere modificato in “Dio salvi il principe”.

guilt 8-2jpg

E la nostra Grace, intanto, che fa in prigione?

Nulla, a parte una seduta di psicoanalisi: viene ipnotizzata, in modo da poter rivivere i ricordi della notte in cui Molly è stata uccisa.

Mah. Sono scettica di fronte a queste cose, ma sembra andare di moda nel mondo cinematografico, tanto da essere piazzata anche qui.

Di sicuro la mente umana è strana, funziona a modo tutto suo, ma l’ipnosi? Uhm, non saprei proprio quanto possa affidarmi a ciò.

Con questa puntata si torna all’oblio del caos, con l’eccezione che ora si avverte un po’ di pathos nell’aria. Oppure gli attori stanno prendendo più familiarità con la recitazione: ora riescono ad avere più mimica facciale. Forse per la fine della stagione porteranno il giusto intrigo alla storia, e sapranno emozionare quando finalmente si scoprirà l’assassino.

Se ci fosse A (vedi Pretty Little Liars) di sicuro non ci farebbe annoiare, e depisterebbe meglio la polizia.

C’è da dire, però, che la serie, un sorriso te lo strappa: #chihauccisomolly?

Ma per favore! Pure l’hashtag? Almeno un po’ di originalità, orsù. –

Recensione a cura di :

Wellina

Editing a cura di :

Gioggi

 

 

Episodio 1×09 – “The Crown v Atwood”

guilt 9-1

#DiosalvilaCorona

Alla fine il nome del Principe Theo è stato fatto.

Ciò che non doveva trapelare è saltato fuori.

La Corona è stata coinvolta nello scandalo, e per quanto il suo potere riesca a tenerla lontana da un’aula di tribunale, nulla la salverà d’ora in poi.

Posso dire che godo? Vabbè, io lo dico lo stesso. Godo per un semplice motivo: la puntata è incentrata sul processo di Grace, e su come il potere reale abbia fatto pressioni perché determinate cose non saltassero fuori.

Durante tutta la puntata sono rimasta molto disgustata da come si dava così ampio peso a questo potere, un potere che va al di sopra della giustizia. Ma gli ultimi 3 minuti… oh sì, la gioia!

Ormai attendo la prossima puntata solo per sapere come andrà avanti questo argomento: gli Intoccabili saranno sempre tali? O, almeno in questa finzione, potremmo cullarci all’idea che la corruzione regale non esiste?

Peccato che non sia riuscita a trovare l’immagine di Stan Guttarie dentro l’aula di tribunale: vi sareste fatti delle risate.

Motivo?

guilt 9-2

La parrucca! Qualcosa di esilarante, davvero.

A lei invece non dona per nulla, poi quell’aria incazzosa…mamma mia!

Non è che mi sia mai stata simpatica, eh, ma in questa puntata proprio non la reggo. Anche lei è una che difende il potere regale, guai a coinvolgere la Corona. E sei pure un procuratore, mannaggia a te!

Se non fosse per queste piccole cosucce, la puntata sarebbe stata una farsa totale: tanto ormai si sono convinti che Grace è colpevole e a nulla varrebbero gli sforzi della difesa.

Insomma, la Corte che nega il coinvolgimento della Corona, un teste che viene ucciso (evento che viene fatto passare per suicidio), un altro che ritratta… Mi chiedo, dove è andato a finire il senso di giustizia?

Vabbè, è un telefilm, ma un minimo di decoro male non fa, soprattutto se la serie è già molto scadente a causa di numerosi fattori; ma una puntata degna di tale nome si può avere?

Ormai ho finito i sinonimi per dire che non mi piace, che manca sempre quel qualcosa d’interessante. Avrò fortuna nel prossimo episodio? Mah!

Recensione a cura di: 

Wellina

Editing a cura di: 

Tati

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

Lascia un Commento