Home / Recensione libri / Recensione: “Gli scomparsi di Chiardiluna” di Christelle Dabos (L’Attraversaspecchi: 2)

Recensione: “Gli scomparsi di Chiardiluna” di Christelle Dabos (L’Attraversaspecchi: 2)

Buongiorno Fenicette oggi la nostra Emanuela ha recensito per noi il libro “Gli scomparsi di Chiardiluna” di Christelle Dabos (L’Attraversaspecchi: 2)

Eccoci al secondo appuntamento con Ofelia, della terra degli Animisti, che ha il dono di leggere gli oggetti e scoprire tutto sui proprietari; sgraziata e impacciata, poco amante degli abiti eleganti e dell’aspetto fisico, si muove nel suo mondo sempre accompagnata da una sciarpa animata, ora guardia del corpo ora potenziale intralcio.

Abbiamo lasciato Ofelia nel primo episodio alle prese con il fidanzamento con Thorn, importante funzionario di Città Cielo. Un uomo torvo, chiuso e duro con il volto segnato da profonde cicatrici, apparentemente per nulla interessato alla giovane donna, per lui un intralcio dichiarato ma un sacrificio necessario allo scopo per il quale questo matrimonio è stato stipulato dalle Decane e dal Sire Faruk, dominatore della Città Cielo.

Assistiamo all’arrivo di Ofelia in questo nuovo mondo, ospite nella dimore di Berenilde, giovane e piacente zia di Thorn, con la sola compagnia della zia Roselline, animista della carta.

Ѐ un mondo sconvolgente la corte del Sire Faruk, dove i cortigiani si muovono in ambienti sontuosi creati da illusioni, e utilizzano delle clessidre in miniatura per sognare e godere di momenti d relax, divertimento ed evasione.

Ma ben presto appare chiaro che a qualcuno non è gradita la presenza di Ofelia a corte e soprattutto non è gradito quel matrimonio d’interesse e di ragion di stato tra due persone così diverse, e così dalle lettere anonime si passa a tentativi di avvelenamento e aggressioni in piena regola.

Solamente nascondendosi sotto le mentite spoglie di un domestico, Ofelia potrà muoversi indisturbata per Città Cielo e conoscere meglio quell’universo di illusioni, odi e violenza mascherata non troppo bene, perché tutto è riconducibile a un libro, un libro che solo Ofelia arriverà a leggere e a svelarne i segreti.

Prova riuscitissima dell’autrice, capace di dar vita a un universo fantasy che crea dipendenza per la perfetta dose tra personaggi credibili, ambientazioni fantastiche e sentimenti forti.

Crescerà il rapporto tra Thorn e Ofelia in maniera esponenziale virando verso un sentimento che ancora non è ben definito ma assomiglia molto all’amore e alla stima reciproca.

Colpi di scena continui e una ragnatela di vicende e personaggi vi renderanno schiavi anche di questo secondo capitolo della saga, in trepida attesa del terzo romanzo in arrivo in ottobre, pronto a sciogliere la miriade di dubbi che resteranno…

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...
x

Check Also

Recensione: “La ragazza del faro” di Alessia Coppola

Buongiorno Fenici oggi la nostra Cristiana ha recensito ...