Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “E infine la bestia incontrò Bella” di Viviana Giorgi

Recensione: “E infine la bestia incontrò Bella” di Viviana Giorgi

 

trama-rfs-rosa

 

Nella sua nuova commedia romantica Viviana Giorgi ci riporta a Hope, Wyoming – lo stesso villaggio di “Tutta colpa del vento e di Un cowboy dagli occhi verdi” – che diventa così lo sfondo ideale per un omaggio ironico e sensuale a “La Bella e La Bestia”, la sua fiaba preferita.

Ray predatore Raider, attaccante di punta degli Ice Breaker di Denver, è un uomo arrabbiato, più furioso di una bestia feroce chiusa in gabbia. E non che non ne abbia ragione.

In un assurdo incidente automobilistico non solo si è fracassato un ginocchio, cosa che non gli permetterà mai più di stringere un bastone da hockey, ma ha pure investito un bambino. Il piccolo giace ora in coma in un letto di ospedale e lui darebbe anche l’altro ginocchio perché si risvegliasse…

Bella Satton scrive di moda sulle pagine del “Tribune” di Denver, ma non ne può più di abiti e stilisti. Così, quando il direttore le offre di prendere parte alla misteriosa Operazione Grande Fratello, lei accetta senza pensarci troppo: in un periodo in cui la privacy di tutti è minacciata da un onniveggente occhio digitale, Bella dovrà letteralmente sparire per un mese e dimostrare così che chiunque può trasformarsi in un’ombra invisibile. Ci riuscirà?

recensione-rfs-rosa

Avviso ai possibili lettori: questo è un romance, ovvero un romanzo rosa, e come tale può giovare altamente alla vostra salute.”

Niente di più vero!

E infine la bestia incontrò Bella è un romanzo rosa che davvero ti migliora l’umore e ti fortifica il sistema immunitario contro le intemperie della vita quotidiana; rappresenta un’ overdose di pepata dolcezza associata ad una sottile ironia che in più di un’ occasione genera allegria… oltre agli occhi a cuoricini!

Unica controindicazione: può generare dipendenza .

Almeno così è stato per me; non puoi staccarti e soprattutto non puoi stancarti dei due protagonisti, magistralmente descritti dall’inconfondibile penna di Viviana Giorgi.

Bella alla soglia dei trent’anni, insoddisfatta del suo lavoro come giornalista di moda e della sua routine quotidiana, trova il coraggio e l’incoscienza di sfidare il destino accettando una scommessa con il suo capo: dovrà scomparire per un mese intero , con soli 100 dollari in tasca, e dimostrare che chiunque può trasformarsi in un’ombra invisibile al grande onniveggente occhio digitale.

Se riuscirà nell’impresa potrà finalmente ottenere l’agognata promozione a giornalista investigativa, di contro, se fallirà si ritroverà senza lavoro.

E proprio durante questa ardimentosa avventura la Bestia incontra Bella

“Fu allora che lo percepì, proprio alle sue spalle. Un respiro?

Un cuore che batteva?

Forse era il suo, visto che batteva veloce come un martello pneumatico.

No, non era il suo. Quella scoperta sembrò gelargli il sangue.

Oltre a lui, c’era qualcun altro in quello sgabuzzino, e in quel momento probabilmente lo fissava come in un film dell’orrore.

Gli venne in mente il pagliaccio di It di Stephen King.

Ci mancava anche un serial killer a rendere più movimentata la sua fuga, o un pazzo evaso dal reparto psichiatrico.”

E infine la bestia incontrò Bella, Viviana GiorgiRay predatore Raider ( La bestia ) è un giocatore di hockey con la carriera stroncata per un incidente stradale e su di lui pende un’ accusa per tentato omicidio; il senso di colpa lo rende introverso, lunatico, bisbetico… un orso arrabbiato che grugnisce e ruggisce per le ferite dell’anima, e per il quale però non si può che provare una forte ed immediata empatia, perché il predatore lo si riconosce subito per quel che è: un maschio alfa tosto, testardo ma dal cuore buono.

Di questo romanzo ho apprezzato tutto: lo stile fresco e sagace dell’autrice, la caratterizzazione dei personaggi principali, l’ambientazione in questa piccola cittadina del Wyoming, le vegliarde di Hope che sanno tutto ciò che accade in città un nano secondo dopo che è accaduto, le molte citazioni cult tratte da film, serie Tv e romanzi che ti fanno sentire ancora più complice e partecipe nei dialoghi tra Bella e Ray.

In ultimo, ma non per grado d’importanza nella storia, mi è piaciuto molto anche il tocco di mistero che ruota intorno all’incidente di Ray; azzardo nell’asserire che attraverso il comportamento non proprio ortodosso e limpido di Bella, nei confronti di Ray, si possa cogliere una piccola perla di saggezza: la lealtà in amore può essere più importante e determinante di una verità taciuta.

Quindi care amiche e, perché no, cari amici dal cuore rosa, se ancora non lo avete letto, lasciatevi conquistare da questa incantevole rivisitazione in chiave moderna della favola di “La bella e la bestia”.

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Recensione a cura di:

LadyArya

Editing a cura di:

Tayla

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

StaffRFS

StaffRFS