Home » Recensione libri » Recensione: Dreams of 18 – Serie: Heartstone Series #2 di Saffron A. Kent

Recensione: Dreams of 18 – Serie: Heartstone Series #2 di Saffron A. Kent

Collana: ROMANCE
Titolo: Dreams of 18
Titolo originale: Dreams of 18
Serie: Heartstone Series #2
Autrice: Saffron A. Kent
Editrice: Triskell Edizioni
Traduttrice: Martina Marangi
Prezzo Ebook: € 5,99
Prezzo cartaceo: € 13,00
Genere: Romance, Erotico
Lunghezza: 270 pagine
Data di pubblicazione: 30 aprile 2021
1. Medicine Man
2. Dreams of 18
3. California Dreamin’
Violet Moore è innamorata di un uomo che la odia.
Beh, a dire il vero, in qualche modo se lo merita.
Il giorno del suo diciottesimo compleanno si è ubriacata e si è gettata tra le sue braccia, provocando uno scandalo enorme nella sonnolenta cittadina di periferia in cui vivono.
Ora tutti pensano che lei sia una sgualdrina, mentre lui è sparito. Gira voce che sia andato a vivere tra le montagne del Colorado, lontano da tutto e tutti.
Ma Violet sistemerà tutto.
Lo troverà e lo riporterà a casa.
Non importa quanto lui sia stato vile e crudele, quanto l’abbia ferita con i suoi modi bruschi e il cuore di ghiaccio. Lei non si arrenderà.
Né penserà a quelle labbra provocanti, ai muscoli scolpiti o alle mani forti. Quelle mani che desidera sentire sul suo corpo mentre la accarezzano, le sfiorano la pelle…
Quelle mani che le fanno venire voglia di dimenticare tutto e baciare un’altra volta Graham Edwards, il signor Edwards per la precisione.
Perché non te ne vai in giro a baciare il padre del tuo migliore amico, giusto?
Anche se è tutto ciò che sogni.

«Le dirò un mio segreto,» sussurro mentre lo fisso negli occhi marroni. Si incuriosisce. «Sa qual è il mio frutto preferito?» «Questo è il segreto?» «È la fragola. E sa un’altra cosa?» «Cosa?» Sorrido. «Mi dà allergia.»

«Sei allergica al tuo frutto preferito.»

«A-ha. Ma lo mangio lo stesso se sono dell’umore giusto per vomitare.» (Tratto dal libro)

 Si è trattata di una lettura molto intensa e carica di emozioni grazie a diversi aspetti, innanzitutto i personaggi potenti.

L’analogia alla “bella e la bestia” a cui talvolta il libro fa riferimento è molto calzante. Il Signor Edwards è un uomo fatto, rude, asciutto, abituato alla solitudine; non sa cosa siano sogni e desideri, perché ha vissuto da sempre in funziona del lavoro e di suo figlio. Non ha mai fatto niente solo per sé né cercato di soddisfare desideri propri.

Violet è giovane, inesperta ed entusiasta della vita e appare ai suoi occhi come una fata sognatrice: per la prima volta lui prova l’acquolina per un bisogno insoddisfatto.

Ho adorato questa ragazza così tenace, così coraggiosa da affrontare le sue paure solo per cercare di rendere giustizia, di redimere un torto, di aggiustare la vita dell’uomo di cui si è innamorata e che, nonostante gli innumerevoli rifiuti, ha continuato a presentarsi alla sua porta senza mai mollare. Lo chiama Uomo Fragola: Violet non rinuncia a mangiare le fragole che adora, nonostante sia allergica. Sa che gli farà male ma non importa, perché nella vita bisogna fare quello che si ama, vivere fino in fondo.

I protagonisti hanno due caratterizzazioni molto diverse tra loro che allo stesso tempo si incastrano perfettamente, tanto che uno ha modo di salvare l’altro: Violet regala al Signor Edwards la scintilla per ricominciare ad amare la vita, riesce a smontare una dopo l’altra tutte le sue scuse, le sue difese, le sue razionalità, a portarlo oltre il limite, a perdere la testa e il controllo; dal canto suo, lui la fa sentire accolta, al sicuro e “abbastanza” riuscendo a dissolvere le sue ansie e paure.

Tutta questa introspezione psicologica accompagna il romanzo romantico e molto bollente, ed è perfettamente esplorata e svelata gradatamente nello scorrere delle pagine, man mano che i personaggi stessi vengono alla luce con le loro emozioni.

«Ti sto dicendo che sei l’unica cosa che un uomo nota. Che lo porti alla follia. Che gli fai dimenticare cosa è giusto e cosa è sbagliato. Sei così intensa, bella e da togliere il fiato che non ha via di scampo. Non riesce a pensare ad altro: al lavoro, alle responsabilità, alle promesse, alla famiglia; a niente, se non a te. Tu lo annulli. Lo fai sentire indifeso. Lo trasformi in un animale in calore. Sei una ragazza che spinge un uomo a prendere una brutta strada.» (Tratto dal libro)

 Il tema che la fa da padrone, però, riguarda il gap age. Il Signor Edwards ha un figlio della stessa età di Violet, ha il doppio dei suoi anni. Entrambi i protagonisti sono perfettamente consapevoli di quanto male il mondo penserebbe di loro (tante parole che iniziano per P: pedofilo, puttana…), ma quel che è peggio è che i loro stessi pensieri non siano molto diversi.

Violet si accorge di lui a sedici anni e aspetta i diciotto per provare a sporgersi e stampargli un bacio sulle labbra. Lui la allontana subito, nonostante a sua volta segretamente attratto, e non sarebbe successo nulla… Peccato che una mano infame abbia scattato una foto e poi divulgata. Da qui sono nate chiacchiere, offese, shaming nella piccola comunità, e tutte queste voci hanno fatto sì che la loro vita fosse rovinata. I pettegolezzi e i pregiudizi producono effetti a valanga sulle rispettive famiglie, nell’ambito lavorativo, scolastico, ma anche in quello personale, emotivo e psicologico.

Ma soprattutto viene esplorato il modo in cui il pregiudizio permea le stesse convinzioni dei protagonisti fino a farli sentire sporchi, colpevoli, imbarazzati, spingendoli a reprimere i loro sentimenti tanto da farli ritenere non meritevoli (nonostante, legalmente, non ci siano più dubbi sull’opportunità di un possibile rapporto).

Queste accuse sono percepite maggiormente in Mr Edwards. L’istinto di fare la cosa giusta e di tutelare la ragazzina innocente lo porta a rifiutare di credere che ci possa essere qualcosa di vero e che possa meritare una possibilità. Molto della trama ruota sul fatto che lui non si ritenga l’uomo giusto per lei, per tutti i motivi detti, e non riesca a darsi valore, a vedere che, se è vero che lei merita qualcuno che la ami, non c’è nessuno migliore di lui per amarla. Amarla non significa dedicarle poesie e portarla sulla spiaggia, ma metterla al primo posto e comprarle i lecca lecca.

Non mi sento mai vuota e sola. Gli permetto di cercare quello che vuole, prenderlo e tenerlo per sé. Anche di tenermi per sé. A differenza sua, sento davvero questo sentimento. Per me questo amore è reale. Questo bisogno di sentirmi sua e solo sua. Così come ho bisogno che lui mi guardi come se stesse affogando in me. (Tratto dal libro)

 Violet, nonostante abbia subito un contraccolpo notevole nell’atteggiamento derisorio della comunità (ha iniziato ad avere attacchi di ansia, tanto da essere ricoverata a Heartstone, ospedale psichiatrico che dà il nome della serie), sente invece la differenza di età come irrilevante, forse anche perché  è una sognatrice che vive nel suo mondo quasi immaginario. Nella “tana” sui monti dove il Signor Edwards si è rifugiato riesce a essere se stessa, ad aprirsi, a stare bene tanto da liberare la sua sessualità e a dare sfogo all’attrazione tra loro.

E la carnalità dei loro incontri è un altro aspetto pregnante del romanzo. Mr Edwards è l’immagine della “bestia” che viene liberata dagli atteggiamenti di una “ragazzina perversa”, una Lolita seducente e disinibita alla quale il suo corpo risponde in modo selvaggio e brutale.

«Quando ti ho visto, Violet, ho avuto la sensazione che qualcuno mi pugnalasse nel petto,» dice con voce roca. Spalanco gli occhi. «Cosa?» Graham sorride appena. «È stata una sensazione. Ti avevo visto sul tetto, con i capelli meravigliosi e le braccia spalancate, e qualcosa si era conficcato nel petto, proprio sotto il cuore. Per parecchio tempo ho pensato che si trattasse di un coltello. Qualcosa che mi ha fatto sentire… diverso. Però non era quello.» «E che cos’era?» «La mia anima,» mormora. «Era la mia anima che si svegliava. Quando ti ho visto, è tornata in vita. Hai svegliato la mia anima, Violet.» (Tratto dal libro)

L’ultimo tema efficacemente inserito senza essere banalizzato o semplificato è quello degli attacchi di ansia e della necessità di sostegni, su cui Violet fa affidamento per potersi sentire al sicuro in ambienti in cui non è a suo agio e in cui rischia di perdere l’equilibrio mentale.

È un libro molto intenso, non solo dal punto di vista erotico essendo molto bollente, ma anche per l’introspezione emotiva, sia per le diverse psicologie messe in campo che per i temi forti trattati.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Collana: ROMANCE Titolo: Dreams of 18 Titolo originale: Dreams of 18 Serie: Heartstone Series #2 Autrice: Saffron A. Kent Editrice: Triskell Edizioni Traduttrice: Martina Marangi Prezzo Ebook: € 5,99 Prezzo cartaceo: € 13,00 Genere: Romance, Erotico Lunghezza: 270 pagine Data di pubblicazione: 30 aprile 2021 1. Medicine Man 2. Dreams of 18 3. California Dreamin’ Violet Moore è innamorata di un uomo che la odia. Beh, a dire il vero, in qualche modo se lo merita. Il giorno del suo diciottesimo compleanno si è ubriacata e si è gettata tra le sue braccia, provocando uno scandalo enorme nella sonnolenta cittadina…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento