Home » Recensione libri » Recensione: Delitto d’inverno di John Banville

Recensione: Delitto d’inverno di John Banville

TITOLO: Delitto d’inverno

AUTORE: John Banville

EDITORE: Guanda

GENERE: giallo

DATA DI PUBBLICAZIONE: 08 Aprile 2021

1957, contea di Wexford, Irlanda. In una fredda notte d’inverno, nella biblioteca di Ballyglass House, elegante residenza degli Osborne – famiglia protestante molto in vista – viene scoperto il cadavere di un prete cattolico ucciso da una pugnalata alla gola. Chi può aver colpito padre Thomas Lawless, un uomo benvoluto da tutti? Dalla capitale arriva per indagare l’ispettore Strafford, anch’egli di famiglia protestante, un’eccezione in polizia. A Dublino il sovrintendente Hackett è molto preoccupato; l’arcivescovo McQuaid esercita infatti pressioni non troppo velate per insabbiare il caso: i preti irlandesi non muoiono di morte violenta. Mentre la neve continua a cadere implacabile, Strafford si trova da solo a indagare in un ambiente ostile, dove tutti sembrano avere qualcosa da nascondere e forse, più degli altri, proprio la vittima…

Delitto d’inverno è un giallo con una valenza morale fortissima. Il filo conduttore del libro è il fare la cosa giusta, sempre. Anche quando forze più grandi, e soprattutto più forti di noi, si mettono in mezzo.

Ed è quello che succede al giovane ispettore Strafford in un gelido inverno del 1957 nella campagna irlandese. Viene inviato nel Wexford per un omicidio. Il rispettato prete Tom Lawless è stato trovato morto nella biblioteca della tenuta del gentiluomo di campagna Mr Osborne. Un sacerdote deceduto in una casa di protestanti? Cosa diranno i giornali?

Il punto focale del romanzo è proprio quello che la gente penserà o dirà. Perché le apparenze, come constaterà l’ispettore, sono tutto, travalicano anche la legge nella contea di Wexford. E i bravi cattolici non dovranno mai sapere le circostanze raccapriccianti di come è stato ritrovato il corpo del parroco. La Chiesa, nella figura dell’arcivescovo della contea, intralcerà con astuzia e sottili avvertimenti l’indagine affidata a Strafford.

Delitto d’inverno è raccontato attraverso la voce dell’ispettore, fornendo riflessioni sulla brutta verità che viene fuori: una storia di abusi che molti sospettavano ma che tutti hanno taciuto. Una narrazione pacata che porta a galla una scomoda verità soprattutto nell’Irlanda cattolica di fine anni ’50, in forte contrasto con il Protestantesimo.

Il personaggio che ho apprezzato di più è l’ispettore, così sicuro fuori, con i suoi modi diretti e la sua mente arguta, ma pieno di dubbi anche sul perché abbia scelto di fare proprio il detective. Queste sue incertezze lo porteranno a non insabbiare il caso, raccontando la verità sul prete e su quei giovani malcapitati che lo hanno conosciuto.

Un giallo che è una dura riflessione sul potere della Chiesa e su quello che vorrebbe venga tenuto nascosto. Con una narrazione che è graffiante e delicata allo stesso tempo, viene messa a nudo anche la storia recente dell’Irlanda: i suoi processi, i suoi morti e i suoi militanti dell’IRA, il tutto descritto con incisiva lucidità. L’epilogo è forse la giusta conclusione di una morte preannunciata.

È un libro per gli appassionati di storie che fanno riflettere sulla società.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
TITOLO: Delitto d’inverno AUTORE: John Banville EDITORE: Guanda GENERE: giallo DATA DI PUBBLICAZIONE: 08 Aprile 2021 1957, contea di Wexford, Irlanda. In una fredda notte d'inverno, nella biblioteca di Ballyglass House, elegante residenza degli Osborne - famiglia protestante molto in vista - viene scoperto il cadavere di un prete cattolico ucciso da una pugnalata alla gola. Chi può aver colpito padre Thomas Lawless, un uomo benvoluto da tutti? Dalla capitale arriva per indagare l'ispettore Strafford, anch'egli di famiglia protestante, un'eccezione in polizia. A Dublino il sovrintendente Hackett è molto preoccupato; l'arcivescovo McQuaid esercita infatti pressioni non troppo velate per insabbiare…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento