Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Big Sky – 1×14

Recensione: Big Sky – 1×14

Big Sky è giunto quasi alla fine della prima stagione (ne mancano solo due) con l’episodio dal titoloNice Animals”.

Big Sky

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Care Fenici, ricordate come ci eravamo lasciati la scorsa volta? Se vi sfugge potete andare a rinfrescarvi la memoria qui.

Riprendiamo esattamente da quel punto, Jenny (quindi non raccogliamo i suoi pezzettini ma è tutta intera) pensa che siano stati i Kleinsasser. È davvero così? La risposta dello sceriffo Wagy in sostanza è: ve l’avevo detto di non ficcare il naso! E ad Angela cosa è successo? Non ve lo dico! Così come non vi dico chi è il vero colpevole che diversi testimoni hanno visto vicino al motel.

Jenny va a parlare con la madre di Cole, scomparso mentre lavorava al Ranch. Le offre vendetta per il figlio che è morto per aver assistito a qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Lei e Cassie, con l’aiuto di Gil, scoprono cosa fanno davvero i Kleinsasser. Lo avevamo già intuito grazie a diversi indizi disseminati negli scorsi episodi di Big Sky, ma questa volta ne abbiamo la conferma. Alla fine, il nostro trio composto da Cassie, Jenny e Gil, viene scoperto dal complice della psico-family mentre sta raccogliendo prove per inchiodare i Kleinsasser per le loro attività illecite. Prevedo grossi guai per loro.

Prima di questo le detective, con l’aiuto di Jerrie e Lindor hanno cercato di capire che sta combinando Ronald. Piccolo avvertimento: attenti ai picconi e ai punteruoli, possono essere fatali se andate in Montana. Come è successo al cadavere trovato nel congelatore nello scorso episodio. È Steve che è.… troppo facile!

A proposito di Ronnie. Cosa c’è di meglio di un campeggio con il morto (la povera Mary aveva capito che è lui veramente) in una sperduta montagna dove neanche prende il cellulare? Bellissimo, portiamoci anche Scarlet e Phoebe! La bambina, dopo una spiegazione da parte del dolce psicopatico sugli animali che mangiano gli altri animali, lo scopre a seppellire Mary. Ops… e adesso?

Big Sky - episodio 14

La vera cattiva della situazione secondo me è Cheyenne che non perde occasione di spostare la dinamica del potere familiare a suo favore minacciando di spifferare tutto ciò che sa.

Mentre John Wayne e Rand scavano la fossa per il funerale di Blake, quest’ultimo confida al fratello che vuole costruire nel Ranch un labirinto con vere trappole fatte da cose tipo serpenti a sonagli, vespe, ragni, un orso: insomma spaventare la gente perché, secondo lui, tutti amano essere terrorizzati. Ottima filosofia di vita di uno psicopatico.

Big Sky - episodio 14

Ultima cosa che voglio analizzare è “il bel” matrimonio tra Horst e Margaret. Lui la paragona a una bella mucca che fa figli storpi e malati (davvero proprio non ce n’eravamo accorti!), lei gli risponde che lo ucciderà e… poi lo bacia! Ci aveva già provato a farlo mettendogli del veleno per topi nel cibo ma lui è troppo cattivo per morire.

Che dire più? Continua a piacermi e finora non mi ha deluso. Spero che non lo faccia proprio nel finale al quale mancano solo due episodi. Non vedo l‘ora che arrivi! Spero non mi prendiate per pazza per questa mia passione per gli psicopatici del Montana. Ce ne fosse uno normale!

Vi lascio con il promo della prossima sconvolgente puntata di Big Sky.

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

StaffRFS

Lascia un Commento