Home » Recensione libri » Recensione: Don’t hurt Us di C.M. Seabrook -Serie Fighting Bind #1-

Recensione: Don’t hurt Us di C.M. Seabrook -Serie Fighting Bind #1-

Titolo: DON’T HURT US

Autore: C.M. SEABROOK

Serie: FIGHTING BLIND #1

Genere :SPORT ROMANCE

Data di pubblicazione: 10 MAGGIO 2021

Mackenzie Brooks è tutto ciò che ho sempre desiderato. Tre anni fa, è uscita dalla mia vita. Nessuna spiegazione. Sparita. A poche settimane di distanza dal più importante incontro della mia carriera, è tornata. Quando si tratta di Lei, non c’è nessun limite che non oltrepasserei. L’ho amata per tutta la vita, e ora che è tornata non la lascerò andare di nuovo. Farò di tutto per proteggerla. Distruggerò chiunque cerchi di ferirla. So che ha ancora intenzione di fuggire e si rifiuta di parlare del passato o dei segreti che nasconde, ma quando ami qualcuno rimani e combatti. Anche se stai combattendo alla cieca.

Theo Ryan, famoso lottatore dell’MMA e proprietario di una palestra, non ha dimenticato la sua migliore amica Mackenzie Brooks. La ragazza è sparita per tre lunghi anni senza dare spiegazioni ma un giorno riappare e bussa alla sua porta. Per Theo è uno shock e fatica a riconoscerla. Cosa è successo alla ragazza che conosceva un tempo? È combattuto tra risentimento, amore e perdono. Theo è da sempre innamorato di Mac ma non lo ha mai confessato per timore di rovinare la loro amicizia e perderla per sempre.

Dal canto suo, Mackenzie torna in città per riscuotere l’eredità di una prozia, peccato che di quei soldi non ci sia traccia perché sua madre è arrivata prima di lei.

Prima di andarsene di nuovo la ragazza va a trovare Theo, l’unico di cui si è sempre fidata. Ma i segreti che Mac si porta dentro sono tanti; Theo dal canto suo non ha intenzione di rinunciare ancora una volta a lei ed è pronto ad abbattere tutte le barriere per scoprire cosa nasconde.

I protagonisti mi sono entrati dentro, specialmente Mac: la sua fragilità, la sua forza e il suo spirito di contraddizione l’hanno resa imperfetta e umana ai miei occhi. Si è trovata coinvolta in situazioni più grandi di lei ma nonostante questo non si è arresa. Sua madre non è stata in grado di proteggerla, troppo presa da alcol, pasticche e dalle relazioni tossiche in cui si butta a capofitto.

Così Mac, per non trascinare a fondo con sé Theo, ha preferito scappare, rinunciando a lui.

Theo ha sempre protetto Mac e di certo non vuole rinunciare a lei ora che è tornata, soprattutto dopo aver scoperto la sua più grande omissione.

In questo romanzo i segreti la fanno da padrone, così come le fughe, i sensi di colpa, la passione e l’adrenalina. Tutti questi ingredienti hanno reso Don’t hurt us un romanzo scorrevole, appassionante e completo.

La storia di Theo e Mackenzie mi ha conquistato. Adoro le storie di riscatto, perdono e seconde possibilità, ci danno modo di sperare e capire che forse nella vita può esserci sempre il lieto fine. Non vedo l’ora di leggere i volumi successivi. A proposito del prossimo romanzo della serie, mi auguro che sia dedicato al braccio destro di Theo, Moody, che in questo primo volume ha avuto un ruolo importante ed è stato molto di sostegno alla coppia. Il suo passato da marine mi affascina molto. Chissà cosa ci riserverà C.M Seabrook al riguardo.

Straconsigliata la lettura a tutte le inguaribili romanticone come me.

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento