Home / New Adult / Recensione: “Tra due cuori” di Samantha Young – Serie Into the Deep #1

Recensione: “Tra due cuori” di Samantha Young – Serie Into the Deep #1

 

TramaCharley Redford era una ragazza ordinaria finché Jake Caplin non si trasferì nella sua piccola città dell’Indiana e la convinse invece di essere straordinaria. Fin dal primo giorno Jake aveva coinvolto profondamente Charley promettendole che lui sarebbe stato lì con lei. Ma quando un tragico incidente sconvolge la vita di Jake, lui non riesce a risollevarsi e decide di lasciarsi Charley alle spalle. Quasi quattro anni dopo Charley pensa di aver superato il suo dolore. Almeno fino a quando va per un anno di studio all’estero a Edimburgo e a una festa si imbatte in nientemeno che Jake Caplin con la sua nuova fidanzata.
Il ragazzo è pentito e tenta di convincere Charley a perdonarlo, e quando la sua migliore amica inizia a passare del tempo col migliore amico di Jake, Charley si prende una tregua, solo per trovare se stessa stringendo di nuovo amicizia con lui. Man mano che si riavvicinano, la scintilla tra loro si riaccende e comincia a gettare nel caos le loro vite e relazioni. Quando la gelosia e il desiderio influiscono in modo distruttivo, Charley e Jake devono lottare per capire ciò che significano l’uno per l’altra. E anche se ne verranno fuori, non vi è alcuna garanzia che Charley potrà mai fidarsi di Jake tanto da farsi coinvolgere ancora così profondamente

Recensione
Due ex fidanzati si incontrano di nuovo dopo quattro anni e cercano di gestire il tumulto di emozioni che non hanno mai avuto modo di superare.
Eppure non è un libro sul perdono, argomento che si liquida già nelle prime pagine. È piuttosto incentrato sul senso di colpa, sui rimorsi, sulla fatica di chiudere con le storie passate e sulla necessità di affrontare i propri scheletri.
Nonostante le apparenze, non è una storia semplice, da ogni angolo la si legga. Io ho iniziato a piangere a metà e ho smesso solo verso la fine. Mi è rimasto però il dubbio che, anche dopo il finale, la scelta fatta dai protagonisti sia stata quella giusta.
Questo romanzo ci porta a chiederci quanto sia opportuno fermarsi sulla storia più importante della nostra vita, e quando invece sia il momento di andare avanti e voltare pagina. Se sia più doloroso restare attaccati al passato o recidere quel filo che ancora esiste. Cosa dobbiamo fare quando voltare pagina non è sufficiente per essere davvero in pace.
È questo il bello del romanzo: non ci sono assoluti. La complessità di gestire relazioni incompiute, simmetricamente mostrata anche in storie secondarie; il riverbero di scelte giuste fatte in momenti sbagliati, altrettanto pesante di quello di scelte sbagliate fatte in momenti giusti.
Da notare che i protagonisti hanno un’età compresa tra i 17 e i 20 anni. L’autrice è stata bravissima a collocare tutte queste problematiche “mature” sulle spalle di questi ragazzi, con la giusta dose di sbavature e incertezze.
Stilisticamente sono una fan dei dialoghi ben fatti, e sono rimasta piacevolmente colpita dalla loro precisione ed efficacia. Non risultano mai banali, e allo stesso tempo sono spontanei e colpiscono dritti nel segno di ciò che vogliono arrivare a dire.
I personaggi mi sono piaciuti molto. Soprattutto lei, impertinente e decisa ma tuttavia piena di emozioni che non riesce o non vuole esprimere.
Lo stile è pulito e vivido, scorrevole e molto piacevole. Le scene di sesso, non tantissime, sono trasparenti e circostanziate e descritte in modo elegante e delicato.
Ho apprezzato molto la narrazione che alterna capitoli a episodi che avvengono nel presente a episodi del passato dei quali si conosce in parte l’esito. Si rimane sulle spine fino a metà romanzo, e dopo quel momento si è completamente coinvolti nel tumulto interiore dei personaggi.
Qualche assaggio:

“Non accettare mai di giocare le carte che il destino ti ha dato, se non sono le carte che vuoi. Tu meriti di meglio: meriti di vincere.”

“Jake trascorse l’intera mattina a farmi venire, a farmi perdere i sensi e a farmi l’amore.”

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione a cura di:Aina

Editing a cura di:Occhiverdi

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “Piccola Vipera” di Mariachiara Cabrini

Buongiorno care fenicette oggi la nostra Ilaria ha ...