Home / Recensioni MM / Recensione: “Brody & Nick” di A.D. Ellis (serie C’è qualcosa in lui #2)

Recensione: “Brody & Nick” di A.D. Ellis (serie C’è qualcosa in lui #2)

Buongiorno Fenici! Oggi Lucia ci parla di “Brody & Nick” di A.D. Ellis (serie C’è qualcosa in lui #2)

Lo Specialista dell’esercito Brody King è un soldato rispettato e di successo. A un anno dal congedo, concepisce un piano per poter risparmiare dei soldi, un piano che richiede che lui si sposi.
Nick Ferguson è occupato a laurearsi e, al tempo stesso, a crearsi una carriera nella gestione dei servizi per la comunità. Con il suo contratto d’affitto in scadenza, è più che desideroso di accettare il folle piano di matrimonio di Brody.
Una soluzione che sembra rapida e semplice si evolve in qualcosa che nessuno dei due aveva messo in conto. Quando le sue paure e le sue insicurezze affiorano, Brody prende una decisione che potrebbe allontanare Nick per sempre. Può un matrimonio di facciata, costruito sull’amicizia, sopportare gli ostacoli di un futuro incerto?

«All’inizio ho accettato questo piano perché mi avrebbe dato la possibilità di allontanarmi da Dylan e di risparmiare dei soldi. Poi l’ho visto come un’avventura divertente. Ma ora lo vedo come un’esperienza di vita con un buon amico e compagno. Voglio provare a considerarla una vera relazione. Nessuno può essere certo che una relazione duri, noi siamo solo un po’ più sicuri che la nostra non lo farà, ma voglio prendermi quest’anno per imparare e per migliorarmi. Prova a considerarlo come una sorta di corso base di matrimonio. Anche se non andrà avanti una volta scaduto l’anno, avremo comunque imparato a migliorarci e ad affrontare un eventuale matrimonio vero e proprio.» Mi avvicinai per baciarlo ancora, a fior di labbra. «Onestamente penso che mi risulterà molto difficile vivere con te, essere in intimità con te e rimanere distaccato emotivamente. Non dico che ti sto professando il mio amore imperituro, ma voglio provare a far funzionare tutto ciò come una vera relazione.»

Brody ha ancora un anno di fronte a sé prima di potersi congedare dall’esercito, e poter decidere nuovamente della sua vita. Il rigore della caserma lo ha aiutato in un momento difficile, quando improvvisamente la sua vita è cambiata, e il sostegno dei suoi genitori per qualche tempo è venuto meno. Ora però, le tante regole, e un superiore che lo ha preso di mira, forse per la sua omosessualità o per antipatia, rendono la sua vita in caserma difficile, ed è suo desiderio vivere all’esterno. Tuttavia, due soli tipi di militari sono autorizzati a farlo e possono contare su una somma per pagare l’affitto: gli ufficiali e quelli sposati. Da qui, l’idea di sposarsi stringendo un patto di mutuo aiuto con un uomo che ha frequentato pochissimo, ma che gli fa provare sensazioni che lo spingono a credere che la loro convivenza potrebbe essere un successo. Nick è ben felice di poter lasciare l’appartamento che divide con un amico che si è rivelato tutt’altro che un buon coinquilino e, inoltre, l’idea di essere amico con benefit dell’attraente militare rende tutto ancora più interessante. L’unica ad aver dei grossi dubbi e Addie, la migliore amica di Brody, che tenta in ogni modo di bloccare senza successo lo strampalato progetto. La convivenza fra i due si presenta subito piacevole, entrambi sono molto attratti dall’altro e la stessa Addie, dopo aver conosciuto il dolce e inquadrato Nick, ed essersi resa conto che insieme i due si completano, e che quello che è nato come un gioco con una precisa scadenza si sta trasformando in qualcosa di più, fa cadere le sue riserve. Costretti ad avere atteggiamenti affettuosi per rendere veritiero il loro amore ai superiori dell’esercito, giorno dopo giorno, entrambi i giovani si rendono conto che i sentimenti che provano diventano sempre più forti, ma nessuno di loro due sembra trovare il coraggio di confessarli, finché un evento traumatico li porterà alla luce. Tutto dovrebbe essere facile, adesso: si amano e in fondo sono già sposati. Ma le insicurezze che da qualche anno accompagnano Brody sono sempre in agguato, e il giovane farà qualcosa che metterà a rischio il loro rapporto, per sempre, e che renderà furiosa anche Addie.

È un libro piacevole, la storia scorre senza tanti scossoni, e i personaggi, specialmente il dolcissimo e sereno Nick, sono incredibilmente simpatici. Addie, poi, è l’amica che tutti vorremmo incontrare nella nostra vita, quella persona che ci ama per ciò che siamo, che riesce a vedere le nostre debolezze, che non ha paura di darci una bella scrollata o di litigare con noi, per poi tenderci una mano e perdonarci quando ritorniamo sui nostri passi. Una donna unica che ha conosciuto Brody nel momento peggiore della sua vita, quando per qualche tempo il suo coming out lo ha allontanato dalla famiglia e da quella madre incredibilmente spumeggiante, che incontreremo durante la storia. Due donne molto importanti nella vita di questa coppia, che danno il vita ai momenti più divertenti, sempre pronte a redarguire Brody come un bambino, che non è in grado di prendere decisioni sensate e, credetemi, a un certo punto della storia vorreste anche voi prendere una scopa e picchiarlo. Nick è un ragazzo incredibilmente posato, che ha tutto sotto controllo, e che ha già deciso come dovrà essere la sua vita. Durante la sua adolescenza ha dovuto infatti sottostare ai desideri dei suoi genitori per non ferirli, ma appena è stato in grado di prendere le sue decisioni non ha più permesso a nessuno di interferire. Ama Brody fin quasi dal primo momento, ma quando il giovane tenterà di prevaricarlo si troverà di fronte a un deciso rifiuto.

È molto dolce vedere come la loro storia passa dall’amicizia e l’attrazione, all’amore. Un capitolo per uno, i protagonisti ci raccontano le loro sensazioni, i loro desideri, i sentimenti che entrambi cominciano a provare e le paure di esternarli, temendo un rifiuto. Scopriamo le incertezze e la cattiva percezione che Brody ha di se stesso, il suo timore di fallire, ora che ha deciso di tornare all’università, che ha abbandonato quando il padre si è rifiutato di continuare a pagarla, ed è entrato nell’esercito, e le motivazioni che lo porteranno a prendere una decisione che farà soffrire molta gente.

Una scrittura pulita e dialoghi divertenti, personaggi ben strutturati, che riescono a entrare nel cuore, anche grazie alle loro piccole debolezze e gli sbagli che commettono durante la strada, rendono questa una lettura molto gradevole. Il finale è davvero un inno all’amicizia e all’amore, forse un tantino incredibile, ma coerente con la storia che l’autrice ci ha raccontato. E al lettore, adesso, non rimane che aspettare Barrett & Ivan, i prossimi protagonisti di questa serie che la Quixote ci sta regalando e, come sempre, un plauso al bel lavoro svolto nel curare l’impeccabile traduzione.

#1  Bryan & Jase

#2  Brody & Nick

#3  Barrett & Ivan (non ancora tradotto)

#4  Braeton & Drew (non ancora tradotto)

#5  Ryker & Gavin (non ancora  tradotto)

#6  Kade & Cameron (non ancora  tradotto)

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Cambio di Linea – Serie Harrisburg Railers #1” di R.J. Scott e V.L. Locey

Buongiorno fenicette, oggi Lucia ci racconta in anteprima ...