Home / Recensioni MM / Recensione “Effetti di chiaroscuro” di Brooke McKinley

Recensione “Effetti di chiaroscuro” di Brooke McKinley

TramaMiller Sutton, un agente dell’FBI che agisce sempre secondo le regole, inizia a scorgere delle sfumature inattese nel suo mondo bianco e nero.
Si ritrova faccia a faccia con i propri dubbi quando viene a contatto con Danny Butler, un trafficante di droga di medio livello che Miller spera di usare per prendere un pesce ben più grande: Roberto Hinestroza, un signore della droga che insegue da anni.
Danny non ha alcun interesse a testimoniare contro il suo capo, sia per un contorto senso di lealtà sia perché sa che fare il doppio gioco con Hinestroza equivale a una condanna a morte.
Però non ha molta scelta se non collaborare con l’FBI e, come previsto, Hinestroza non ci mette molto ad accorgersi del suo tradimento.
Miller rimane sorpreso di scoprire che Danny non è il farabutto dalla carriera criminale che si aspettava; allo stesso tempo, Danny si trova disperatamente attratto da Miller.
Hanno a malapena iniziato a esplorare l’attrazione che c’è tra loro quando un sicario di Hinestroza li rintraccia.
E così si danno alla fuga, per salvare le loro vite e l’amore che potrebbe sbocciare tra di loro.

Recensione

A volte le etichette utilizzate per definire un romanzo non sono sufficienti ad esprimere veramente la sua complessità, perché le sfaccettature di trama, personaggi e stile narrativo possiedono una profondità che va oltre, spaziando in quelli che sono considerati altri generi. Per questo motivo sarebbe riduttivo etichettare “Effetti di chiaroscuro” come un romance mm, nonostante la storia d’amore abbia un peso preponderante nella trama, così come considerarlo solamente un poliziesco non renderebbe onore ai due protagonisti, entrambi impegnati in un doloroso e lungo viaggio interiore alla ricerca del vero se stesso.
All’inizio non si può avere un’altissima opinione di Miller, perché l’agente dell’FBI è disposto a qualsiasi raggiro e ricatto per incastrare quello che vorrebbe diventasse il suo testimone in un importante caso contro un trafficante di droga: non lo ritiene un essere umano degno di comprensione o compassione, quindi tende a ignorare la sua coscienza, che lo pungola con insistenza per il modo in cui lo sta trattando.

Gli occhi di Danny erano seri, fissi su di lui, senza sfidarlo, senza deriderlo, solo guardandolo. Quegli occhi si fecero strada sotto le difese di Miller, scoprendo cose che aveva passato tutta la vita a nascondere.

Dal canto suo, Danny è un delinquente navigato, rivestito da una spessa corazza di cinismo e spavalderia, deciso a difendere il suo datore di lavoro nonostante sia uno spietato assassino, perché dopotutto è anche l’unica persona che abbia mai tenuto a lui, seppure in modo tortuoso e subdolo.

La vita di Danny non gli apparteneva, ogni mossa era dettata da forze esterne. L’amore profondo di Danny per un altro essere umano era l’ultimo asso nella manica che Hinestoza non possedeva.

effetti-di-chiaroscuro-di-brooke-mckinley-rfsQuando la vicinanza forzata costringerà entrambi a svelare una parte sempre maggiore di se stessi, Miller e Danny lasceranno cadere le maschere che li hanno protetti per tutte le loro vite, rivelandosi l’uno all’altro gradualmente finché tra loro non resterà altro che la verità, per quanto scomoda e dolorosa essa sia. Non sarà facile superare la divisione in compartimento stagni della realtà, né ammettere di aver vissuto nella menzogna da sempre per paura di essere rifiutato, né accettare tutto di sé e decidere che, nonostante le colpe del passato non potranno mai essere cancellate, chiunque possa meritare di essere felice.

“Cosa vuoi sentirti dire? Che un giorno sarai in grado di guardarti allo specchio e non vedere ogni brutta cosa che hai fatto, ogni errore che ti guarda?”
Gli occhi di Danny incontrarono quelli di Ellis. Poteva sentire la supplica nei propri senza aver bisogno di vederli.
“Perché non succederà,” disse l’uomo senza addolcire le parole. “Saranno sempre i nostri errori, le cose di cui non siamo fieri, che saranno lì ad alzarsi per prime, pronte per essere prese in considerazione…”

La storia di Miller e Danny non è facile o allegra, ma non mancano momenti gioiosi e la dolcezza dello scoprirsi innamorati: grazie alla forza del sentimento che li unisce, a dispetto di ruoli, circostanze e dilemmi morali, persino nei frangenti più disperati si intravede la possibilità di un lieto fine. Bravissima l’autrice a creare questa storia complessa e a tratti straziante grazie a uno stile narrativo incalzante e quasi poetico in alcuni frangenti, che contribuiscono a rendere il romanzo indimenticabile.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Firma Rubina

Editing a cura di:

Tayla

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “Sulle orme dei poeti (serie Shadows #3)” di Mary Durante

Buongiorno Fenici oggi la nostra Aina ha recensito ...