Home » Recensione libri » Recensione: Figlia del cielo Serie -: Le figlie degli elementi 4 di A.L.Knorr

Recensione: Figlia del cielo Serie -: Le figlie degli elementi 4 di A.L.Knorr

 

 

Titolo: Figlia del cielo

Serie: Le figlie degli elementi

Autore: A. L. Knorr

Editore: Winterfeld Verlag

Genere: Fantasy Young Adult

Target: 16+

Data di pubblicazione: 8 giugno 2022

  1. Figlia del mare
  2. Figlia del fuoco
  3. Figlia della terra
  4. Figlia del cielo
  5. Figlia del vento
  6. Le figlie degli elementi
  7. Scuola del fuoco

Un uccello in gabbia.

Akiko è nata con la capacità di trasformarsi in uccello e cacciare demoni, ma vive in cattività. Suo nonno la costringe a fingere una vita normale mentre lo serve incondizionatamente.

La giovane ragazza muore dalla voglia di rivelare la sua vera identità alle amiche, ma è obbligata al silenzio.
Rassegnata a un’esistenza di prigionia, a un certo punto riceverà un’offerta tanto inaspettata quanto ricca di aspettative: volare in Giappone e rubare un’antica spada dei samurai, in cambio della tanto agognata libertà.

Nella sua terra d’origine, non solo Akiko dovrà affrontare demoni e criminali Yakuza, ma anche il suo peggiore avversario e la sua paura piú grande: il suo passato. Solo quando lo affronterà, scoprendo il motivo per cui è stata catturata, Akiko potrà diventare la persona che è sempre stata destinata a essere.
La figlia del cielo.

Con il quarto volume della serie Le figlie degli elementi entriamo nel mondo delle leggende giapponesi e dei samurai. Un universo fatto di creature magiche, vecchie spade e antichi conflitti legati alla Yakuza.
Akiko, la protagonista di La figlia del cielo, ha capacità magiche: può trasformarsi in qualunque tipo di volatile ma purtroppo non può rivelare questa capacità alle sue migliori amiche.
Da decenni Akiko vive rinchiusa in una gabbia perchè il suo tamashī le è stato rubato e le Kitsune come lei – esseri soprannaturali che riescono a trasformarsi in animali – senza di esso sono costrette a obbedire a chi lo possiede.
La ragazza vive con il nonno che le nasconde un segreto e che un giorno le chiede di recarsi in Giappone per rubare una spada da un museo che le consentirà di riavere la sua libertà.
Qui Akiko scoprirà tante cose sulla sua vita passata, affronterà un vecchio e potente guerriero e conoscerà finalmente la verità su sua sorella e sul suo amato persi tanto tempo fa.
Figlia del cielo si svolge in due linee temporali: passato e presente ed è la stessa Akiko che ci racconta la sua storia. Con un linguaggio semplice veniamo a conoscenza del suo legame con la sorella e del loro modo di vivere i loro poteri. Ci sono alcune parti raccontate un po’ frettolosamente e con superficialità, dando poche informazioni su alcuni avvenimenti, ma la lettura resta nel complesso fluida e godibile.
Questa protagonista è più matura rispetto a quelle dei libri passati, ha un carattere più delineato e un passato ben descritto.
Ho apprezzato molto questo volume, sia per le leggende che per la storia sui samurai. La parte relativa al passato è molto più avvincente e ricca di dettagli rispetto a quella ambientata nel presente.
Un romanzo ricco di mistero, di puro intrattenimento che rimane un tantino superficiale nelle sue vicende, ma è uno YA che parla di crescita, di realizzazione di sé e del coraggio nell’affrontare le avversità.




Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

ludovais

Lascia un Commento