Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) – 2×24

Recensione: Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) – 2×24

Anche per Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) si avvicina la pausa natalizia. In attesa, eccovi la recensione della penultima puntata prima dello stop. Buona lettura.

Doğduğun Ev Kaderindir

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Ciao a tutti, amanti delle serie TV!

La casa in cui sei nato è nel tuo destino.

Sottotitolo: Stai sereno! Se sei nato sotto una stella stronza è inutile che ti affanni: disgraziato nasci, disgraziato resti!

Dopo aver visto il promo, ero in trepidante attesa di saperne finalmente un po’ di più sull’ermetico Barış Bey. Ebbene, una volta finita la puntata mi sono ritrovata a pensare che sarebbe stato meglio restare nell’ignoranza.

Cerchiamo di andare per ordine…

Nel finale dell’episodio precedente, Zeynep fa consegnare all’ex marito un ordine restrittivo e se ne va con il suo capo che la sta sostenendo nella sua triste ma inevitabile decisione.

Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) – 2x24

E qualcuno di Barış potrebbe iniziare a pensare: “Ma sempre in mezzo ai maroni sta?”. Quale capo si prodiga così per una dipendente, per quanto sia brava, dolce e – ammettiamolo pure –parecchio gnocca?

Parliamoci chiaro, la ragazza porta con sé un carico pieno di ca**** amari da cui sarebbe meglio stare lontani e non mi riferisco di certo solo a Mehdi. Sakine e Nermin sono due bagagli a mano di rogna altrettanto gravosi.

Una volta venuto a sapere che Mehdi è sfuggito alla polizia, Barış decide di nascondere Zeynep, ma un problema personale lo costringe a portarla a casa sua.

Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) – 2x24

Ah, casa dolce casa… il tuo destino… se tanto mi dà tanto, il destino dell’uomo è una cornucopia di sfiga.

Innanzitutto, l’uomo vive in una villa che pare una di quelle case degli orrori dove brutte bambole di porcellana si animano di notte e cercano di ucciderti nel sonno.

In secondo luogo, le psycho-bambole sono sostituite dal fratello di Barış.

Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) – 2x24

Ed eccola la grande rivelazione della stagione! L’implacabile grande capo pelo rosso che costringe i suoi dipendenti a sincronizzare gli orologi con i suoi ritmi professionali, ha un fratello bipolare che soffre di attacchi di rabbia. Aggiungiamo a ciò, un incidente occorso in giovane età a scuola che lo ha lasciato paralizzato per metà del corpo, e un successivo stato depressivo dopo la morte della madre, cui era legatissimo.

E via di mai una gioia come se piovesse!

Come reagirà Zeynep a tale scoperta? Io sono rimasta senza parole, ma non del tutto in modo positivo.

Nel frattempo, Mehdi si è trasformato in una specie di Diabolik… chiede dei soldi in prestito a Nazlı gattamorta e poi compare e scompare in Total Back quando meno te lo aspetti. Che cacchio si è comprato, il mantello dell’invisibilità?

Doğduğun Ev Kaderindir (DEK) – 2x24

Dato che di disgrazie non ne abbiamo viste abbastanza, ritorna Benal la cui gravidanza passerà alla storia come la più lunga del secolo.

İnfine, Sakine realizza di aver sbagliato a costringere la figlia a sposare Mehdi e di essere stata un cattivo genitore.

Alla buon’ora!

Nel finale saranno guai seri.

Questa volta qualche considerazione mi tocca farla sul personaggio di Zeynep. Prima di tutto tengo a ribadire un aspetto: ogni forma di violenza – che sia fisica o psicologica non fa differenza – è inaccettabile e su questo non ci piove.

Il personaggio di Mehdi sta prendendo una piega molto preoccupante e la drastica decisione presa dalla protagonista femminile è umanamente comprensibile. È anche condivisibile? Se applichiamo simili casi alla vita vera, credo che la risposta non possa che essere affermativa.

Spostandoci sul piano della fiction invece, non posso non notare qualche mancanza nella sceneggiatura. Mehdi ha fatto quello che ha fatto e ha sbagliato… Zeynep ha preso la sua decisione, ma non ha mai davvero tenuto una linea di comportamento coerente.

Tra i due protagonisti non c’è mai stato un vero dialogo chiarificatore, quando avrebbe dovuto o potuto esserci; finora ho sempre visto una ragazza ancora troppo ingenua e influenzabile, che si rimette a decisioni che altri hanno preso per lei.

In quest’ultima puntata, invece, si vede una Zeynep completamente diversa, che mostra coraggio e fermezza nelle sue decisioni. Tutto molto bello, peccato che manchi, ancora una volta, di coerenza.

Ora, gli sceneggiatori mi devono spiegare com’è possibile che una donna abbia così tanta paura del suo ex marito “solo” – prima di saltarmi alla gola fatemi finire – dopo e per averlo visto in un video dove le spacca il vetro dell’auto, ma riesca ad affrontare un pazzo scatenato che la minaccia con una spranga di metallo.

La ragazza riesce – con invidiabile sangue freddo e una giusta dose di ironia – a instaurare un incredibile dialogo con un estraneo – oltretutto aggressivo – ma non riesce a parlare concretamente con l’ex marito.

E ben inteso, queste mie considerazioni non vogliono minimizzare gli errori compiuti dal protagonista maschile, né tanto meno oscurare la sua evidente aggressività.

Il fatto è che qualche avvisaglia c’è sempre stata, ma la questione non è mai stata veramente approfondita ed è finita per passare in secondo piano per poi tornare in modo improvviso.

Insomma, sto iniziando a vedere un grosso dislivello tra la sceneggiatura della prima stagione e quella in corso e troppi buchi di trama che tolgono linearità alla storia e agli stessi personaggi.

Non ci resta che vedere cosa ci riserverà la puntata 25, di cui vi anticipo il promo qui e per chi non è pratico di turco eccolo con i sottotitoli in italiano qui.

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento