Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: “Don’t Look Deeper” 1×12-1×13-1×14

Recensione: “Don’t Look Deeper” 1×12-1×13-1×14

Eccoci arrivati al finale di stagione di Don’t Look Deeper (le precedenti qui) con la recensione degli episodi 1×12-1×13-1×14 e promettono scintille, siete pronte?

Don't-Look-Deeper

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

La fine che non ti aspetti

Salve Fenici!

Eccoci giunti al termine di questa stagione Don’t Look Deeper, un finale che non sarei mai riuscita a immaginare.

Come avevo ipotizzato (qui), Sharon ha rubato Aisha dalla cassa in cui l’aveva chiusa Abel e sono poi scappate insieme, tuttavia sono costrette a lasciare indietro qualcosa di molto importante: Calian, il fratellino che Sharon aveva costruito per far felice Aisha!

Calian il fratellino

Dopo aver recuperato tutti i suoi ricordi, Aisha è corsa via anche da Jenny e Levi. Quando il ragazzo scopre che cos’è realmente, pensa che lei non sia reale ma solo un “processore”. I due ragazzi arrivano a confessarsi di averla avuta entrambi come ragazza!

Nel bel mezzo della fuga, la batteria si scarica, ma per fortuna Jenny la ritrova in tempo e la nostra protagonista le dice che ricorda tutto, anche quello che provava per lei. Anche Levi capisce che lei è unica, non è solo un robot come Emma.

Purtroppo, appena ha finito di ricaricarsi, arriva Abel che la riporta alla Rylium. Aisha, come prima cosa, vuole vedere suo fratello, gli aveva promesso che sarebbe tornata a prenderlo e non è mai riuscita a farlo. Riesce a convincere l’uomo a portarla da lui (forse non è veramente cattivo). La robottina chiede a Noah solamente di poter vivere, lei e suo fratello. Anche Martin e Sharon vorrebbero che continuasse la sua esistenza con loro. E ovviamente cosa fa la ragazza quando sente che Noah vuole spegnerla? Scappa!

Il cattivo

E non mi sbagliavo. Abel non è rinsavito: ha installato in Aisha un virus che a poco a poco cancella i suoi programmi. Martin la trova quando sta per spegnersi e lei gli dice che gli vuole bene, una scena molto toccante: vediamo questo padre che sta perdendo la figlia nel peggiore dei modi. Aisha e Calium vengono gettati in un tritarifiuti da un Abel senza cuore e Martin, Sharon, Cari, Levi e Jenny sono sconvolti dalla perdita.

Aisha

A scuola, Levi ringrazia William per quello che ha fatto per l’amica, penso che ormai per lui i robot non siano solo delle macchine. In “punto di morte” Aisha ha anche dato a Martin un messaggio in codice per Jenny che… le ha permesso in qualche modo di tornare. Come? Sta a voi scoprirlo!

Levy e William

Considerazioni

Fine di questa robotica avventura che con il passare delle puntate ha diminuito la sua “inquietantezza”. Aisha, un’intelligenza artificiale, ha solo voluto capire chi è realmente, essere accettata per quella che è. Un robot che si scopre umano che mi ha fatto riflettere su cosa voglia dire essere normali, reali, con pregi e difetti che bisognerebbe cercare di accettare.

Nel poco tempo della serie molti particolari vengono portati alla luce ed è stato piacevole guardarla. Vi lascio con una domanda: vi piacerebbe attaccarvi a una presa della corrente per ricaricarvi quando siete stanchi? A me… forse.

 

 

 

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento