Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Domina -1×01 e 1×02-

Recensione: Domina -1×01 e 1×02-

E’ arrivata finalmente Domina, l’attesissima serie di Sky sulla vita di Livia Drusilla. Già la nascita di Roma era stata oggetto di una serie, molto apprezzata. Dany ha recensito per noi i primi due episodi. Qui il trailer.

Domina

Paese: Italia, Regno Unito

Anno: 2021 – in produzione

Genere: drammatico, biografico, storico

Stagioni: 1 da 8 episodi di 55 min.

Lingua originale: inglese

Ideatore: Simon Burke

Regia: Claire McCarthy, David Evans, Debs Paterson

Sceneggiatura: Simon Burke, Nicola Wilson, Emily Marcuson, Namsi Khan

Cast

Nadia Parkes: Livia (da giovane)

Tom Glynn-Carney: Gaio (da giovane)

Enzo Cilenti: Nerone

Peter Campion: Libone

Darrell D’Silva: Pisone

Tom Forbes: Sesto

Liam Garrigan: Marco Antonio

Bailey Spalding: Scribonia (da giovane)

Melodie Wakivuamina: Antigone (da giovane)

Isabella Rossellini: Balbina

Kasia Smutniak: Livia Drusilla

Matthew McNulty: Gaio

Ben Batt: Agrippa

Christine Bottomley: Scribonia

Colette Dalal Tchantcho: Antigone

1×01- Caduta

Care Fenici, quando mi sono prenotata per questa serie ho pensato solo che con un’attrice come Kasia Smutniak sarebbe stata eccezionale, e infatti anche solo dai primi due episodi dove troviamo Livia da adolescente (Nadia Parkes) ho capito che è perfetta per me!

Costumi e ambientazioni sono quel più che la rendono realistica. Inoltre non è la classica americanata piena di scene sessuali e violenza splatter con sangue traboccante, è un giusto equilibrio anche di entrambe, tanto che anche mio padre, di norma molto scettico, l’ha trovata di suo gusto.

Siamo nel 42 a.C., appena due anni prima Giulio Cesare è stato assassinato, quindi ci troviamo nel periodo storico che vedrà l’ascesa di Ottaviano a imperatore con a fianco Livia Drusilla, la nostra protagonista. Ora, non so voi, ma la mia conoscenza di quel periodo è limitata a Wikipedia e ad Asterix e, siccome reputo il primo decisamente più veritiero del secondo, vi invito a sbirciare se volete sapere a grandi linee cosa succede. Non mi pare il caso di tenere comizi storici in questa recensione, e per gli spoiler… sono cose già successe, non c’è possibilità di rovinarvi la sorpresa.

Detto ciò parliamo di Livia, o ancora meglio delle donne.

Il loro ruolo nell’Antica Roma, soprattutto nelle famiglie nobili, era essenzialmente annoiarsi, farsi belle, sposarsi e fare molti marmocchi. Obbedienza e sottomissione sono le parole chiave. Livia nel primo episodio è una quindicenne, figlia di Marco Livio Druso Claudiano, della gens Claudii.

Quindi fa parte di una famiglia nobile e ricca, ma a differenza delle altre ragazze viene cresciuta in modo diverso, meno oca e con più cultura, con non solo l’idea di fare figli ma anche di ripristinare la Repubblica (ossia due consoli). Ora, non so come mai suo padre le instilli questa concezione, sta di fatto che è molto pragmatica, solare, bella ma con la testa sulle spalle.

Marco addirittura le fa scegliere il marito, dopo aver redatto una lista, e la scelta ricade sul cugino patrizio Tiberio Claudio Nerone, che lasciatemelo dire è un idiota. Lo capirete dopo aver visto la loro prima notte di nozze. Per evitare che la figlia finisca da sola a casa dello sposo, il padre riscatta la schiava Antigone, di cui Livia è amica, per servirla da donna libera. Difatti le due si trasferiranno insieme, e questo è importante poiché sono fedeli l’una all’altra.Domina- 1x01- Imm.1

Detto ciò purtroppo il periodo storico non è dei migliori, siamo in pieno assestamento, con Marco Antonio e Ottaviano che si dividono l’Impero Romano, tipo Risiko.

Ottaviano ragazzo è fighissimo al punto giusto, per le occhiaie ricorda un po’ un vampiro, ma non è affatto male, e come ogni giovane romano che si rispetti ama gli intrighi e fare tanto sesso.

Scortato dal fedele amico Agrippa, eredita la parte occidentale dell’Impero (ricordo a tutti che è pronipote di Cesare e suo erede) sicché prende una bella fetta di nemici sulle spalle e quindi la prima cosa che fa è ammazzare un po’ di senatori e coloro che avevano organizzato l’assassinio dello zio, tra cui il padre di Livia. La giovane che intanto ha partorito un bambino, Tiberio (sì quel famoso Tiberio, e, se mettete sulla bilancia che è stata anche la bisnonna di Caligola e trisavola di Nerone avete completato il quadro genealogico!), fugge da Roma con il marito e l’amica, con l’idea di andare in Sicilia da Sesto Pompeo, le cui flotte stanno affamando Roma.

Ed è qui che vediamo un accenno della determinazione di Livia, decisamente più scaltra del consorte.Domina-1x01.Imm.2

 1×02- Ascesa

Nel secondo episodio i consoli Ottaviano e Marco Antonio (quello di Cleopatra!) proclamano un periodo di pace con Sesto Pompeo. La quiete prima della tempesta.

Nel trattato è prevista l’amnistia per tutti i nobili scappati da Roma, tra cui il patrizio Nerone.

Durante un focoso intrallazzo tra Livia e Sesto scopriamo che l’idea è stata di lei, e già qui vediamo il suo sbocciare come donna di comando.

In questo episodio entriamo nel vivo delle macchinazioni femminili. È molto interessante vedere queste nobili incinte scannarsi a vicenda. Anche Livia aspetta un figlio, del marito purtroppo. Tornano a Roma accolti da Libone, dato che né Livia né Nerone hanno potuto mantenere le proprietà. Sono i classici parenti poveri scrocconi. Entrambi i coniugi, però, sperano di ottenere il divorzio per rifarsi una posizione.

Intanto Ottaviano ha sposato una parente di Sesto, Scribonia. Brutto nome correlato da una civetteria insopportabile.

La donna, anch’essa incinta, è molto amica della sorella di Ottaviano, moglie di Marco Antonio, in attesa anche lei. Scribonia odia Livia, e per umiliarla le regala un invito a cena e una schiava che, neanche a dirlo, finisce nel letto del marito.

Nel frattempo Livia si fa una nemica, Balbina, la tenutaria di un bordello, interpretata da Isabella Rossellini, che io non so assolutamente chi sia ma sempre Wikipedia dice che è figlia del regista Rossellini, e lui so chi è.

Insomma, Balbina ha acquistato Antigone come schiava, sottraendole i documenti che ne attestavano la libertà. Livia ha quindi tre scopi: divorziare, trovare un marito migliore e liberare Antigone.Domina-1x02.Imm.3

Casca a fagiolo la cena dove Scribonia non perde occasione di umiliare Livia, Nerone fa una figura pessima, ma la moglie conquista Ottaviano con la sua intelligenza.

L’idea è di farla divorziare e sposare ad Agrippa, ma Livia vuole il potere, e quindi Ottaviano. Ma cosa ci guadagna l’uomo più potente di Roma da questo matrimonio? Eh, vi lascio guardare l’episodio per scoprirlo, non ve ne pentirete. Livia dà il massimo in quanto a intelligenza politica.Domina-1x02.Imm.4

Sono rimasta un tantino interdetta quando Scribonia partorisce una bambina e una delle serve la porta dal padre lasciando a lui la scelta se riconoscerla o ucciderla. Questa pratica non me la ricordavo! Però sbirciando in qualche sito, ho appreso che era diffusa, e se il genitore non accettava il figlio, la sorte che gli toccava non era delle migliori.

Comunque Ottaviano riconosce la figlia, Giulia, ma qualche giorno dopo divorzia dalla moglie, suscitando uno scandalo e annunciando il matrimonio con Livia, che intanto salva Antigone.

Purtroppo la nuova moglie deve rinunciare ai figli, che appartengono al padre, ma secondo me li rivedremo presto. Molto emozionante il momento in cui Scribonia affida la figlia alla rivale, mi è un po’ spiaciuto per lei, ma si raccoglie ciò che si semina.Domina-1x02.Imm.5

Al termine di questo secondo episodio devo dire che Livia come personaggio mi piace veramente tanto, anche Ottaviano tutto sommato, e non vedo l’ora di vedere l’interpretazione di Kasia.

Alla prossima!

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

StaffRFS

Lascia un Commento