Home » Recensione libri » Made in Italy » Recensione: “Crudele come il sole” di Christiana V

Recensione: “Crudele come il sole” di Christiana V

 

Trama

Credeva di poter ottenere tutto…
Rampollo di una ricca famiglia milanese e proprietario dell’azienda Prism Light, Jacopo Maria Ferrante è un uomo arrogante e ambizioso. Nella vita non ha mai dovuto conquistare nulla ma ora combatterà per realizzare la sua vendetta

… ma la sua anima non era in vendita
Quando Clizia Diamare scopre l’esoso debito contratto dal padre non immagina il prezzo del riscatto: per un anno sarà proprietà esclusiva di Jacopo, in ufficio e tra le lenzuola.
Per preservare la gemella Elettra e salvare la pasticceria di famiglia e i suoi dipendenti, Clizia sarà costretta a trasferirsi a Milano alle dipendenze di un uomo che disprezza. Niente, però, può prepararla all’insana passione che la invade e che poco a poco si trasforma in un sentimento pericoloso e complesso.

La resa spesso è una vittoria
Un uomo difficile, una donna risoluta, una vendetta da consumare, un contratto da onorare. Perché amore e odio sono due facce della stessa medaglia.

Recensione

“Lui era un completo di vigogna e lei un tailleur in acrilico. Lui un diamante lei uno zircone. Lui il sole, lei la luna. No, non la luna, ma un girasole, un banalissimo fiore, come indicava il suo nome, che non avrebbe mai potuto competere con un astro. Ma lei compete, cazzo se compete! Jacopo chiuse gli occhi per riprendere il controllo e scacciare dal petto quel fastidioso pungolo che lo irritava. Non doveva soffermarsi su certi pensieri, né il quel momento né mai, perché non erano concepibili, tanto meno accettabili. Lui aveva da portare a termine una vendetta, lei era il suo strumento.”

Cominciando a leggere “Crudele come il sole” si viene rapiti dall’ammirazione per il personaggio femminile uscito dalla penna di Christiana V: Clizia Diamare è una donna piena di temperamento e disposta a qualsiasi cosa per tutelare le persone che ama. Ci ritroviamo così in ospedale in terapia intensiva, dove il padre delle gemelle Clizia ed Elettra è ricoverato e dove le due giovani apprendono con sgomento la sua ennesima sortita al tavolo da gioco in cui ha contratto un debito enorme verso Jacopo Maria Ferrante, un uomo d’affari spietato e arrogante. Già in passato le due giovani avevano dovuto risolvere i problemi creati dal padre tenendo la madre all’oscuro, ma stavolta la cifra è così alta che rischiano di perdere tutto, e si ritrovano così a dover sottostare al ricatto di Jacopo che pretende dalle gemelle un anno della loro vita per saldare il debito del padre, 8 mesi alle sue dipendenze per Clizia e i restanti 4 per Elettra. Oltre alle loro capacità lavorative però il contratto prevede anche il dover dividere il letto con l’affascinante Ferrante. Se Clizia è disposta a sacrificarsi per la sua famiglia non intende però lasciare che anche Elettra, di carattere più dolce e romantico di lei, subisca la stessa sorte e in un infuocato incontro a due convince Jacopo ad accettare che sia lei sola ad accollarsi il debito. Ogni incontro fra i due provoca scintille, le loro personalità dominanti fanno sì che si scontrino per ogni cosa ma questo non impedisce che l’atmosfera sia satura di sensualità e desiderio che si avverte palpabile ad ogni pagina. Clizia lo odia perché è abituata a gestire da sempre la sua vita in maniera totalmente autonoma, ma nello stesso tempo non può evitare di provare un’insana attrazione per lui che la rende furibonda contro se stessa. Lui, da parte sua, è deciso a piegare il carattere ribelle di Clizia ma nello stesso tempo prova ammirazione per lei proprio per questa sua vulcanica personalità. Jacopo Ferrante è abituato ad avere donne che si prostrano ai suoi piedi per la sua ricchezza e il suo potere e trovarsi di fronte questa donna, che anche quando sembra sconfitta riesce ad avere sempre l’ultima parola, lo confonde. Nella sua vita dorata dove il denaro compra tutto, l’amore è sempre stato assente: circondato da persone che lo blandiscono per avere un tornaconto, Jacopo vive solo per il lavoro e per la vendetta che sta pianificando da tempo. Ed è proprio per portare a termine questa vendetta a lungo preparata e sognata che Jacopo ha bisogno di Clizia: ha bisogno che la ragazza si innamori di lui, ed è qui, che incontra il primo ostacolo della sua vita nel rendersi conto che non riuscirà mai a conquistare questa donna indomita se non sarà lei a donarsi, e questo lo porta a volte a passare da scoppi di collera e gelosia ingestibili ad altri in cui è affascinante e irresistibile. Clizia lotterà contro quest’uomo arrogante con tutte le sue forze, ma quando comincerà a scoprire che dietro questa facciata dura esiste anche un uomo generoso e molto solo, perderà la battaglia contro i propri sentimenti, e quando tutta la verità verrà fuori ne sarà quasi annientata.
Due personalità fortissime si fronteggiano in questo libro di Christiana V, due protagonisti che da soli rendono unico un libro con una trama letta già molte volte, ma le intense scene passionali dove i due si danno quasi battaglia per la supremazia sono scritte benissimo, i dialoghi brillanti rendono la lettura avvincente e si arriva alla fine senza quasi accorgersene. Inoltre, per rendere ancora più accattivante la lettura vi troverete a un certo punto a un matrimonio che vi lascerà un po’ sconcertati, perché vi renderete conto che i personaggi li conoscete e fanno parte della trilogia di Angela D’Angelo in un crossover inaspettato. Mentre Elettra gemella di Clizia che qui abbiamo conosciuto poco, inaspettatamente nelle ultime pagine si rivela diversa dalla timida creatura che eravamo indotti a pensare, e ci lascia un ammiccante invito a seguire quella che penso sarà la sua storia con Davide Maran. Un’autrice che conoscevo poco ma che ho amato molto in questo libro, l’unica pecca per quanto mi riguarda (ma è un mio giudizio personale) è il motivo di questa elaborata e pianificata vendetta che obiettivamente mi ha lasciata perplessa da parte di un personaggio come quello di Jacopo, ma questo non toglie nulla alla bellezza del libro.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE
Recensione: Lucia63

Editing: Rosemary

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

Lascia un Commento