Home » Recensione libri » Recensione: Difendere Raven – Mercenari di Montagna Vol. 7 di Susan Stoker

Recensione: Difendere Raven – Mercenari di Montagna Vol. 7 di Susan Stoker

Titolo: Difendere Raven

Autore: Susan Stoker

Serie: Mercenari di Montagna vol.7

Genere: Romanzo Rosa

Editore: A Stoker Aces Production

Data di uscita: 1 Agosto 2021

Difendere Allye #1
Difendere Chloe #2
Difendere Morgan #3
Difendere Harlow #4
Difendere Everly #5
Difendere Zara #6
Difendere Raven #7

Una donna scomparsa conduce gli eroi alfa nella loro missione più audace in questo romanzo della serie dei Mercenari di Montagna scritta da Susan Stoker, autrice di bestseller per il New York Times.

Sono passati dieci anni da quando la moglie di Rex, Raven, è scomparsa da un casinò di Las Vegas. Lui non ha mai perso la speranza, arrivando a formare la squadra dei Mercenari di Montagna per farsi aiutare nel trovare lei e altre mogli, sorelle e bambini scomparsi. Ora Rex e la sua impavida squadra stanno seguendo una pista che li conduce a Lima, in Perù, dove l’operazione di salvataggio si rivela più complicata di quanto avessero immaginato.
Un giorno alla volta: è stato questo il motto di Raven per dieci anni. Dopo essere stata prigioniera di un inafferrabile trafficante sessuale, è una donna con un’indomabile volontà di sopravvivere. Ma Raven non è pronta a lasciare il Perù, non può, non ancora: la sua liberazione dai bassifondi peruviani porterebbe a conseguenze devastanti. Una mossa sbagliata e ogni speranza svanirà in un inferno inimmaginabile.
Per i Mercenari di Montagna si è alzata la posta in gioco e le minacce si stanno intensificando. Ma Rex non ha cercato così a lungo, non ha rischiato così tanto e non è arrivato fino a questo punto per perdere Raven un’altra volta.

Fenici, di questa serie è il primo libro che leggo, ma sicuramente andrò a leggermi anche gli altri, non perchè sia necessario per comprendere la storia, ma perché mi è piaciuto così tanto da essermi incuriosita, voglio proprio vedere se anche gli altri sono all’altezza.

Una storia molto intensa, piena di colpi di scena ma principalmente ricca di sentimenti, buoni e cattivi.

Gli argomenti trattati sono molto forti: si parla di rapimento e sfruttamento della prostituzione, la tratta di donne e bambini per il sesso, le violenze sui poveri da parte di bande.

Tutto ha inizio con il rapimento di Raven avvenuto dieci anni prima a Las Vegas, mentre lei e il marito Dave erano lì per festeggiare il loro anniversario di matrimonio.

L’uomo non si dà pace, la moglie sembra scomparsa nel nulla, la polizia brancola nel buio, così, invece di abbattersi inizia a cercarla attraverso la rete. In questo modo viene a scoprire, purtroppo, che tantissime persone spariscono così nel nulla e decide di mettere su una squadra di ex militari delle forze speciali, ossia i Mercenari di Montagna, che manderà nel mondo a salvare donne e bambini rapiti quando riesce a rintracciarli.

La vicenda si svolge in Perù, dove la squadra dei Mercenari è stata inviata per scovare e portare in salvo i bambini e le donne rapite.

Anche se nel romanzo sono descritte scene di violenza, l’autrice è stata molto brava a non renderle troppo pesanti e, anzi, è riuscita con il suo stile a farmi entrare in empatia con tutti i personaggi.

Ha descritto talmente bene i bassifondi di Lima da permettermi di percepire il suo degrado e i suoi odori, come se fossi stata davvero presente.

Non sono riuscita a togliermi dalla mente le violenze che queste donne e bambini subiscono, sapendo che sono reali, succedono veramente, e purtroppo non ne siamo immuni neanche noi con tutti i nostri diritti civili, alla fin fine se la situazione è questa è anche colpa del nostro “mondo progredito e occidentale”, siamo sempre pronti a guardare dall’altra parte.

I personaggi mi sono piaciuti tutti, malgrado la diversità di caratteri ma, forse, è stato proprio questo a rendermeli cari e a permettere la loro unione come gruppo. Anche le donne del ghetto che vivono insieme a Raven, sono tutte forti ed empatiche; si preoccupano del benessere degli altri, ma il personaggio che preferisco è Dave. Quest’uomo non ha mai mollato in particolar modo quando ormai le speranze giocavano contro. Salvare altre vite gli ha permesso di non perdere la fede e, quindi, potersi concentrare sul proprio obiettivo. Quando, alla fine, riesce a trovare Raven, non la giudica né si vergogna di ciò che ha subito, ma anzi, gliela rende più preziosa grazie alla forza dimostrata per sopravvivere.

I cattivi li brucerei vivi, perché odio dal profondo tutti quelli che stuprano e seviziano altri esseri umani.

Non posso raccontare altro, sarebbe bruttissimo svelarvi i retroscena di questo romanzo. Non voglio spoilerare perchè dovete anche voi, come me, riuscire a vivere questo capolavoro appieno e immergervi nello stile di scrittura di quest’autrice che a ogni libro che leggo apprezzo sempre di più.

Preparate i fazzoletti, se vorrete urlare, fatelo, con la speranza che tutto questo marciume prima o poi finisca.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: Difendere Raven Autore: Susan Stoker Serie: Mercenari di Montagna vol.7 Genere: Romanzo Rosa Editore: A Stoker Aces Production Data di uscita: 1 Agosto 2021 Difendere Allye #1 Difendere Chloe #2 Difendere Morgan #3 Difendere Harlow #4 Difendere Everly #5 Difendere Zara #6 Difendere Raven #7 Una donna scomparsa conduce gli eroi alfa nella loro missione più audace in questo romanzo della serie dei Mercenari di Montagna scritta da Susan Stoker, autrice di bestseller per il New York Times. Sono passati dieci anni da quando la moglie di Rex, Raven, è scomparsa da un casinò di Las Vegas. Lui non ha…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento