Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Film Cult: Star Wars episodio V “L’Impero colpisce ancora”

Recensione Film Cult: Star Wars episodio V “L’Impero colpisce ancora”

Tre anni dopo la distruzione della prima Morte Nera, i Ribelli hanno trovato rifugio sul pianeta ghiacciato di Hoth. Vader, ossessionato dal trovare il giovane Force User che ha distrutto la stazione da battaglia, è intenzionato a trovarlo e a porre fine alla Ribellione con qualsiasi mezzo.

Mentre Han e Luke sono in ricognizione sul pianeta, il giovane viene preso da un Wampa, una bestia tipica del luogo. Rientrato alla base, Han capisce che Skywalker non c’è e ritorna a cercarlo.

Luke si libera usando la Forza e uccidendo la bestia, vaga per le terre ghiacciate e ha una visione di Obi-Wan che come Force Ghost gli dice che deve andare su Dagobah dove troverà il Maestro Yoda che lo addestrerà. Han ritrova Luke e il giorno seguente tornano alla base.

L’Impero li ha scovati e inizia la battaglia di Hoth. I Ribelli riescono a scamparla, Han salva Leia portandola via sul Falcon proprio mentre i soldati prendono possesso della base.

Qui iniziano le loro prime schermaglie, sono due personaggi dai caratteri tosti.

“Aiuterebbe se scendessi a spingere?” Leia ad Han riferendosi al Falcon.

Inseguiti dai caccia Tie, cercano di saltare nell’iperspazio ma, come ogni buona nave iconica del cinema (vedi l’Enterprise, quella originale del capitano Kirk), ha sempre qualche problema meccanico: l’iperguida non va, così, per sfuggire ai caccia, si nascondono tra gli asteroidi.

Luke arriva su Dagobah.

Le battute tra Han e Leia sono qualcosa di iconico per chi è amante della saga e non.

Luke incontra uno strano ed eccentrico essere verde (è Yoda), ma lui non lo sa.

Intanto, nell’asteroide che tanto asteroide non è, il Falcon si nasconde aspettando che la flotta vada via e… avviene il bacio tra Han e Leia.

“Non ci sono canaglie nella tua vita…” Han a Leia.

2d3f15a12b76d3136784ff9f526f933d.jpg

Yoda non è convinto nell’addestrare il giovane Skywalker: è troppo vecchio ed è troppo uguale a suo padre ma Obi-Wan insiste.

“Ha troppa rabbia, come suo padre” Yoda, parlando di Luke e riferendosi ad Anakin.

La caverna dove il Falcon si è rifugiato è la bocca di una limaccia spaziale e i nostri se ne accorgono in tempo e sfuggono. Yoda continua a addestrare Luke.

“Il Lato Oscuro è più rapido. Più facile. Più seducente” Yoda

Luke sente attraverso la Forza che nella caverna che si trova su Dagobah c’è qualcosa di strano e Yoda gli dice che il Lato Oscuro è più forte. Il giovane deve affrontare una prova importante, resistere al Lato Oscuro e combattere contro se stesso.

Il Falcon sfugge agli Star Destroyer inseguito dallo Slave I, la nave di Boba Fett.

Luke continua il suo addestramento.

“Devi disimparare ciò che hai imparato” “Fare, non fare” Yoda

Il piccolo Maestro verde capisce che il ragazzo ha del potenziale ma che è troppo impaziente di esprimerlo così gli dà una lezione di Forza tirando fuori dalla palude il caccia Ala X.

Vader fa fuori l’ennesimo ufficiale usando il Force choking (lo strangola), un vizio che non ha mai smesso di avere.

La destinazione del Falcon è Bespin, dove incontrano Lando Calrissian, un vecchio amico di Han.

Obi-Wan e Yoda cercano di far desistere Luke dal voler andare a tutti i costi su Bespin – ha sentito che i suoi amici sono in pericolo e vuole affrontare Vader, li ha visti morire in una visione indotta dalla forza – ma è inamovibile.

“Il ragazzo è la nostra ultima speranza. No, ce ne è un’altra” Yoda e Obi-Wan.

4b96aaa5adec7849fb10f2c51eb4e8e1.jpg

Su Bespin tutto sembra andare bene, il Falcon è quasi pronto e riparato ma Lando li tradisce e li consegna a Vader. Han viene torturato da quest’ultimo, lui sarà la preda del cacciatore di taglie Boba Fett che deve portarlo a Jabba. Però a Lando l’accordo non va bene e cerca di salvare Han e gli altri.

Han viene messo nella grafite.

“Ti amo”

“Lo so” Leia ad Han e altro bacio.

Luke è arrivato su Bespin, pronto per affrontare Vader. Inizia il duello.

0f0af48bdf74b103aec399ee555107fb.jpg

Lando libera gli altri e insieme cercano di fermare Boba Fett.

Il signore oscuro dei Sith è piacevolmente sorpreso dal giovane Skywalker e continuano a duellare. In un momento di impasse, Vader gli dice la verità tagliandogli la mano.

La verità?

“Io sono tuo padre” “Nooooo!”

08125b52f2835bd04e58e844bd79d59e.jpg

Luke si lascia cadere nel vuoto, supportato dalla Forza e richiama telepaticamente Leia, quel legame che c’è sempre stato tra gemelli (ma ancora non lo sanno). Viene salvato e il Falcon va via.

A Luke viene trapiantata una mano artificiale, Lando e Chewbecca partono per salvare Han.

La storia continua…

Considerazioni

Scritto e prodotto da Lucas e diretto da Irvin Kershner, è un film del 1980. Il cast non cambia dal precedente film e, a detta di molti, è il migliore della trilogia classica.

Si aggiunge al cast Billy Dee Williams, uno splendido Lando.

Frank Oz anima Yoda e gli dà anche la voce. Allievo di Henson, quello dei Muppets. A mio avviso, il più bel Yoda visto al cinema dato che quello dei prequel era in cgi, quello dei sequel è un misto delle due tecniche. Io sono cresciuta con lo Yoda-marionetta.

L’attore che interpretò Boba Fett si ispirò a Clint Eastwood nel film Per un pugno di dollari.

Darth Vader: corpo e movimenti di David Prowse, voce di Earl Jones e nel duello finale, Bob Anderson il maestro di spada più famoso del cinema.

L’imperatore era una donna al cui volto avevano sovrapposto occhi di scimmia per farla diventare ancora più aliena, in seguito, con la versione digitalizzata, quella sequenza fu sostituita da Ian McDiarmid, il vero Imperatore, Sidious o Palpatine.

La musica sempre affidata al quel genio di Williams, si arricchisce del tema di Yoda.

Che cosa dire di questo film?

Evoluzione della trama con la più sconcertante rivelazione finale.

“No, I’m your father!” vi consiglio si sentire questa battuta in originale, la voce di Jones è davvero molto profonda e caratteristica.

La love story. Eh sì, in un film di fantascienza, c’è l’amore. Star Wars è una favola e come tale ha i suoi sviluppi. Non è solo guerra, effetti speciali e altro. Star Wars è molto di più. Senza l’amore sai che noia?

Voi davvero vedreste un film solo con scene d’azione? Suvvia, i film sono fatti per evadere e per divertirsi e l’amore è una componente fondamentale. E Han e Leia sono perfetti e io ho ancora una cotta abissale per Harrison Ford.

Curiosità

Mark Hamill – Luke, per intenderci – si ruppe naso e zigomo in un incidente stradale e da allora è una caratteristica del suo viso, se ci fate caso.

Questo è un film che vi consiglio di vedere assolutamente. E noi ci vediamo la prossima volta.

Un saluto dalla vostra Mal.


Teresa

Teresa
x

Check Also

Recensione Serie TV: The Handmaid’s Tale – Stagione 1 e 2

Questa meravigliosa serie TV, prodotta da Hulu e ...