Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Film: “Gabriel’s Inferno – Part II”

Recensione Film: “Gabriel’s Inferno – Part II”

Gabriel's Inferno

Progetto a cura di Maria Grazia Spagnulo

Lo stavate aspettando, Fenici?

Io sì, e per fortuna non mi sono fatta scoraggiare dalla deludente parte I.

Qui la situazione inizia a scaldarsi, e anche la glaciale e un po’ insipida Julia riesce a darci qualche soddisfazione in più.

Partiamo dall’inizio.

Julia è ferita e delusa dalla scoperta che l’uomo idealizzato nella sua mente per sei anni non si ricordi di lei. Dopo la scenata negli ultimi minuti in cui i due protagonisti ci avevano lasciato a maggio, la nostra protagonista si chiude nel suo guscio e si lecca le ferite.

È arrabbiata con Gabriel (il suo professore) eppure non riesce a toglierselo dalla testa. E ha ragione, chi ci riuscirebbe? Berruti in questa seconda parte sembra ancora più bello; forse perché ha abbandonato parte di quella ingessatura con cui si è fatto conoscere nel capitolo precedente e ci fa intravedere la sua parte più sensuale e seducente.

Il Prof. Emerson, ovviamente, riesce a farsi perdonare dalla nostra ingenua studentessa e qui iniziano le vere scintille!

Il gioco di seduzione di Gabriel nei confronti di Julia è a dir poco ammaliante. Il ragazzo sa il fatto suo, riesce a farci tremare le gambe anche solo con uno dei suoi sguardi, che non saprei se definire di fuoco o di ghiaccio.

La storia tra i due evolve in modo naturale e dolce, senza mai forzare Julia in nulla.

Inizieremo anche a capire che i due hanno parecchio da raccontare del loro passato, ma non sembrano ancora pronti ad aprire i loro cuori. Julia di sicuro ha alle spalle una storia di violenza e abusi psicologici e anche la sua famiglia le ha dato del filo da torcere.

Del bel professore riusciamo a capire ancora poco, ma si buttano le basi per una parte III degna di nota. Quindi aspettiamo insieme che il semestre universitario finisca e finalmente liberi dai ceppi che li tengono lontani (ovviamente una relazione sessuale tra un professore e una delle sue studentesse metterebbe a repentaglio il futuro lavorativo di entrambi).

Che dire? Finalmente sono riuscita a scorgere quella passione e quel sentimento che mi avevano stregata e che non mi facevano smettere di leggere per ore intere.

Una menzione d’onore a Giulio Berruti. M E R A V I G L I O S O!

Se ne avete la possibilità, date una chance a questa storia. Anche perché la parte III non ci farà aspettare molto, a quanto pare sarà disponibile all’inizio dell’inverno.

Non vedo l’ora di vedere il seguito, si era capito?

Questa volta non posso che dare un bel 5/5!

Alla prossima.

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento