Home » Recensione libri » Recensione: “Dugan il rosso” di Giulia Masini

Recensione: “Dugan il rosso” di Giulia Masini

TITOLO: Dugan il rosso

AUTORE: Giulia Masini

GENERE: Romance storico

EDITORE: Self Publishing

Dugan O’Connor era l’uomo più conturbante che avesse mai conosciuto. Irascibile e cocciuto fino alla nausea e allo stesso momento premuroso e protettivo. L’aveva fatta sentire al sicuro e desiderata, sarebbe stato difficile fare a meno di lui.

Irlanda – Inghilterra, 1856
Quando Dugan O’Connor vede una bellissima sconosciuta aggirarsi per le vie del paese non indugia un solo secondo ad avvicinarla. Quello che non immagina è che si tratti di una inglese, e lui disprezza gli inglesi.
Mosso dall’odio profondo che nutre verso gli invasori della sua terra, le nega le indicazioni che cerca, ma una volta tornato a casa se la trova di nuovo davanti, intenzionata a entrare nella fortezza di Dereney per parlare con suo cugino Liam, capo clan dei Kerrey.
Dugan fa di tutto per indurla ad andarsene, minacciandola perfino di rinchiuderla nelle segrete, ma l’intervento della moglie del cugino gli impedisce di cacciarla.
Olympia Emory ha affrontato un lunghissimo viaggio per chiedere a Liam di aiutarla a scoprire cosa c’è dietro la morte di sua cugina Morgana e del marito di quest’ultima, Fenton Gaveston, marchese di Worlingthon.
A Dugan, però, non importa ciò che l’ha spinta fino a lì: non vuole inglesi alla fortezza di Dereney e quando suo cugino accetta di aiutarla non può che essere felice dell’imminente partenza della donna. Ma il sollievo non dura molto perché Dugan si ritrova costretto, insieme alla sorella Maille, non solo a riaccompagnarla in Inghilterra, ma a restare in quel Paese tanto odiato fino a quando Liam non lo raggiungerà per sostituirlo nelle indagini.
Riuscirà Dugan a sopportare la compagnia della signora Emory e a vivere circondato da tutto ciò che ha sempre odiato con ogni fibra di sé? Ma soprattutto, sarà in grado di resistere alla crescente attrazione che suo malgrado scaturisce tra lui e Olympia Emory?

Care fenici, con molto piacere ho letto per voi Dugan il rosso, romanzo storico autoconclusivo e ultimo lavoro di Giulia Masini.

Dugan è un personaggio secondario del libro Il sigillo dei Kerrey a cui la nostra autrice ha deciso di dedicare questo romanzo, visto l’entusiasmo delle lettrici per l’irlandese in questione.

Il racconto è ambientato in epoca vittoriana, siamo infatti nel 1856 e si svolge fra l’Irlanda e l’Inghilterra, dove i nostri protagonisti fra mille peripezie si ingegneranno per risolvere un inquietante mistero.

Olympia Emory è una giovane vedova che un bel giorno si vede crollare il mondo addosso, a seguito di un incidente che coinvolge i parenti dai quali viveva.

Soprattutto la scomparsa della piccola Lee, di cui tra l’altro non viene ritrovato il corpo, ma si presume sia morta con i genitori, è un dolore per lei difficile da superare.

La piccola infatti era per la donna la figlia che non aveva potuto avere.

Un giorno involontariamente Olympia assiste a una conversazione che coinvolge il nuovo marchese di Worlingthon, durante la quale questi dichiara a un visitatore di volerla sposare, per attingere alla sua fruttuosa eredità, alludendo anche alla sua complicità nella morte dei cugini. Spaventata, fugge da Londra e si imbarca per l’Irlanda, destinazione la fortezza di Dereney, da suo cugino Liam Kerrey.

È qui che Olympia si imbatte in un uomo, tale Dugan,  che subito le dimostra la sua avversità, perché lei è inglese e lui li odia profondamente per quello che hanno fatto agli Irlandesi.

Liam, inoltre, decide di affidare proprio a Dugan il compito di riaccompagnarla in Inghilterra, per scoprire di più sull’accaduto. Per fortuna la giovane Maille, la sorella di Dugan, partirà con loro e farà da ammortizzatore a questa coppia improbabile ed esplosiva.

L’antipatia è reciproca, lui è uno zoticone e un maleducato e lei è sbalordita dal suo comportamento ostile. I battibecchi e i dispetti sono all’ordine del giorno anche se lei si difende egregiamente, ma c’è anche un’attrazione tangibile fra i due alla quale dovranno dare conto inevitabilmente.

Fra inseguimenti e investigazioni notturne il romanzo scorre molto velocemente. La simpatia che sprigiona Dugan è coinvolgente, lui proprio non ci sta alle rigide regole dell’etichetta, per cui aspettatevi di tutto e di più.

Olympia, d’altro canto,  non è la santarellina che sembra, quando vuole qualcosa se la prende e lei vuole Dugan. La passione unita alla sfrontatezza crea fra i due un mix esplosivo fatto di incontri clandestini e scontri alla luce del sole.

Amore, passione, avventura, suspense e non manca il colpo di scena finale a effetto.

Spero ci sia un seguito che riguardi  Maille, un personaggio molto interessante che mi ha molto incuriosita. D’altronde è la sorella di Dugan il rosso!

Lettura consigliata!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
TITOLO: Dugan il rosso AUTORE: Giulia Masini GENERE: Romance storico EDITORE: Self Publishing Dugan O’Connor era l’uomo più conturbante che avesse mai conosciuto. Irascibile e cocciuto fino alla nausea e allo stesso momento premuroso e protettivo. L’aveva fatta sentire al sicuro e desiderata, sarebbe stato difficile fare a meno di lui. Irlanda - Inghilterra, 1856 Quando Dugan O’Connor vede una bellissima sconosciuta aggirarsi per le vie del paese non indugia un solo secondo ad avvicinarla. Quello che non immagina è che si tratti di una inglese, e lui disprezza gli inglesi. Mosso dall’odio profondo che nutre verso gli invasori della…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento