Home » Recensione libri » Recensione: Belle, ricche, cattive di Jenny Oliver

Recensione: Belle, ricche, cattive di Jenny Oliver

Titolo: Belle, ricche, cattive

Autore: Jenny Oliver

Editore: De Agostini

Genere: Romanzo rosa per ragazzi

Data di uscita: 25 maggio 2021

Al liceo Chelsea High tutti gli studenti sono belli, ricchi e attenti al minimo dettaglio. Notano una gonna spiegazzata. Il colletto di una camicia non stirato. Una borsa di seconda mano. In un posto così Norah Whittaker non passa certo inosservata. Lei che è cresciuta tra mercatini dell’usato e case galleggianti, con genitori hippie sempre circondati da musica e gente proveniente da ogni parte del mondo. Forse è stato così che il padre di Norah ha conosciuto la persona che ha cambiato la sua vita: quella che l’ha fatto arricchire all’improvviso e che all’improvviso l’ha gettato nel baratro. Con abiti fuorimoda addosso, e un padre accusato di furto… sopravvivere nel liceo di Chelsea High sembra impossibile. Soprattutto quando ragazze come Coco Summers, che camminano per i corridoi come se stessero su una passerella, possono affossare o innalzare la tua reputazione con un solo commento su Instagram. Ma poi Norah conosce Ezra, un ragazzo dagli occhi misteriosi che sembra capirla davvero. Ezra, l’ex capitano della squadra di football, è affascinante e popolare, eppure pare diverso da tutti quelli che Norah ha incontrato nel liceo più glamour di Londra. Forse perché, come lei, ama le cose autentiche. O forse perché anche lui ha un segreto da nascondere…

Ciao lettori! Oggi vi racconto di un libro che mi ha davvero sorpreso.

Mi ci sono avvicinata perché mi aspettavo una storia stile Mean Girls, con un gruppo di ragazze terribili e superficiali e una protagonista alla ricerca di se stessa. Invece, mi sono trovata di fronte qualcosa di molto più profondo, ricco di momenti commoventi e che lancia diversi spunti di riflessione.

Norah Whittaker è una ragazza normale che vive su una barca con i suoi genitori hippie; improvvisamente viene strappata dalla sua vita, dai suoi amici e dal suo ambiente a causa di alcuni problemi legati al lavoro di suo padre. Scopre così un grosso segreto di famiglia che la porterà a trasferirsi a Londra e a frequentare la Chelsea High, una scuola elitaria per ricchi un po’ snob capitanati dalla famosa Coco Summers.

Sono queste le premesse del romanzo di Jenny Oliver, ma sono solo la cima di un iceberg molto profondo in cui incontrerete il dolce Ezra, ex capitano della squadra di football, che nasconde lui stesso un terribile segreto; e i genitori di Norah che stanno lottando per mantenere la famiglia unita nonostante le loro difficoltà.

Lo stile dell’autrice è molto diretto, ma non scontato: utilizza un lessico semplice adatto al target di età, ma non per questo banale e riesce a coinvolgerti totalmente nelle vicende; si sofferma molto sui pensieri di Norah, sui suoi dubbi e le sue battaglie interne. La parte romance è descritta molto bene, una progressione mai affrettata e coerente con i personaggi coinvolti, trovandoli ben caratterizzati e interessanti soprattutto Norah. Io che non amo le storie in cui dopo due secondi i protagonisti dicono di amarsi alla follia l’ho decisamente apprezzata.

.

È una ragazza cresciuta in un ambiente tranquillo, su un’isola in cui tutti si conoscono, tutti sono amici e nessuno ti giudica. Da un giorno all’altro deve non solo affrontare i problemi legati alla sua famiglia, ma anche le terribili ragazze della nuova scuola che, al contrario dei suoi vecchi amici, notano anche una gonna troppo lunga. La forza che mostra è davvero notevole: anche se a volte la vediamo sbagliare e cadere, avrà sempre la capacità di rialzarsi e camminare a testa alta.

Ezra è uno dei ragazzi più popolari della scuola, insieme a Coco Summers e al suo gruppo. A differenza della maggior parte di loro, però, inizia a rendersi conto che non è tutto rose e fiori: dopo ciò che ha affrontato l’anno precedente, un segreto che ci viene rivelato durante la storia, si è allontanato in parte dalla sua solita routine, ma fatica a staccarsi del tutto dal controllo della reginetta della scuola.

Parlando di quest’ultima, ci viene presentata come la classica ragazza viziata, maniaca del controllo che non solo ha alle spalle una famiglia facoltosa, ma anche una “carriera” ben avviata come influencer. È una persona caparbia, opportunista e gelosa, che in qualche modo mantiene costantemente il controllo del suo gruppo di amici e non solo: basta uno sguardo per convincerli tutti a non parlare con qualcuno o a non salutarlo in sua presenza.

Al di là delle vicende scolastiche, devo dire che una delle parti migliori di tutto il romanzo è sicuramente il rapporto di Norah con i suoi nonni; li impara lentamente a conoscere e loro riescono a mostrarle l’altra faccia della medaglia della situazione in cui si ritrovano i suoi genitori.

È un libro leggero, ma allo stesso tempo profondo, in cui il conflitto con se stessi trova sfogo; riscoprirete l’innocenza dei primi amori e le difficoltà dell’adolescenza e ogni tanto non potrete assolutamente non sorridere.

Lo consiglio sicuramente a chi cerca una storia di crescita personale con un amore che sboccia tra i banchi di scuola e a chi non ha paura di ridere, ma anche di commuoversi un po’.

Spero di avervi incuriosito con questa recensione e buona lettura!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Titolo: Belle, ricche, cattive Autore: Jenny Oliver Editore: De Agostini Genere: Romanzo rosa per ragazzi Data di uscita: 25 maggio 2021 Al liceo Chelsea High tutti gli studenti sono belli, ricchi e attenti al minimo dettaglio. Notano una gonna spiegazzata. Il colletto di una camicia non stirato. Una borsa di seconda mano. In un posto così Norah Whittaker non passa certo inosservata. Lei che è cresciuta tra mercatini dell’usato e case galleggianti, con genitori hippie sempre circondati da musica e gente proveniente da ogni parte del mondo. Forse è stato così che il padre di Norah ha conosciuto la persona…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento