Home » Recensione libri » Recensione: “Dark Pleasure” di Kresley Cole (#3 Serie Gli Immortali)

Recensione: “Dark Pleasure” di Kresley Cole (#3 Serie Gli Immortali)

 

trama-rfs-viola

 

Partita alla volta della Russia per uccidere un vampiro che terrorizza un villaggio, Kaderin Cuordighiaccio si ritrova a esitare prima di sferrare il colpo di grazia al nemico. Quella stessa esitazione mostrata in passato era costata la vita delle due sorelle e da quel momento la donna aveva smesso di provare emozioni. Il vampiro davanti a lei però è diverso: si chiama Sebastian Wroth e un tempo era stato un umano. Il cuore dell’uomo ricomincia di colpo a battere: Kaderin lo ha risvegliato, è la sua sposa. La donna rimane sbigottita nel provare di nuovo sentimenti e una certa attrazione nei suoi confronti, così decide di scappare e di prepararsi alla caccia al talismano, la gara che si svolge ogni duecentocinquanta anni e che mette sempre in palio una chiave in grado di far tornare chiunque nel passato per ben due volte. Ma quando raggiunge il tempio della dea Riora, scopre che anche Sebastian parteciperà alla competizione. Tra tentativi di seduzione, ricatti e sconvolgenti rivelazioni su ciò che li attende, i due scoprono di essere ormai inesorabilmente legati, ma solo la conquista del talismano potrà permettere loro di salvarsi e vivere fino in fondo l’amore che il destino gli ha riservato.

recensione-rfs-viola

La Cole è la Cole, i suoi libri sono uno più bello dell’altro, sono scorrevoli, veloci, intensi e spiritosi al punto giusto. Scritti con assoluta maestria, non possono che essere letti tutti di un fiato, senza avere il coraggio di chiudere il libro, almeno fino a che non è finito.

In questo terzo appuntamento incontriamo Kaderin Cuordighiaccio e già il nome promette bene: ma che fare se anche lei incontrasse la sua anima gemella? La nostra valkiria, impegnata in una caccia ad un antico manufatto per lei molto importante, sarà continuamente seguita (se così possiamo dire) da un vampiro della famiglia Wroth, cioè Sebastian, il fratello minore di Nikolai, incontrato in Dark Forever.

In questo libro i protagonisti, sempre impegnati nella caccia al talismano, nonché unico modo per Sebastian di cercare di sedurre o, comunque, conquistare la donna che l’ha risvegliato, avranno alti e bassi. Il libro è divertente, avventuroso con la giusta dose di passione tra due personalità ostinate che non possono evitare di fare scintille su scintille.

Mi è piaciuto molto: Sebastian è dolce e forte allo stesso tempo, ostinato a voler conquistare la sua donna. Vissuto nell’isolamento per parecchio tempo, si ritrova a dover imparare le nuove usanze e tutto il cambiamento del mondo intorno a se. Il riscontro psicologico mi ha sorpreso: se penso al primo libro, dove il sesso si imponeva in maniera prepotente tra i due protagonisti ( anche se bisognava capire quel povero lupacchiotto di Lachlain, dopo aver aspettato per non si sa quanto la sua compagna, ed essere stato legato ad una ruccia per secoli subendo torture su torture…insomma…capiamolo!), in questo libro il sentimento e la loro passione nasce in maniera diversa, a mio avviso.

Sono due esseri distanti: lui che si odia per quello che è diventato, inizia ad amarsi per amare anche la sua compagna e lei che dopo secoli senza emozioni, ricomincia a provare ogni minimo sentimento verso quel vampiro che ostinatamente non la lascia in pace. Una storia che si sviluppa piano piano con i giusti ritmi, tormentata e passionale.

I libri della Cole lasciano il segno, non si può non amarli e dopo aver letto il primo, si vuole solo continuare a divorare gli altri.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Violenza-Alta

Recensione a cura di :

HanaRose

Editing a cura di :

AleLale

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento