Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Deputy – 1×03-04

Recensione: Deputy – 1×03-04

Continuano le avventure del nostro Sceriffo Per Sbaglio, Fenici; in questi due nuovi episodi di Deputy affrontiamo la morte di un collega e il ritorno di un vecchio informatore, ma sembra sempre mancare qualcosa. Sulla serie rimane persistentemente una sensazione di incompletezza. Qui gli episodi precedenti. Buona lettura!

Deputy

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Nel terzo episodio seguiamo l’indagine sull’omicidio dell’agente Luna, neo istruttore di Joseph e, pare, amico di ogni singolo personaggio principale. Non so perchè in una città grande come Los Angeles tutti conoscessero questo pover’uomo, è già abbastanza strano pensare che Stephen Dorff fosse l’agente più vecchio in servizio, quindi preferisco soprassedere: Deputy è una serie che viene continuamente rovinata dalle sue stesse esagerazioni e dagli avvenimenti privi di logica che accadono, quasi da sembrare irreali e senza senso. Se da una parte abbiamo la giovane recluta e la detective che cercano di fare un’indagine come si deve, dall’altra c’è lo sceriffo che pianta casino col resto del dipartimento, sguinzagliando agenti incitandoli a “dare un servizio di primo livello” a chiunque si rifiuti di collaborare, per poi beccarne due che picchiano un tizio di passaggio.

Esattamente, come pensavi che sarebbe andata?

Il colpevole è il classico “quel che non ti aspetti”, ossia non il membro di una gang, ma un ragazzo con problemi che aveva finito le medicine. Ok.

Deputy - 1x03-04

E il quarto episodio?

Lo sceriffo Hollister incontra una vecchia fiamma, una sua informatrice che per proteggere il fratello non ha mai abbandonato la vita criminale: stavolta è invischiata coi trafficanti di esseri umani.

Sarebbe un plot interessante, peccato che in questi 45 minuti non sia successo nulla, solo tanto rumore.

Lei va sotto protezione testimoni e il cattivone è preso, tutto qui.

Ah no aspettate: lo sceriffo balla con sua figlia.

Deputy - 1x03-04

Con Deputy sono molto in difficoltà, perchè se da un lato lo guardo con piacere (Stephen e Brian sono proprio due barbuti zozzoni), dall’altro quando mi trovo a doverne scrivere non riesco a non vedere i mille difetti: la scrittura livello gruviera, piena di buchi, fa precipitare lo show a livelli imbarazzanti e il cast purtroppo non ce la fa a sopperire. Anche la fotografia, così curata, sembra sprecata su una storia così inconsistente.

La premessa per un’ottima serie c’era tutta, l’idea era intrigante e gli attori perfetti, ma non puoi tenere in piedi una stagione con episodi che sembrano copiati l’uno dall’altro; cambia il caso della settimana, ma tutto il resto è letteralmente identico. Lo sceriffo parla e fa il prepotente, il vice cattivo trama, la moglie rassicura, il collega gira in macchina e fa domande, la guardia del corpo fa da spalla.

In loop.

Un vero peccato, e non mi stupisce sia stata cancellata alla prima stagione.

Click to rate this post!
[Total: 2 Average: 5]

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento