Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: Guardiani: luna rossa di Nika Ricci Maccarini

Recensione: Guardiani: luna rossa di Nika Ricci Maccarini

 

Trama

 

Un turno di notte insolitamente tranquillo concede all’infermiera Rylee Turner un po’ di tempo per riposare, ma l’incontro con un uomo carismatico e che le suscita sensazioni mai provate prima rovina la calma di quella notte. Da quella notte in poi il destino sembra impegnarsi per far nuovamente incontrare Rylee e Blake O’Quinn, l’uomo misterioso conosciuto in ospedale. Nulla però è come appare e Rylee si trova catapultata in un mondo sconosciuto di cui inconsapevolmente fa parte dalla nascita, un mondo fatto di esseri sovrannaturali nominati solo nei libri: vampiri, streghe, lupi e angeli. Blake stesso è il vampiro che la deve proteggere da un potente essere sovrannaturale che la vuole uccidere per portare a termine un rituale di magia nera, un rituale che prevede la morte di Rylee: l’ultima componente della famiglia Turner, una delle dodici famiglie di guardiani chiamate a proteggere sia gli umani che gli esseri sovrannaturali dalla magia nera e dagli esseri malvagi. Questa scoperta la porta a fare nuovi incontri con persone ed esseri sovrannaturali straordinari, nuovi amori, a scontrarsi con le gerarchie del mondo vampiro e le lotte per assumere il potere assoluto su tutta la città di New York ma soprattutto la spinge a prendere la decisione di diventare lei stessa una guardiana per difendersi da Breanna, la vampira che desidera la sua morte.

Recensione

 

Se la tua vita fosse sconvolta da inquietanti rivelazioni sull’origine della tua famiglia, dalla verità sulla morte di tua madre e dall’esistenza di un mondo parallelo abitato da vampiri streghe e licantropi, quale sarebbe la reazione più plausibile?

La mia sarebbe di paura, rifiuto totale e rabbia.

E qual è la reazione di Lee, la protagonista del romanzo?

Un atroce mal di testa, una nottata di sonno e al suo risveglio tutto accettato, avendo come unica preoccupazione il nutrimento della sua guardia del corpo vampira, certa che non utilizzerà il suo collo come abbeveratoio (cito testualmente).

D’accordo che siamo nel mondo dell’inverosimile, però, a mio parere, la storia e i personaggi attraverso i quali viene raccontata, devono risultare verosimili con comportamenti ed emozioni credibili.

Così come dovrebbe esserlo il protagonista maschile, il potente vampiro millenario Blacke O’Quinnn, che deve sorvegliare sull’incolumità di Rylee Turner, e invece dimostra un’incapacità e una debolezza incongruenti con il suo scopo quando quest’ultima si espone volutamente al pericolo. Paradossalmente è proprio Lee che lo salva dall’attacco di creature oscure evocate dalla malvagia Breanna!

Potete immaginare la mia perplessità quando tutto ciò accade in un momento della storia in cui la protagonista non ha ancora ricevuto nessun addestramento nell’arte del combattimento ed ha appena attivato il suo gene guardiano (cito il testo) con un rituale magico nel quale si menzionano i dodici valori cui un guardiano deve attenersi: lealtà, forza, coraggio, umiltà, onore, rispetto, onestà, dedizione, giustizia, passione, testardaggine e fedeltà.

Forse sbaglio ma… da quando passione e testardaggine sono dei valori?

La sinossi del libro mi aveva incuriosito così da decidere di leggerlo, ma pagina dopo pagina la struttura narrativa si è rivelata ingenua, debole, didascalica e priva di una qualsiasi malizia che possa attrarre il lettore.

Purtroppo devo anche segnalare la presenza nel testo di innumerevoli errori e ripetizioni, tanto da sospettare che il manoscritto non sia passato sotto le “tagliole” di un editor.

Come avrete già capito il mio sindacabile giudizio su questo libro non è positivo, e sinceramente mi dispiace perché l’idea di partenza dell’autrice è buona anche se non originale.

Comunque spero che qualcuno di voi che lo ha letto o lo leggerà, oltre gli errori oggettivi, possa provare a farmi cambiare idea.

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

 

Recensione a cura di:

LadyArya

 

Editing a cura di:

Gioggi

 

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento