Home » Recensione libri » Recensioni MM » Recensione: “Come camminare da solo” di Eli Easton * Ululare alla luna Vol.2

Recensione: “Come camminare da solo” di Eli Easton * Ululare alla luna Vol.2

 

♦ Traduzione a cura di Deborah Tessari

Triskell edizioni, acquistabile qui ♦

Trama viola
Il vice sceriffo Roman Charsguard è sopravvissuto all’Afghanistan, dove ha perso il suo migliore amico e partner umano James. Roman era un cane dell’esercito e, quando due anni prima ha sviluppato la capacità di mutare in un essere umano, non è stato facile per lui imparare a comportarsi come tale. A Mad Creek, rifugio segreto per i cani mutevoli, ha trovato un posto dove vivere. Ma trovare anche una ragione per farlo è stato più difficile. Fino a quando un certo umano è entrato nell’ufficio dello sceriffo di Mad Creek e ha cominciato a creare problemi.


A Matt Barclay capitano tutte le sfortune di questo mondo. Per prima cosa è stato colpito da un proiettile durante una retata della SWAT, poi è stato inviato come investigatore della DEA a Mad Creek, un piccolo paese tra le montagne della California. Il compito di Matt doveva essere quello di tenere gli occhi aperti e scoprire coltivazioni illegali di droghe, ma nessuno lo vuole lì in città. E poi c’è Roman, il baby sitter di Matt. E l’uomo più sexy che Matt abbia mai visto, anche se un po’ strano. Se il lavoro non ucciderà Matt, lo farà di certo la frustrazione sessuale.

La città conta su Roman per evitare che Matt scopra i mutevoli, Matt conta su Roman in quanto suo collega e spera che gli riveli la verità, il tutto mentre Roman sta cercando di esplorare l’amore, il sesso e un sacco di caotiche emozioni umane.

Chi l’avrebbe mai detto che fosse così complicato camminare come un uomo?

Recensione violaCon immenso piacere sono tornata a visitare le montagne della California , infatti dopo esserci stata con la lettura del primo libro della serie “Come ululare alla luna” adesso sono tornata volentieri a Mad creek per conoscere una nuova e particolare coppia.
La storia inizia con il problema delle coltivazioni illegali di Mariujana e dell’interessamento della DEA a tenere sotto controllo la situazione. Per questo motivo si ritroveranno lo sfortunato Matt Barclay, che per un anno dovrà rimanere nella piccola e particolare cittadina alla ricerca di eventuali coltivazioni illegali. Lo sceriffo Lance Beaufort è molto preoccupato che questo “estraneo” possa scoprire ciò che la città nasconde, e cioè che quasi tutti gli abitanti altro non sono che mutevoli, cioè persone che possono trasformarsi in cani… o viceversa, cani che hanno avuto la scintilla e si sono trasformati in uomini, proprio come è successo al vice sceriffo Roman Charsguard che fino a due anni prima era un cane dell’unità cinofila anti-esplosivi in Afghanistan, e invece adesso si trova a fare da baby-sitter a questo agente della DEA e a cercare di tenerlo lontano il più possibile dalla città.
Roman è molto devoto al suo lavoro e alla comunità quindi farà tutto il possibile per tenere lontano Matt dalla città, ogni giorno con la necessità (o la scusa) di controllare i terreni circostanti lo porta nei boschi o a fare lunghe scarpinate, così da tenerlo occupato e non fargli notare gli strani comportamenti degli abitanti di Mad Creek, ma questo implica anche molto tempo passato insieme….
Questo libro è davvero molto, molto carino. La storia è particolare perché a differenza dell’altra volta Roman è un uomo solo da due anni con tutto quello che ne consegue, non sa bene relazionarsi con gli altri umani, impara in fretta ma ha comunque parecchi limiti di conoscenza dei comportamenti giusti da tenere, ancora peggio sarà quando scoprirà di essere attratto dall’agente Barclay e dovrà cominciare ad esplorare la sua sessualità, se ci mettiamo anche che Matt è un gay non dichiarato e che pensa che Roman sia etero la situazione si farà di certo ingarbugliata.
Ho trovato davvero esilaranti alcune scene in cui l’ingenuità di Roman lo porta a fare domande scabrose ad un recalcitrante sceriffo Lance, come divertente è anche Matt che riesce a stento a non saltare addosso all’agente più sexy che abbia mai incontrato. Nonostante le risate c’è anche spazio per l’azione dato che dopo tanto controllare qualche piantagione illegale alla fine esce fuori insieme a tutto quelle che ne consegue. Alcuni momenti sono stati davvero emozionanti sia della loro storia d’amore, sia per i flashback di Roman, in cui ammetto che qualche lacrimuccia ha tentato di saltar fuori. Naturalmente anche i personaggi di questa strana cittadina, come anche nel primo libro contribuiscono a rendere la storia ancora più peculiare e originale.
È stata davvero una lettura molto piacevole, frizzante, divertente ma anche emozionante, direi quindi senza ombra di dubbio che consiglio caldamente la lettura di questo libro.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

 

Recensione: Angelice

Editing: Tayla

StaffRFS

StaffRFS

Lascia un Commento